Cerca nel sito
Roma Parchi: Parco della Mole Adriana

Roma, al Parco della Mole Adriana non solo Castel Sant'Angelo

Sotto uno dei simboli di Roma si estende il parco consacrato negli Anni Trenta

Roma, Castel Sant'Angelo
©iStockphoto
Castel Sant'Angelo e Parco della Mole Adriana
A due passi dal Vaticano, nel quartiere Prati di Roma, si erge il maestoso Castel Sant’Angelo, uno dei luoghi di maggior richiamo turistico. In tanti, infatti, rimangono affascinati da questo angolo romano situato sulla sponda destra del Tevere di fronte all’altrettanto celebre Ponte Sant’Angelo. I più si dedicano sopratutto alla visita del castello, dando meno importanza al Parco che lo circonda, che ha comunque segnato un pezzo di storia di Roma. Si tratta del Parco della Mole Adriana, che prende il nome dal mausoleo fatto edificare dall’Imperatore Adriano nel 134-139 d.C.

Leggi anche: Roma, al Parco della Caffarella tra storia e natura

Esteso su circa 5 ettari ha un ingresso situato in Piazza Adriana ed uno a Lungotevere Castello. Era il 1911 quando l’area venne inserita nell’itinerario dell’Esposizione Universale di Roma e fu quindi trasformata in parco. Ancora oggi la configurazione conserva le caratteristiche del progetto originario, con l’estensione del doppio filare d’alberatura attraverso l’inserimento di aiuole geometriche, allineate lungo il perimetro della cinta quadrata e un sistema di aiuole triangolari, collocate nella piazza d’Armi. Il progetto prevedeva la sistemazione a parco dei piazzali e dei bastioni fra il recinto quadrato e quello pentagonale, con l’aggiunta di monumenti architettonici o fontane artistiche provenienti dalle demolizioni edilizie. Le due casermette di Urbano VIII sono gli unici edifici dell'ex-piazza d'armi ancora non demoliti assieme ad alcune polveriere: vennero restaurate e trasformate in sedi espositive, ospitanti il Museo del Genio militare e Mostre di topografia romana, numismatica, sfragistica ed epigrafia.

Un’ulteriore ammodernamento lo si deve all’architetto Attilio Spaccarelli che, nella seconda metà degli Anni Trenta, estese il doppio filare d'alberatura lungo tutti e quattro i rampari, riproponendo le aiuole lungo la cinta quadrata e il parterre triangolare nella piazza d’armi. Per collegare i viali superiori al giardino basso furono realizzate, di fronte ai bastioni, due scalee monumentali coronate da esedre. La parte superiore del parco vede un grande viale costeggiato da pini e lecci, mentre il livello inferiore, quello che più comunemente è chiamato anche fossato, è composto da un grande prato verde circondato da pini e cipressi sui lati interni. Oggi il parco è dotato anche di sgambatoi per cani, aree ristoro, aree gioco per i più piccoli, arene che ospitano concerti estivi ed eventi culturali. 

Al Parco della Mole Adriana con UBER EATS
Nata nel 2014 a Los Angeles come progetto sperimentale, con 350 città raggiunte in 36 paesi nel mondo, la piattaforma di food delivery di Uber consente di prenotare da app o all’indirizzo:  www.ubereats.com e dà accesso ad un’ampia selezione di ristoranti in grado di soddisfare ogni genere di palato: dai puristi della cucina tradizionale italiana o di quella salutare e vegana agli amanti dello street food.

UBER EATS IN ITALIA
In Italia Uber Eats è presente in 9 città (Milano, Roma, Torino, Napoli, Firenze, Bologna, Trieste, Rimini e Reggio Emilia) ed offre il servizio a 2.500 ristoranti, per un totale di 165.000 piatti disponibili sulla piattaforma.
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100