Cerca nel sito
Accademia Carrara, Collezione, Bergamo

La ricca collezione d'arte dell'Accademia Carrara

A Bergamo una fra le più affascinanti raccolte d'arte dal '400 all' 800

Accademia Carrara
Ufficio Stampa adicorbetta
La Facciata  dell'Accademia Carrara 
Una ricca collezione che custodisce i grandi nomi della storia dell’arte compresi tra il XV e il XIX secolo. È la raccolta dell'Accademia Carrara nata nel 1796 dall’idea visionaria del nobile bergamasco Giacomo Carrara che ha dato vita a un’istituzione museale a partire dalla propria passione di collezionista. Nel corso di oltre duecento anni Accademia Carrara si è poi arricchita grazie a lasciti di grandi conoscitori come Guglielmo Lochis, Giovanni Morelli e Federico Zeri. Memoria e simbolo del collezionismo italiano, Accademia Carrara custodisce capolavori assoluti della storia dell’arte, testimonianze di cinque secoli con Pisanello, Foppa, Mantegna, Giovanni Bellini, Botticelli, Bergognone, Raffaello, Tiziano, Baschenis, Fra Galgario, Tiepolo, Canaletto, Hayez e Piccio. 

 
La raccolta vanta inoltre uno dei più importanti nuclei al mondo di opere di Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni. Dal 2016, l'istituzione è gestita da Fondazione Accademia Carrara presieduta da Giorgio Gori e diretta da Maria Cristina Rodeschini. La collezione conta oggi circa 1.796 dipinti, 3.000 disegni, 130 sculture e più di 1.300 libri antichi. Completano la raccolta fondi grafici, spesso riuniti in volumi, opere di Mantegna, Dürer, Callot, Piranesi e Canaletto, oltre alla serie di medaglie dal 1400, che comprendono quelle realizzate da Pisanello.

Vacanze relax in Valle Brembana, dove il benessere nasce dall’acqua
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo vario e sorprendente è punteggiato da autentici capolavori dell’arte italiana. Fra questi segnaliamo il “Ritratto di Leonello d'Este” di Pisanello che rappresenta il protagonista di una delle più colti e raffinate corti italiane. Il ritratto fu probabilmente eseguito in occasione di una celebre gara pittorica che vide contrapposti Jacopo Bellini e Pisanello. Nella stessa sala è inoltre possibile ammirare una “Madonna con Bambino” di Carlo Crivelli pittore principalmente attivo in Dalmazia e nelle Marche, mentre nella sala 4 e possibile aprezzare la straordinaria finezza esecutiva del San Sebastiano di un Raffaello non ancora vent'enne. Di Lorenzo Lotto segnaliamo le “Nozze mistiche di Santa Caterina d’Alessandria e Niccolò Bonghi” fra i più celebri capolavori del soggiorno bergamasco dell'artista per la preziosità smaltata dei colori e poi ancora l'intenso “Ritratto di Vecchio Seduto” di Giovan Battista Moroni in cui l'anziano gentiluomo rappresentato è forse lo storico e letterato Pietro Spino. Non manca Evaristo Baschenis con i suoi celebri “Strumenti Musicali”. La tela in mostra apparteneva ad una serie di sei dipinti commissionati dalla nobile famiglia bergamasca dei Lupi. Fra le immagini indimenticabili dell’Ottocento italiano è possibile ammirare il “Ritratto della contessa Anastasia Spini” del Piccio che ritrae la nobile donna con uno sguardo rassegnato e mite al limite dell'impudenza. Presente anche  Giuseppe Pellizza da Volpedo con  “Ricordo di un dolore” (Ritratto di Santina Negri) in cui la protagonista del ritratto esprime tutto il suo dolore per la scomparsa della sorella Antonietta.



Non solo tesori artistici, storici ed architettonici: Bergamo e i suoi dintorni offrono esperienze per tutti
 
DA NON PERDERE
 
Ricordiamo che recenti studi, realizzati in concomitanza con la pubblicazione dell’Accademia Carrara “Dipinti Italiani del Trecento e del Quattrocento Catalogo Completo” a cura del conservatore Giovanni Valagussa , hanno attestato la paternità de “Resurrezione di Cristo” ad Andrea Mantegna datando l’opera al 1492-1493 circa. L’opera, al momento non esposta, sarà prossimamente restaurata e sucessivamente esposta al pubblico. Dalla sua riapertura avvenuta nel 2015 Accademia Carrara ha saputo coinvolgere pubblici e critica anche grazie a servizi educativi e didattici, oltre a una serie di esposizioni attente alla valorizzazione del patrimonio, spesso realizzate in collaborazione con le più importanti istituzioni italiane e internazionali. Tra queste le mostre dedicate a Giovan Battista Moroni, Lorenzo Lotto, Raffaello, Sandro Botticelli.


 
Accademia Carrara
Bergamo, Piazza Giacomo Carrara, 82
Info: 035 4122097
Sito: www.lacarrara.it
 
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati