Cerca nel sito
Piemonte Arte Storia Artissima Cultura Musei

Torino, la top 5 dell'arte

E' il weekend di Artissima 2016, sino al 6 novembre all’Oval. Ecco i luoghi da visitare del capoluogo piemontese... 

Piazza Castello, Torino
Comune di Torino
PERCHE' SE NE PARLA A Torino è il weekend di Artissima 2016, sino al 6 novembre all’Oval, un padiglione di vetro costruito per i Giochi Olimpici Invernali nel complesso di archeologia industriale del Lingotto di Torino. Artissima è la principale fiera d’arte contemporanea in Italia: sin dalla sua fondazione nel 1994, unisce la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione e la ricerca. Alla fiera partecipano ogni anno quasi duecento gallerie da tutto il mondo. In aggiunta all’esposizione fieristica, Artissima si compone di tre sezioni artistiche dirette da board di curatori e direttori di musei internazionali, dedicate agli artisti emergenti, alla performance e alla riscoperta dei grandi pionieri dell’arte contemporanea. La fiera è curata da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.
 
PERCHE' ANDARCI Oggi a Torino e nei suoi dintorni sono aperti al pubblico oltre cinquanta tra musei, beni culturali, castelli, residenze e spazi espositivi. Questo ricco patrimonio ha le sue lontane origini nel collezionismo dinastico sabaudo che, dalla metà del Settecento, si struttura in un sistema pubblico sempre più articolato. In fatto di arte e cultura, ecco le attrazioni più belle e gradite dai turisti del capoluogo piemontese: il Museo Egizio al primo posto, a seguire il Museo Nazionale del Cinema, il Museo Nazionale dell'Automobile e, ovviamente, la Mole Antonelliana.
 
DA NON PERDERE La Galleria Sabauda è una delle più importanti pinacoteche italiane e accoglie le collezioni sabaude. Questa comprende diversi capolavori di scuola piemontese, tra cui un prezioso polittico di Giovanni Canavesio, dei maestri italiani del Quattrocento e del Cinquecento, come la "Madonna col Bambino e i Santi" di Andrea Mantegna e "La Cena" di Paolo Veronese e uno spettacolare panorama di Torino a metà del Settecento di Bernardo Bellotto. Per gli amanti della storia, invece, il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano: un viaggio nella storia italiana dall'unificazione alla prima guerra mondiale tra documenti, cimeli, armi, vessilli, uniformi e opere d'arte.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Innovativa, amata e "verde", ricca di cultura, mistero e di storia, ma con un occhio attento sulla modernità. Ma Torino è anche considerata una delle zone più inquinate al mondo. A rivelarlo è la Nasa, che negli ultimi 10 anni ha rilevato e analizzato accuratamente le zone più “a rischio” del mondo. 
 
COSA NON COMPRARE Evitate la classica riduzione della Mole Antonelliana, osate di più: in città ci sono più di 40 mercati rionali, che propongono dai capi di abbigliamento agli oggettini vintage. Tra i più celebri, quelli di piazza Palazzo di Città e di piazza Madama Cristina, via Di Nanni e il Gran Balon.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati