Cerca nel sito
Salonicco archeologia Grecia

Salonicco, nuovi tesori sotto la metro

Dal sottosuolo della città greca emergono migliaia di reperti e tombe

Torre Bianca Salonicco
istockphotos
Salonicco, la Torre Bianca
PERCHÉ SE NE PARLA
La travagliata storia della Metro C di Roma ha evidenziato a tutti quello che gli esperti già sapevano: è impossibile scavare un buco nella Città Eterna senza venire a contatto con un reperto, una testimonianza storica. Ebbene, Roma non è l’unica città ad avere un patrimonio storico talmente vasto e stratificato da rendere complicato qualsiasi lavoro di implemento delle strutture e dei trasporti: anche a Tessalonica – oggi Salonicco, la seconda città più importante della Grecia, i lavori in corso su una nuova linea della metropolitana continuano ad arrestarsi per i ritrovamenti archeologici che man mano vengono alla luce. Al momento siamo a quota 300.000 oggetti e suppellettili (monete, gioielli, statue, anfore, lampade) trovati in un punto ben preciso che lascia supporre si trattasse del cuore commerciale dell’antica città - in età bizantina, Tessalonica era un’importantissima metropoli, la co-capitale accanto a Cotantinopoli. E non solo: sempre nel contesto degli scavi per la metropolitana, sono state riportate alla luce oltre 5.000 tombe, alcune piene zeppe di monili e oggetti d’oro. 
 
PERCHÉ ANDARE
Gli scavi per la metropolitana si stanno rivelando il più grande progetto archeologico della Grecia. I ritrovamenti stanno permettendo di ricostruire ampi tasselli della storia di Salonicco, e molti di essi verranno esposti in istituzioni museali una volta che gli studi saranno conclusi. La stazione della metropolitana di Hagia Sophia diventerà una sorta di museo sotterraneo, dove sarà possibile ammirare parte della città antica, e alcune delle scoperte saranno esposte in modo permanente. In ogni caso, a Salonicco esiste già il Museo Archeologico, ed è uno dei più importanti dell’intera Grecia: se siete appassionati di storia è da solo una ragione valida per andare.
 
DA NON PERDERE
Salonicco è la città più bizantina della Grecia, e conserva molte testimonianze del grande impero. Numerose le chiese e le basiliche di alto interesse artistico ed architettonico. Ma il simbolo della città è una torre fortificata del XV secolo, la Torre Bianca, edificio che sovrasta il porto e si trova in un parco: al suo interno è ospitato un museo dedicato alla storia della città. Edificata sui resti di una torre bizantina, fu usata come posto di guarda dall’esercito Ottomano, e quindi come prigione, e collegava la Fortezza di Salonicco al mare. 
 
PERCHÉ NON ANDARE
Salonicco non è Atene, non è nemmeno Olimpia, Micene o Delfi. Insomma, se la Grecia antica vi affascina non è questa la destinazione più adatta, ci sono mete più emozionanti. Salonicco è soprattutto un ottimo punto di partenza per visitare la Penisola Calcidica. 
 
COSA NON COMPRARE
I souvenir dozzinali non mancano davvero in questa grande città. La Torre Bianca è stampata, scolpita, disegnata, ricamata su ogni oggetto immaginabile, e, per quanto possa avere valore storico, non è esattamente un simbolo ‘bello’ o significativo una volta portato a casa. Lasciate perdere l’oggettistica a tema e rivolgetevi verso i negozi di design locale che stanno letteralmente fiorendo. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Grecia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100