Cerca nel sito
Castello Sforzesco, Stampe, Milano

A Milano la Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”

Al Castello Sforzesco una preziosissima raccolta aperta alla consultazione

Leonardo da Vinci
CIVITA
Dalla mostra temporanea “Intorno a Leonardo” - Leonardo, Studio per la testa di Leda, 1504-1506 circa
Istituita nel 1927 per valorizzare l’eccezionale collezione di 300.000 stampe che Achille Bertarelli (1863-1938) aveva donato al Comune di Milano, La Raccolta delle Stampe "Achille Bertarelli" è aperta alla consultazione in un'apposita e spaziosa sala al Castello Sforzesco. Grazie alla sua vastità ed eterogeneità  la raccolta illustra tutte le manifestazioni dell’attività umana. Nel corso della sua vita Bertarelli ha, infatti, raccolto testimonianze iconografiche di ogni tipo dalle carte geografiche, ai manifesti pubblicitari, dai biglietti da visita ai figurini di moda fino ad arrivare alle cartoline. Senza farsi condizionare dai canoni estetici dominanti Bertarelli ha chiaramente raccolto le grafiche d’arte sia antiche che moderne, oggetto di particolari cure conservative e di studi aggiornati e specifici. La sede attuale della Raccolta conserva oggi circa un milione di esemplari dalle prime prove xilografiche del Quattrocento alla grafica contemporanea, organizzate secondo criteri iconografici. 
 
Fino al 15 dicembre 2019 è possibile visitare al Castello Sforzesco la mostra “Intorno a Leonardo. Opere grafiche dalle collezioni milanesi”
 
PERCHE' ANDARE
 
Il ricchissimo materiale è diviso in sezioni tematiche: piante e vedute, stampe storiche, artistiche, popolari, grafica pubblicitaria, grafica editoriale, grafica progettuale, ex-libris, figurini di moda, ventagli, giochi e carte da gioco, biglietti da visita e auguri, carte colorate, cartoline, almanacchi e calendari, carte da lettera figurata, carta moneta e carte valori, liste di vivande, araldica e bandiere. Fra le preziose opere a bulino presenti nella Bertarelli segnaliamo “Interno di un tempio con figure, bulino”, realizzata da Bernardo Prevedari nel 1481 e “Il sogno del dotto” di Dürer, una splendida prova del maestro che vuol far meditare sul vizio dell’ozio e sulla lascivia dall’ozio generata. Non manca Leonardo con il celebre “Studio per la testa di Leda” del 1504-1506 circa. Per quanto riguarda l'arte contemporanea si segnala la presenza nella collezione di Munch con la litografia “La donna (La sfinge)” di cui si conoscono altre due versioni incise e dell'acquaforte “Grande natura morta con lampada a destra” di Giorgio Morandi di cui la raccolta conserva ben otto versioni della composizione con modifiche. Fra le opere di cartellonistica sono da non perdere “l'Inaugurazione del Sempione” di Leopoldo Metlicovitz una composizione allegorica di facile lettura e deciso impatto visivo che si rivelò come la più fortunata e popolare immagine dell’Esposizione Internazionale di Milano nel 1906 e il manifesto di Bruno Munari “Coria Pirelli” in cui il designer parla per immagini di una nuova suola per scarpe della celebre azienda ma senza mostrarla. 
 
Milano: i luoghi che spesso si trascura di visitare (a torto)
 
DA NON PERDERE
 
Ricordiamo che all’Istituto è annessa una biblioteca specialistica che conserva, oltre a 700 testate di periodici cessati e correnti, 3.500 libri antichi illustrati e 25.000 volumi moderni inerenti la storia e le tecniche dell’incisione, la grafica editoriale, la grafica pubblicitaria, cataloghi di collezioni museali e di mostre. Nei fondi e negli archivi della Raccolta sono conservati anche materiali grafici dall’arredamento d’interni del XIX-XX secolo.
 
Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli” - Castello Sforzesco
Milano, Piazza Castello
Info 02.88463700 
Sito: www.milanocastello.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati