Cerca nel sito
Itinerari in Veneto, le Dolomiti Bellunesi

Sapore di tradizione sulle Dolomiti Bellunesi

La Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi offre innumerevoli spunti per magnifici itinerari

Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Le Dolomiti Bellunesi sono l'area con la maggiore concentrazione di vette dolomitiche. Il loro territorio, protetto sin dal 1990 da un Parco Naturale che ne tutela la splendida natura e i boschi rigogliosi, custodisce i maggiori gruppi montuosi delle Dolomiti tra i quali la Marmolada, le Tre Cime di Lavaredo, le Tofane e il Pelmo. Non a caso è proprio nella provincia di Belluno, nella zona più settentrionale del Veneto, che si contano alcune delle località turistiche più apprezzate dell'arco alpino che spaziano da Cortina d'Ampezzo a Falcade, da Arabba ad Auronzo di Cadore, da Sappada a Zoldo, tutte dotate di moderni impianti sciistici che attraggono, da tutta Italia e non solo, i viaggiatori appassionati di sport invernali ed escursionismo.

Ma ad una natura mozzafiato e ad una profonda vocazione per lo sport ed il turismo dinamico, le Dolomiti Bellunesi affiancano una ricchissima tradizione gastronomica che, oltre a deliziare i palati dei viaggiatori più golosi con i sapori genuini ed autentici delle montagne, fa da affascinante filo conduttore per magnifici itinerari alla scoperta dei paesaggi, della storia e della cultura delle Dolomiti Bellunesi. Dal 2006, infatti, è nata la Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi il grande itinerario gastronomico provinciale nel quale confluiscono, sotto una grande alleanza, latterie, malghe, produttori del settore agroalimentare, ristoranti, alberghi, agriturismo, rifugi alpini, vecchi “casèi”, cioè le vecchie latterie turnarie ora trasformate in musei delle antiche tradizioni casearie, imprese di commercializzazione, imprese dell’artigianato artistico e altre attività turistiche.

formaggio piave dop
Formaggio Piave DOP
Bellezze mozzafiato e sapori genuini

L'idea alla base della sua istituzione era quella di valorizzare le produzioni lattiero casearie del bellunese e le altre produzioni agro-alimentari di qualità e tradizionali coinvolgendo strutture turistiche ed esercizi di ristorazione promuovendo l'accoglienza locale, i prodotti di qualità e l'indissolubile legame tra prodotto e territorio, specialmente in un'epoca in cui l'allevamento vive un periodo difficile caratterizzato da problemi derivati dalla globalizzazione dei mercati e dal conseguente sviluppo di una sfrenata concorrenza con realtà produttive localizzate in paesi con territori e condizioni climatiche molto più favorevoli.

La necessità di dare il giusto valore alle prelibate produzioni lattiero-casearie locali, esaltate anche dall'abilità dei ristoratori che le propongono come ingredienti di piatti della tradizioni contadina preparati nel rispetto della tradizione oppure rivisitati. Sono oltre 200 gli esercizi aderenti alla Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi, e sono tantissimi i prodotti da scoprire ed assaggiare lungo il percorso: si spazia dai numerosi formaggi, come il Piave D.o.p. lo Schiz, la Tosella, il Morlacco e il Bastardo del Grappa oltre a più di trenta formaggi di latteria declinati secondo i riti dei vari caseifici di vallata e a molti formaggi di malga che fanno risaltare le pasture dei pascoli alti, sino ai sapori genuini di prodotti dalla lunga tradizione come il Miele Bellunese Dop, i Vini dei Vigneti delle Dolomiti I.g.t., il Fagiolo di Lamon della vallata bellunese I.g.p., la patata di Cesiomaggiore, l’orzo bellunese, il Pastin, l’Agnello dell’Alpago, il “Capuz” di Vinigo, la noce e il “morone” feltrino, la mela prussiana, i frutti, di bosco, il Fagiolo Gialet, la Zucca santa, e la farina di mais sponcio.

castagne
Marroni
 
10 itinerari a caccia di tradizioni

Sono ben dieci i differenti itinerari che si possono intraprendere lungo la Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi, ed ognuno porta alla scoperta di magnifici siti naturalistici, borghi ricchi di storia e di fascino, antiche tradizioni gastronomiche e non.

Si può scegliere di esplorare il territorio di Alpago, Arabba Marmolada, Cadore Auronzo Misurina, Civetta - Conca Agordina – Zoldo, Comelico Sappada, Cortina – Valboite, del Feltrino, della Valbelluna - Destra Piave, della Valbelluna - Sinistra Piave, Valbiois, ed ognuno è in grado di regalare paesaggi sempre differenti e luoghi carichi di cultura e di scorci mozzafiato, da ammirare assaporando le specialità locali.

Da non perdere, ad esempio, l'esplorazione del territorio del Feltrino dove si potranno assaggiare tantissime specialità delle Dolomiti Bellunesi presso gli esercizi di ristorazione che aderiscono alla Strada dei Formaggi e dei Sapori. Territorio di collegamento tra la fascia prealpina ed i massicci Dolomitici, il Feltrino sfoggia numerosi volti, tutti ugualmente affascinanti. La città di Feltre vanta un prezioso centro storico, mentre il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi custodisce un ambiente straordinario e selvaggio in cui trovano dimora ricchissimi patrimoni floreali e faunistici, interessanti edifici storici, come alcune magnifiche ville venete, si incastonano nel paesaggio prealpino, mentre le Vette Feltrine invitano gli scalatori a cimentarsi su ardite pareti, e i numerosi itinerari storici ed artistici conquistano i viaggiatori che amano godere dell'immenso patrimonio culturale del nostro Paese.

santuario di Feltre
Feltre - Santuario Santi Vittore e Corona
 
Alla scoperta del Feltrino

Provenendo da Belluno all’altezza di Busche sulla direttrice principale per Feltre si possono assaggiare i numerosi prodotti tradizionali proposti dal Bar Bianco della Lattebusche. Dal comune di Cesiomaggiore si gode di un accesso privilegiato al Parco attraverso la Val Canzoi con la possibilità di intraprendere numerose escursioni come quella alla volta della “Malga Erera” nello scenario dei Piani Eterni, punto di partenza perfetto per escursioni ed itinerari guidati, oppure per conoscere una giornata tipo vissuta in malga.

Proseguendo fino a Feltre, dopo una visita dell'interessante centro storico, in via Segusini il ristorante “La Casona” serve i migliori piatti bellunesi. Da Feltre in direzione di Pedavena la strada conduce sino all'Agriturismo Valle di Lamen, nell’omonima localiltà, incastonato a ridosso delle Vette Feltrine a soli 2 km dal paesino di Lamen. Proprio in questa zona si potranno ammirare alcune interessanti ville venete come Villa Pasole a Pedavena. Giunti a Norcen, vale la pena assaggiare le specialità della “Trattoria Pizzeria Alpina” dalla cui veranda si gode di meravigliosa vista sul fondovalle e concedersi una sosta nella graziosa chiesetta del paese. Salendo per il passo Croce d’Aune il ristorante “Al Camoscio” propone i piatti della cucina casalinga locale, da assaggiare dopo essersi concessi una passeggiata nel parco o, in inverno, una discesa con gli sci da Monte Avena. Gli amanti delle escursioni non resteranno delusi da quella da Croce D’Aune alla Busa delle Vette Grandi che conduce alla “Malga Vette Grandi”, dove si scoprono prodotti caseari genuini in una zona di eccezionale rilevanza floristica.

cesiomaggiore
Cesiomaggiore
 
Si può, dunque, cominciare la discesa, proseguendo tra le caratteristiche frazioni del comune di Sovramonte, e una volta giunti a fondovalle, dirigendosi verso Arsiè da cui intraprendere altre interessanti escursioni come quella al lago artificiale di Corlo, simile ad un fiordo incuneato tra il monte Grappa, il Canal di Brenta, il Col del Gallo e le terre Feltrine, o la lunga salita dal centro del paese sino alla località Col Perer dove si può raggiungere in auto la Malga Celado che serve deliziosi spuntini, pranzi o cene. Sulla strada del ritorno verso Feltre vale la pena effettuare una deviazione per Seren del Grappa dove, proprio in piazza, il raffinato Ristorante Pentagono propone menù che variano in base alla disponibilità dei prodotti stagionali.

Proprio da qui parte la strada che conduce in uno dei posti più appartati ed incantevoli della provincia bellunese: la Valle di Seren, in cima alla quale in località Bocchette di Mezzo “L’Azienda Agricola Denis Secco” propone i formaggi tipici del Grappa con un particolare affinamento in grotta naturale. L'ultima tappa di questo interessante itinerario alla scoperta delle meraviglie e delle delizie del Feltrino è quella da Feltre a Quero, lungo il corso del Piave, dove scoprire le bellezze della località e assaggiare la ricca varietà di formaggi di latte vaccino e caprino dell’Azienda Agricola Miuzzi Monica.

DA VEDERE SULLE DOLOMITI BELLUNESI: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Belluno: al Mel la pittura italiana fra le due guerre
Le Dolomiti Bellunesi, passo dopo passo
Le 12 perle delle Dolomiti
Feltre, il Santuario ad alta quota più bello di Belluno

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati