Cerca nel sito
Parchi di Roma: Parco di Villa Mazzanti a Monte Mario

La natura a Roma, Parco di Villa Mazzanti a Monte Mario

Sul colle più alto della Capitale si gode un panorama mozzafiato che ha incantato anche Goethe

Veduta dal Parco di Villa Mazzanti
©ProLoco Roma
Veduta panoramica dal parco di Villa Mazzanti
Sulla riva destra del Tevere, Monte Mario si trova nella parte nord-ovest di Roma. Alto 139 metri, è il rilievo più imponente della capitale nonché uno dei punti più panoramici insieme a quelli del Gianicolo e del Pincio. Per secoli è stato meta privilegiata per artisti e scrittori che, come i turisti di oggi, giungevano da queste parti per godere dei panorami mozzafiato. Tra la folta schiera di personaggi illustri incantanti da questo luogo spicca Goethe, che era solito trascorrervi ore in contemplazione e silenzio. Se in tempi antichi lungo il crinale di Monte Mario si snodava l’antica Via Trionfale, attraverso la quale facevano il loro ingresso in città i generali e gli imperatori vittoriosi di ritorno dalle loro imprese, durante il periodo medievale la strada era frequentata dai pellegrini che, dalla Via Francigena, si recavano a San Pietro.

Ecco cosa serve per ammirare meglio il panorama

Arrivando a tempi più recenti, a partire dal Rinascimento inizia la costruzione di diverse ville suburbane costruite sul Monte Mario, l’ultima delle quali porta il nome dell’ingegnere che l’ha commissionata, Luigi Mazzanti, esponente della nascente borghesia romana desiderosa di darsi lustro. La villa sorge sulla sommità di un bel parco all’inglese, un tempo molto più vasto, solcato da ripidi vialetti e arricchito da fontane rustiche in rocaille. Villa Mazzanti, edificata nella seconda metà del XIX secolo, occupa il versante orientale della collina di Monte Mario, in una posizione dominante rispetto al Tevere. Il proprietario, come tutta la borghesia del tempo, seguì la moda di costruire la propria dimora a imitazione delle ville storiche nobiliari. Il complesso si compone dell’edificio della Villa e di un Giardino di particolare pregio che si estende per circa quattro ettari.

Leggi anche: Roma verde, Villa Leopardi Dittajuti Casa delle Delizie

L’area verde è costituita da un bosco di piante prevalentemente mediterranee attraversato da un percorso tortuoso a serpentina di sedici tornanti, che si arrampica lungo le pendici del colle. Al termine della salita è sistemato un laghetto artificiale con al centro un isolotto in scogliera di tufo, ornato da una graziosa casetta rustica che richiama il modello delle capanne montane nord-europee, in stile chalet. All’epoca di Mazzanti il laghetto aveva lo scopo di fungere da serbatoio di alimentazione di un sistema di giochi d’acqua composto da sedici fontane disposte lungo i tornanti del vialetto, chiuso a valle da una sorta di “casina dei giochi”, oggi diroccata. Oggi la villa è di proprietà comuna e dal 1998 ospita la sede dell’Ente Regionale RomaNatura. Per lasciarsi incantare dall’immensità dei panorami che circondano Roma vale la pena la visita anche all’Osservatorio Astronomico, che ha trovato sede in un’altro edificio storico, Villa Melllini.

Al Parco di Villa Mazzanti puoi farti recapitare un menu o uno spuntino con un semplice click grazie a Uber Eats. Nata nel 2014 a Los Angeles e oggi disponibile in oltre 220 città in 32 paesi nel mondo, la piattaforma di food delivery di Uber consente di prenotare da app o all’indirizzo: www.ubereats.com e dà accesso ad un’ampia selezione di ristoranti.
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100