Cerca nel sito
Detroit attrazioni, cosa vedere e curiosità

Detroit: 5 cose da sapere prima di partire

Qui è nata una delle case automobilistiche più famose del mondo e lo skyline si presenta come uno dei più belli d’America: ma la capitale del Michigan ha tanto altro da offrire al visitatore

Tramonto su Detroit
©iStockphoto
Detroit, skyline al tramonto
Negli Stati Uniti è conosciuta come la Parigi dell’Ovest per la raffinatezza degli edifici e dei castelli post guerra, con la sua famosa architettura sbocciata alla fine dell’Ottocento. Detroit non è sinonimo  solo di macchine, con la fabbrica aperta nel 1902 da Hanry Ford, ma ha ben altro da offrire.

PERCHE’ ANDARE Dopo la crisi petrolifera, le lotte razziali interne e un generale declino, oggi la città ha voltato pagina e si è rilanciata sotto ogni punto di vista. Il centro cittadino, degradato fino alla metà degli Anni Settanta e spesso considerato addirittura come ghetto urbano, è oggi più vivo che mai grazie anche alla creazione della sede del Compuwar, al rinnovamento del Renaissance Center, all’apertura di tre casinò che si vanno ad assommare alle altre attrazioni che mescolano antico e moderno.

Leggi anche: NEW ORLEANS, LE COSE DA NON PERDERE OLTRE AL JAZZ
 
DA NON PERDERE Detroit possiede uno dei più variegati agglomerati urbani d’America dal punto di vista architettonico, con i trascorsi Art Deco dei grattacieli sui cui imperano il Guardian Building e il Penoboscot Building che svettano accanto agli edifici più moderni come il Comerica Tower, vero simbolo della città. Nello skyline si riconoscono anche il Michigan Consolidated Gas Company Building e il Fisher Building, riconosciuto come il più bel palazzo commerciale degli Usa. Il Detroit Institute of Arts è uno dei migliori musei al mondo che ospita opere di grandi artisti come Rembrand, Matisse, Picasso e Van Gogh, imperdibile come lo splendido The Detroit Industry, il celebre murale di Diego Rivera, e il Motown Museum, la vecchia Hitsville Usa, la casa dove Diana Ross, Marvin Gaye e Steve Wonder registrarono i loro primi successi discografici. Detroit ha vari quartieri e distretti storici, molti dei quali sono inclusi nel "Registro Nazionale dei Luoghi Storici", come Lafayette Park e parte del quartiere residenziale di Mies Van der Rohe. Altri siti di interesse sono il Detroit Zoo e l'acquario di Belle Isle. La scultura civica più importante è lo "Spirito di Detroit" di Marshall Fredericks al Coleman Young Municipal Center, spesso utilizzata come simbolo di Detroit e, secondo il folklore locale, vestito con la divisa di squadre sportive per festeggiare le relative vittorie.

Leggi anche: LOS ANGELES, TUTTI A CASA DI KURT COBAIN
 
CON CHI ANDARE Per volare a Detroit con offerte vantaggiose bisogna prevedere almeno uno scalo: Lufthansa, ad esempio, parte da Torino con tariffe da 511 euro, da Milano a 595 euro, da Venezia a 630 euro e da Bologna a 649 euro, mentre Alitalia, KLM, Air Canada volano da Roma con tariffe a partire da 539 euro.
 
COSA PORTARE Come in tutte le città americane va bene un abbigliamento casual e sportivo, senza scordarsi di avere sempre con se un foulard o una felpa leggera per quando si entra nei luoghi chiusi, per evitare spiacevoli disagi causati dallo sbalzo termico tra la temperatura esterna e l’aria condizionata degli interni.
 
CURIOSITA’ Detroit è l’unica città degli Stati uniti da cui per valicare il confine con il Canada bisogna dirigersi verso sud, a causa della particolare posizione geografica che la vede affacciata sulla sponda nord dell’omonimo fiume Detroit, proprio di fronte alla piccola cittadina di Windsor che si trova in territorio canadese.
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per regione Michigan
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100