Cerca nel sito
lombardia natura giardini monza desio itinerari

Lombardia, alla scoperta dei giardini di Villa Cusani Traversi Tittoni

Oggetto di numerose trasformazioni, il parco mantiene inalterato il fascino tipico dei giardini all'inglese

lombardia desiino villa cubani traversi tittoni giardini alberi
Courtesy of ©Verylemon/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Villa Cusani Traversi Tittoni
Nacque nel XVI secolo la dimora di Desio, nella provincia di Monza e della Brianza, oggi nota come Villa Cusani Traversi Tittoni. La proprietà, che all'epoca comprendeva l'edificio ed un ampio giardino all'italiana, venne acquistata dai marchesi Cusani nel secolo successivo per utilizzarla come casa di villeggiatura. Nel corso del XVIII secolo la villa venne ampliata su progetto di Giuseppe Piermarini ed alla fine del '700 accolse personalità illustri, dagli Asburgo, stabilitisi a Monza, ai Borbone che venivano da Napoli. Fu così che la dimora divenne un luogo di prestigio oltre che oggetto di abbellimento, a partire dal 1806, ad opera di Giuseppe Piermarini, al quale il marchese Cusani affidò il progetto della villa, e di Antonio Villoresi, il quale si occupò, invece, del rifacimento dei giardini. Fu a seguito di questi interventi che il giardino di Villa Cusani divenne uno dei primi e più significativi parchi paesaggistici della Lombardia.

Il parco venne dotato di due serre destinate al ricovero delle piante di agrumi nella stagione invernale e il parterre antistante la villa venne incorniciato con un magnifico bosco di castagni solcato da tre viali prospettici a raggiera, dal quale facevano capolino piccoli boschetti ed un bel labirinto. Uno dei fiori all'occhiello del parco era il laghetto artificiale servito da una roggia e arricchito con un'isolotto centrale, una darsena ed una grotta dotata di capanna affrescata. Un concentrato di magnifici scenari destinati, però a cambiare nuovamente quando il nuovo proprietario, l'avvocato Giovan Battista Traversi, nel 1817 commissionò nuovi lavori che prevedevano, tra l'altro, la costruzione di una scenografica torre in stile neogotico che ancora oggi campeggia all'interno dei giardini.

Oggi il parco si presenta in maniera molto differente rispetto al progetto dei marchesi Cusani. Non è più possibile, infatti, ammirare i viali a raggiera, così come il labirinto ed il laghetto. Nonostante l'evidente ridimensionamento, però, il giardino ha mantenuto inalterato il fascino tipico dei grandi giardini all'inglese. E', infatti, un vero piacere camminare lungo la fitta rete di sentieri che si insinuano tra gli oltre 700 esemplari arborei che adornano la proprietà. Così come l'ampio cannocchiale prospettico che attraversa la folta vegetazione, regala un magnifico colpo d'occhio sulla torre neogotica, oggi proprietà privata, e il monumento funebre realizzato da Luca Beltrami per la famiglia Traversi, fino a giungere alla magnifica fontana adornata con una statua di Nettuno che si erge al centro del parterre con la sontuosa facciata della villa che si staglia alle sue spalle.

Leggi anche:
Lombardia: 5 itinerari nella natura dei parchi più belli
Lombardia nel piatto: 5 tour a caccia di ricette speciali

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100