Cerca nel sito
Piatti tipici Natale Lapponia

Natale lappone: il menu delle Feste

Tradizione e piatti tipici dell'estremo nord della Svezia

Lapponia
© Santa Television
Lapponia, Babbo Natale in slitta
Abeti innevati, laghi ghiacciati e case di legno. La Lapponia d’inverno regala natura e atmosfere da sogno: quelle delle cartoline che ci ricordano le Feste. Momento molto importante del Natale lappone è l’intera giornata della Vigilia. Secondo il calendario finlandese il 24 dicembre è l’onomastico di Adamo ed Eva, olttre ad essere l’ultimo giorno per addobbare l’albero di Natale. A uno dei due viene dedicata la stella posta in cima all’albero. Durante la vigilia viene celebrata una cerimonia alla quale partecipa la maggioranza dei cittadini: la “Pace Natalizia”. Come vuole una tradizione risalente al XIII secolo, la cerimonia viene proclamata a mezzogiorno nella città di Turku, l’antica capitale finlandese.
 
 
Dopo le celebrazioni si passa alle feste familiari. Ogni famiglia si ritrova con amici e parenti e nel pomeriggio inizia a preparare quello che sarà il vero cenone delle festività, la cena della vigilia. Nel menu ricorrono alcune ricette più tradizionali come il salmone salato, l’insalata a base di barbabietola rossa, un particolare prosciutto al forno, il porridge di riso, seguiti dai tipici dolci come i biscotti di zenzero o gli joulutortut, paste ripiene di marmellata. Per tradizione, viene nascosta una mandorla nella zuppiera del porridge. Chi la trova nel piatto potrebbe sposarsi nel giro di un anno. Il glogg di Natale è una bevanda a base di vino rosso e cannella che viene servita calda. 
 
In Lapponia si mantiene viva la tradizione rurale del “chilometro zero”. Tra le specialità più diffuse, la tartare di renna leggermente affumicata che spesso viene servita con licheni fritti. La renna è preparata in vari modi: dallo stracotto alla brace, accompagnata da una salsa a base di panna e mirtilli. Grazie alla vicinanza con il Mar Baltico, sono diffuse le aringhe che vengono preparate affumicate con cipolle.
 
Leggi anche: IN FINLANDIA L’HOTEL E’ MOBILE (Stile.it)
 
La casa di Babbo Natale si trova a Rovaniemi, a 66.5 gradi di latitudine Nord, proprio al limite del Circolo Polare Artico. La ricchezza naturale di queste terre è la chiave di una delle cucine più particolari del mondo. A Rovaniemi ci sono ben otto stagioni, e questo favorisce la produzione di materie prime dai sapori molto intensi. Ci sono bacche ovuque, dalla vite d'oro ai mirtilli rossi, ma la bacca più preziosa di tutta la Lapponia è quella del rovo camemoro. Conosciute anche con il nome anglosassone di baked apple berries, sono l'ingrediente principe di molte preparazioni tradizionali, dalle marmellate alle salse, fino a liquori come il Lakkalikööri. Molti le mangiano crude con formaggio leipäjuusto fuso, panna e zucchero.
 
La renna rimane protagonista sulle tavole del Natale lappone. Oltre alla tartare affumicata, le ossa vengono bollite per il brodo e il sangue si utilizza per il gumppus, una sorta di pudding a forma di salsicce.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Lapponia
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati