Cerca nel sito
Bucarest weekend informazioni utili

Bucarest, weekend di primavera in 5 mosse

Informazioni utili per andare alla scoperta della capitale della Romania

Palazzo del Parlamento 
©iStockphoto
Palazzo del Parlamento di Bucarest
COME ARRIVARE L’aeroporto Henri Coanda si trova a 18 chilometri dal centro di Bucarest e vi atterrano tutti i voli di linea e quelli operati dalle compagnie low cost, tra cui Easy Jet e Wizz Air. Per arrivare al centro città si può prendere il Bus Express 783, funzionanti giorno e notte, che partono ogni 20 minuti, oppure l’Henri Coanda Express Train che si prende a Balotesti, distante circa 700 m metri dall’aeroporto, che arriva alla stazione di Bucaret Gara de Nord in circa un’oretta.

Leggi anche: Bucarest e dintorni: a casa di Dracula

COSA VEDERE La parte più vecchia di Bucarest è in ottimo stato considerando gli incendi e le devastazioni subite: l’Antica Corte del XV secolo è famosa per la statua della celebrità del paese, Vlad l’Impalatore, conosciuto anche come Dracula. Il Monastero di Stavropoleos, costruito nel XVIII secolo, è celebre per il suo abbagliante altare in stile bizantino e il suo chiostro pieno di pietre tombali. Il Palazzo del Parlamento è il frutto di un’idea folle di megalomania del dittatore comunista Nicolae Ceau?escu, che volle per questo colosso quintali di marmo e lampadari luccicanti: si tratta della struttura più pesante al mondo nonché il secondo maggiore edificio amministrativo del mondo per superficie dopo il Pentagono con 1000 stanze e due livelli sotterranei. Pia?a Revolu?iei è una grande piazza fuori dal vecchio quartier generale del Partito Comunista, dove si trova il Memoriale della Rinascita, opera che simboleggia la fine del periodo più nero del paese. Al più grande compositore rumeno tra i più grandi violinisti del mondo, George Enescu, è dedicato il museo che ha trovato sede al Palazzo Cantacuzino, una bellezza in stile Art Noveau con una tettoia ad ala di uccello sopra la porta. Camminando dietro al palazzo si trova la casa di Enescu, che è rimasta quasi come la lasciò alla sua morte nel 1955. Un altro interessante museo è quello d’Arte Nazionale, all’interno dell’ex palazzo reale, che ospita la più impressionante collezione del Paese di arte europea e rumena. Tra gli edifici religiosi scampati alle demolizioni attuate nel corso degli anni Ottanta figurano la Cattedrale patriarcale romena, la più importante chiesa ortodossa della città, il suggestivo Monastero del Principe Radu e la chiesa del Pastore Bucur, dedicata al leggendario fondatore della città. Per respirare atmosfere tranquille vale la pena una passeggiata al Parco Ci?migiu, uno degli angoli più romantici della città, con il suo tripudio di alberi, fiori e laghetti.

Leggi anche: Bucarest per nottambuli

COSA COMPRARE Al mercato giornaliero si può trovare di tutto: include due rumorosissime aree coperte e una stradina con moltissime bancarelle che vendono ceramiche, libri, vinili e chincaglierie. Souvenir gastronomici da non mancare sono le salsicce Sibiu, conosciute come le migliori della nazione, il miele locale, la marmellata di prugne Topovoleni e le bottiglie di tuica, il liquore nazionale a base di prugne. Non mancano boutique di alta moda nelle vie più chic della città. 

DA SAPERE Il volto di Bucarest è cambiato dopo il 1862, quando divenne la capitale della Romania. Il suo centro venne arricchito con molti sfarzosi palazzi in stile neoclassico, che subirono però pesantissimi danni durante l’occupazione tedesca e i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Con il periodo del regime di Ceausescu avvennero drastici interventi urbanistici che ne modificarono pesantemente l’aspetto e gravi danni la città li subì anche con il crollo del sistema sovietico.

CURIOSITA’ Particolare è il Museo del Villaggio, Muzeul Satului, inaugurato nel 1936. Si tratta di un originale complesso che si trova all’interno del Parco Herastrau e con le sue casupole e mulini a vento rappresenta una perfetta riproduzione della vita di campagna degli antichi villaggi rumeni. 
Saperne di più su OLTRECONFINE
Correlati per Paese Romania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati