Cerca nel sito
Parchi di Roma: Parco Virgiliano o Nemorense

La natura a Roma, il Parco dedicato a Virgilio

Nel Quartiere Trieste il Parco Nemorense è dedicato a Virgilio e alla sua terra natìa

Il Parco Virgiliano di Roma
©Di Effe78 - Opera propria, CC BY-SA 3.0, Wikimedia Commons
Scorcio del Parco Virgiliano di Roma
Il Quartiere Trieste di Roma è ricco di angoli tutti da scoprire. Tra questi il Parco Virgiliano, conosciuto dai romani come Parco Nemorense perché situato proprio in Via Nemorense. Cuore verde della zona, venne progettato dall’architetto e paesaggista Raffaele De Vico che ha ideato anche molti altri pochi pubblici della Capitale. La sua realizzazione avvenne nel 1930 in occasione del bimillenario della nascita del poeta a cui è stato intitolato e fu inaugurato il 28 ottobre, anniversario della marcia su Roma.

Scopri anche Villa Celimontana e il Parco di San Gregorio al Celio

Particolarmente ricca è la varietà delle essenze arboree utilizzate: dai tigli del viale principale ai salici del laghetto, dal sottobosco di arbusti mediterranei tra cui lecci, pini, cipressi, cedri, rose, siepi di bosso, cespugli di mirto fino anche agli eucalipti che offrono un tocco esotico. Il parco è concepito intorno a un armonico sistema di vialetti, il principale dei quali lo cinge da parte a parte intersecando tutti gli altri. In onore di Virgilio De Vico riprodusse l’ambiente lacustre del mantovano, terra d’origine del Poeta, con il romantico laghetto in rocaille attraversato da un ponticello che si trova al centro. Il sopravanzo del laghetto avrebbe dovuto alimentare una cascata a scala d’acqua ispirata a quelle di villa Lante e di villa Caprarola, ma questa non venne mai realizzata. L’accesso principale è in piazza Volsinio, dove sono presenti delle scale e una scritta dedicata a Virgilio.

Trova l'abbigliamento perfetto per girare i parchi di Roma

Il visitatore curioso non mancherà di notare la presenza di due fontanelle in travertino, opera di un seguace del Coppedè che infatti ha realizzato due mascheroni giganti. All’epoca della realizzazione del Parco Virgiliano l’area circostante non era ancora urbanizzata e si godeva quindi di un bellissimo panorama sui luoghi vicini come la sottostante valle di Sant’Agnese ovvero l’attuale Corso Trieste, i grandi spazi di Villa Chigi, Via Nomentana e, al di la di questa, Villa Massimo e, oltre via Nomentana, sulla campagna romana e sui monti vicini. Si arrivava ad ammirare i monti Sabini e Tiburtini con l’altura del monte Gennaro. Il Parco è un buon punto di partenza per andare alla scoperta delle Catacombe di Santa Priscilla, situate in Via Salria, alla Sedia del Diavolo o alla Tomba di Elio Callistio, al centro della piazza omonima che si trova a poca distanza.

Al Parco degli Scipioni puoi farti recapitare un menu o uno spuntino con un semplice click grazie a Uber Eats. Nata nel 2014 a Los Angeles e oggi disponibile in oltre 220 città in 32 paesi nel mondo, la piattaforma di food delivery di Uber consente di prenotare da app o all’indirizzo: www.ubereats.com e dà accesso ad un’ampia selezione di ristoranti”
Saperne di più su NATURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati