Cerca nel sito
India location film Attacco Mumbai Australia Taj Mahal

In India per rivivere la storia dell'Attacco a Mumbai

Anthony Maras e Dev Patel ricostruiscono - anche in Australia - un momento drammatico di pochi anni fa.

M2 / Iif
Può una drammatica storia vera offrirsi a un adattamento cinematografico ricco di pathos e di azione? Non sarebbe la prima volta. Con Attacco a Mumbai di Anthony Maras, infatti, si torna a mettere l'accento sulla valenza sociale della Settima Arte. E dopo alcuni casi recenti - come per il libanese Cafarnao - la realtà arriva con forza sullo schermo, insieme alle immagini rese ancora più reali da alcune location scelte per le riprese… Stavolta quelle di Mumbai, in India, nel 2008 teatro di una tragica serie di attentati terroristici.



La vicenda ci riporta al novembre di quell'anno, quando alcuni jihadisti pakistani precipitarono nel caos la citta? piu? popolosa del subcontinente indiano. E per tre giorni sequestrarono il leggendario Taj Mahal Palace Hotel, prendendo in ostaggio oltre 500 tra ospiti e dipendenti. Tra questi, lo chef Hemant Oberoi (Anupam Kher) e un umile cameriere sikh (Dev Patel) rischieranno la vita per proteggere i loro ospiti. E mentre i media di tutto il mondo stanno a guardare, una coppia disperata (Armie Hammer, Nazanin Boniadi) si impegnera? per difendere il proprio bambino appena nato, mentre uno spietato milionario russo (Jason Isaacs) cerca solo di salvarsi la pelle.

Consigli.it per voi: Nepal, emozioni tra le grandi vette della terra

A partire da quegli eventi, la storia del coraggio dimostrato da persone provenienti da diversi paesi, culture, religioni e classi sociali ci porta al centro dell'azione… Che difficilmente avrebbe potuto essere ambientata nelle location reali di allora. Per questo - e per l'intensa attività di uno degli hotel più lussuosi del mondo - gli interni dell'albergo sono stati ricostruiti negli Adelaide Studios di Glenside, divenendo la sede principale delle riprese, svoltesi a partire dall'agosto del 2016.



In questo senso, la sfida più grande è stata proprio quella di portare il Taj Hotel sullo schermo… E così, all'inizio dell'anno successivo, la produzione si è spostata in India, a Mumbai e nello stato del Maharashtra. "Le location erano davvero fondamentali", ricorda Maras, che per quanto possibile ha voluto portare i set nei luoghi in cui i fatti erano realmente accaduti… Come la stazione ferroviaria o il villaggio di pescatori della scena di apertura.

Consigli.it per voi: Pashmina, il tocco di seta che piace a grandi e piccini

Detto degli interni, per le riprese dell'entrata principale del Taj Mahal Palace ci si è spostati "in una grande tenuta appena fuori Mumbai". "Gli interni della cucina e i corridoi e gli ambienti in cui si scende sono stati girati in un hotel a cinque stelle di Mumbai, rimasto chiuso da allora - ha poi spiegato il regista. - Abbiamo lavorato sull'allestimento e abbiamo girato lì. Volevo girare in India soprattutto per riuscire ad assumere gente di Mumbai come extra, cosa che avrebbe elevato ulteriormente il livello di autenticità".



 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100