Cerca nel sito
lazio natura cascate laghi trekking itinerari

Laghetto di San Benedetto, perla dei Monti Simbruini

Il placido specchio d'acqua dalle acque azzurro-verdi è alimentato da una graziosa cascata

laghetto di san benedetto monti simbruini
Courtesy of Silvia Zaccaria/Ente  Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
Laghetto di San Benedetto
Ci sono luoghi che, inspiegabilmente, rimangono al di fuori del circuito del turismo di massa, nonostante la loro bellezza non abbia nulla da invidiare a tanti altri siti più noti e più presi d'assalto dai visitatori. Talvolta può essere considerata una fortuna perchè certi luoghi sprigionano tutto il loro fascino più autentico proprio quando non si presentano affollati di turisti. Il laghetto di San Benedetto, a due passi da Subiaco, a valle del noto monastero da cui prende il nome, è una vera e propria perla dei Monti Simbruini. Conosciuto e frequentato dai sublacensi specialmente durante l'estate, è meno noto al di fuori dei confini locali ed offre uno degli scenari più affascinanti delle montagne laziali, facilmente raggiungibile con una semplice passeggiata adatta a tutti lungo il sentiero ST2.

Che si scelga di imboccare il sentiero partendo dalle rovine della Villa di Nerone, della quale il laghetto rappresenterebbe l'unico dei tre specchi d'acqua originari ad essere sopravvissuto nel tempo, sia che si preferisca raggiungerlo dal Monastero di Santa Scolastica, il percorso si rivela semplice e piacevole con le acque del torrente a fare da cornice alla bella passeggiata di circa due chilometri. Una volta giunti a destinazione, lo spettacolo è di quelli destinati a rimanere bene impressi nella mente. Il fiume Aniene, che fa capolino tra le rocce e la vegetazione, si tuffa con una scrosciante cascata nelle acque limpide del laghetto che, in questa zona, assumono un magnifico colore dalle sfumature verdi e azzurre. Lo specchio d'acqua è incorniciato da uno scenografico anfiteatro calcareo ed è immerso in una natura rigogliosa in cui si distinguono splendidi esemplari di pioppi e salici.

Un luogo dal fascino magico, dunque, che offre una cornice perfetta per una giornata di relax a tu per tu con la natura. Non lontano dai ruderi della villa, inoltre, un ampio piazzale mette a disposizione dei visitatori un'area pic-nic attrezzata dalla quale è possibile imboccare facilmente il sentiero ST2, ripristinato negli ultimi anni dopo che l'abbondante nevicata del 2012 lo aveva reso praticamente inagibile. Il laghetto e i suoi dintorni rappresentano, dunque, una meta ideale per una gita fuori porta o un pic-nic con tutta la famiglia in una zona ricca di attrattive storiche, archeologiche e paesaggistiche.

Leggi anche:
Lazio: l'ulivo più grande d'Europa
Lazio: metti le fave con il pecorino
Lazio: la "Bazzoffia" delle Colline Pontine

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE






Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati