Cerca nel sito
Scozia Ebridi Interne dinosauri fossili

Skye, scoperto un fossile di 170 milioni di anni

La più grande isola delle Ebridi Interne, nel territorio scozzese, vanta una storia antichissima, luoghi magici e paesaggi indimenticabili...

Skye, Scozia
iStock
Skye, Scozia
PERCHE' SE NE PARLA E' stato riportato alla luce in Scozia un fossile risalente a 170 milioni di anni fa, ritrovato nel 1966 e rimasto sepolto negli archivi di un museo scozzese fino ad oggi. Con i suoi 4 metri di lunghezza e la sua bocca a punta, lo Storr Lochs Monster apparteneva alla famiglia degli ittiosauri, anche chiamati draghi del mare, estinti prima dei dinosauri e poi sostituiti da delfini e balene. 
 
Il ritrovamento si deve a un paleontologo dilettante che si è imbattuto, per caso, nello scheletro su una spiaggia dell'isola scozzese di Skye ben 50 anni fa. Il National Museum of Scotland ha mantenuto il fossile al sicuro tra le proprie mura per tutti questi anni, perché "mancavano le competenze per liberarlo dalla roccia molto densa". Il fossile, nelle prossime settimane, sarà esposto al pubblico in diverse location in Scozia.
 
PERCHE’ ANDARCI C'è stato un tempo i cui i grandi sauropodi passeggiavano lungo la costa scozzese: lo dimostrano centinaia di impronte di dinosauro scoperte sull'isola di Skye qualche mese fa. Un'altra scoperta che prova ulteriormente come la più grande delle Ebridi Interne vanti una storia affascinante, catene montuose, chilometri di coste drammatiche,  nonché spettacolari bellezze naturali, come i Laghetti delle Fate e il Quiraing. 
 
DA NON PERDERE  Quello di Portree è uno dei porticcioli più pittoreschi della Scozia; il Quiraing è una incredibile foresta di rocce e pinnacoli che domina la Staffin Bay; il Dunvegan Castle racconta la leggenda della Fairy Flag, una bandiera di seta gialla donata da una fata al Clan dei MacLeod. Infine la zona dei monti Cuillin e delle Red Hills, colline dalle cime arrotondate di granito rosa, è riservata agli amanti dei paesaggi più selvaggi. Da non perdere lo Skye Museum of Island Life, ospitato tra le tradizionali case scozzese in tetto di paglia.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Arrivarci non è semplice e può scoraggiare. Tuttavia, dalla terraferma, ci sono tre opzioni di percorso per arrivare a Skye. Prima: un traghetto della Caledonian MacBrayne che collega tutti i giorni il porto di Mallaig nelle Highlands occidentali ad Armadale in Sleat. È possibile arrivare a Mallaig anche via auto o in treno. Seconda: lo Skye Bridge è un ponte stradale che attraversa Lochalsh tra il villaggio di Kyle of Lochalsh sulla terraferma, che è collegato alla rete ferroviaria scozzese, e Kyleakin. Anche gli autobus passano direttamente da Glasgow e Inverness verso l’isola. Terza: il traghetto della linea gestita da operatore privato di Glenelg collega Glenelg sulla terraferma con Kylerhea.
 
COSA COMPRARE In tutta la Scozia sono centinaia gli artisti, i designer e gli artigiani che promuovono tanti interessanti progetti. Dall'oreficeria al vetro soffiato, fino ai tessuti e alle ceramiche, i negozi offrono una fantastica gamma di artefatti autentici, realizzati secondo i metodi tradizio
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Continente Scozia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati