Cerca nel sito

Messico: le cerimonie dei sacerdoti Maya

Dal Parco Chapultepec di Città del Messico a Trescore Balneario in provincia di Bergamo: cerimonie propiziatorie e dipinti legati alla profezia della "fine del mondo"

Maya 2012: Lords of the Time
©AP
Il 21 dicembre  si avvicina e i Maya si preparano a salutare l'inizio della nuova era Baktun ma non, come molti hanno pronosticato con eccessivi allarmismi, la fine del mondo. I sacerdoti che vivono a Città del Messico hanno dato il via alle cerimonie destinate a segnare la data che, secondo il calendario Maya, segna la fine dell'era Oxlajuj Baktun.

I riti principali si sono svolti nel Parco Chapultepec, dove è stata celebrata la cerimonia del Nuovo fuoco. La popolazione Maya in Messico, costituita da circa 800mila persone, spera in un'epoca Baktun migliore di quella attuale, iniziata nel 1618. Gli antichi, infatti, misuravano il tempo in Baktun, cioè cicli pari a 400 anni, e facevano coincidere la fine del 13esimo Baktun con il 21 dicembre 2012. Molti hanno interpretato questa data come la fine del mondo, ma sacerdoti e autorità smentiscono.

"Questa non è davvero la fine del mondo. Le profezie Maya sono state commercializzate, per noi questo è un momento per stare insieme e riscoprire la cultura Maya", ha spiegato Saul Martin Ancona, segretario del Turismo dello Yucatan.

José Marquez
, sacerdote maya, ha invece lamentato che le autorità non concedono i permessi di officiare i riti negli antichi luoghi sacri: "Vorremmo eseguire le nostre cerimonie rituali in qualche sito archeologico, ma non ci è permesso entrare nelle nostre case. Siamo molto arrabbiati per questo”. (Fonte: La Presse)

MESSICO IL RITUALE MAYA TEMAZCAL: LE FOTO

C’è, invece, chi sostiene che la fine del mondo potrebbe “ripetersi”. Sì ripetersi perché in realtà sarebbe un fatto già avvenuto 500 anni fa come si può leggere tra le righe di un dipinto molto particolare visibile all’interno della villa dei conti Suardi a Trescore Balneario, paese in provincia di Bergamo. Se ne parla approfonditamente nel numero di dicembre della rivista di archeomisteri Fenix, con il contributo di Isabella Dalla Vecchia di www.luoghimisteriosi.it, la quale appunto svela i misteri di questo dipinto così poco conosciuto e così tanto legato a una presunta fine del mondo.

Fu Giovan Battista Suardi a commissionare a Lorenzo Lotto nel 1524 un’opera molto particolare, il Cristo-Vite e le Storie delle Sante Barbara e Brigida. Il nobile era stato particolarmente colpito dalla profezia di un’alluvione devastante che nel febbraio del 1524 avrebbe distrutto il mondo intero, senza alcuno scampo. Alcuni astronomi avevano identificato nel cielo un’unica congiunzione astrale che avrebbe causato un catastrofico diluvio universale. Il fatto curioso è che un identico allineamento dei pianeti è avvenuto nella nostra epoca pochi mesi fa, nello scorso maggio 2012 i pianeti erano perfettamente allineati (alcuni erano visibili ad occhio nudo). Il mondo, naturalmente, non terminò e Battista Suardi ne fu talmente compiaciuto da commissionare un bellissimo affresco come ex voto al suo amico pittore Lorenzo Lotto.  
DIECI COSE DA FARE IL 21 DICEMBRE 2012

DICEMBRE IN MESSICO: BOOM PER I SITI MAYA
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100