Cerca nel sito
centro botanico moutan vitorchiano natura tuscia giardini peonie

Centro Botanico Moutan: nella Tuscia come in Cina

Il giardino di Vitorchiano custodisce la più ricca collezione di peonie d'Europa

peonie
©windcatcher/iStock
Peonie
Un angolo di Cina nel cuore della Tuscia. Così si presenta l'incantevole Centro Botanico Moutan adagiato su una collina alle porte di Vitorchiano, pittoresco borgo della provincia di Viterbo.Un grande giardino dal fascino tipicamente orientale incastonato tra le bellezze dell'alto Lazio dove trascorrere una piacevole giornata di primavera tra sorprendenti fioriture colorate, quelle della più ricca e completa collezione di peonie arbustive ed erbacee cinesi al mondo. Questi fiori meravigliosi sbocciano in periodi differenti a seconda delle specie, riempiendo la collina di forme e colori sorprendenti per tutta la primavera. Non è un caso, dunque, che non solo dall'Italia ma anche da ogni parte d'Europa siano moltissimi gli appassionati che ogni anno vengono a visitare questo bellissimo giardino.

Ciò che rende unico il Centro Botanico Moutan, il cui nome deriva dal termine Mu Dan con il quale in Cina vengono, appunto, chiamate le peonie è la presenza, nei quindici ettari della sua superficie, di tutte le specie botaniche cinesi e praticamente di tutti gli ibridi naturali conosciuti, per un totale di oltre 200 mila piante appartenenti a 600 differenti varietà. Tra le più rare e pregiate si distinguono le piante madri adulte, di circa 50/60 anni di età, della specie Rockii che in natura crescono spontaneamente ad alta quota sugli altipiani del Gansu a temperature che arrivano a sfiorare i -20°.

Pur essendo aperto tutto l'anno per chiunque desideri acquistare piante e semi per adornare i propri balconi e i propri giardini con questo fiore magnifico,il periodo ideale per conedersi una visita del Centro Botanico Moutan sono, naturalmente, i mesi primaverili. In particolare quello di aprile, quando cominciano a sbocciare le peonie arboree del gruppo Suffruticosa, ed il mese di maggio quando fioriscono dapprima le rare peonie arboree della specie Rockii e poi tutte le specie di peonie erbacee che adornano il giardino con le loro corolle colorate almeno fino alla fine del mese.

Il giardino è un trionfo di sfumature incantevoli che spaziano dal bianco assoluto sino al porpora scuro, quasi nero, passando per le delicate tonalità del rosa. Il tutto abbellito da lunghi tunnel fioriti, da grappoli di glicini e lillà che pendono di qua e di là e da magnifiche aiuole con l'indicazione dei nomi delle piante che ospitano. E per rendere ancora più piacevole e completa una giornata nel giardino, vale la pena concedersi un pranzo delizioso tra colorate atmosfere bucoliche del Ristorante Colour Cafè, all'interno del Centro Botanico, circondato da rose rampicanti, viti americane, calle, cespugli di acanto, ellebori ed essenze aromatiche.

Leggi anche:
Tra i castagneti di Canepina si omaggia il Marrone dei Monti Cimini
Tuscia viterbese: due cuori e una capanna
La Tuscia val bene un agriturismo

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE



Saperne di più su NATURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100