Cerca nel sito
Lombardia La Milano di Ornella Vanoni 80 anni

Milano: Ornella Vanoni e i suoi 80 anni

Nella città meneghina le prime esperienze, lavorative e affettive, della poliedrica “artista della mala”

Parco Sempione, Milano, Castello sforzesco
Courtesy of @it.wikipedia.org
Parco Sempione
PERCHE’ SE NE PARLA  Qui è nata, qui è cresciuta, qui (forse) festeggerà i suoi 80 anni. Milano è stata, per Ornella Vanoni, fonte di ispirazione e di fortuna. Il Piccolo Teatro di Milano rappresenta la prima tappa importante per la sua carriera. E proprio lì incontra Giorgio Strehler, suo primo grande amore. E chissà che non organizzerà qualcosa proprio con il suo secondo partner storico, Gino Paoli, nato a Monfalcone ma genovese di adozione, che celebrerà domani i suoi “ottanta”. L’unica cosa certa è che Ornella ha deciso di regalare, a tutti i suoi fan, il triplo cofanetto antologico "Più di me più di te più di tutto". Per lei, in questi giorni, tanto lavoro: di seguito le date del tour. 31 ottobre – Conegliano Veneto (TV) – Teatro Accademia; 7 novembre – Bergamo – Teatro Creberg; 16 novembre – Parma – Teatro Regio; 23 novembre – Bari – Teatro Petruzzelli; 27 novembre – Bologna – Teatro Duse; 12 dicembre – Varese – Teatro Apollonio; 18 dicembre – Novara – Teatro Coccia; 31 dicembre e 1 gennaio – Pavia – Teatro Fraschini; 7 febbraio – Padova – Teatro Geox; 10 febbraio – Milano – Teatro Dal Verme; 26 marzo – Roma – Teatro Olimpico. E pensare che da ragazza voleva fare l’estetista… 
 
PERCHE’ ANDARCI Milano non ha bisogno di grandi presentazioni. E spiegare il perché raggiungerla è pressoché inutile. Tutti coloro che si definiscono italiani devono visitarla, almeno una volta. E se per cultura e storia non è la prima città in Italia, per moda, lusso ed economia può impartire lezioni a tutte le altre città del Belpaese.
 
DA NON PERDERE Il Parco Sempione è una zona verde della città di Milano. Realizzato alla fine del XIX secolo, con un'area di 386mila mq, sorge dove un tempo si trovava il parco ducale visconteo chiamato "Barcho" e vicino al Castello Sforzesco.

Leggi anche: MILANO LOW COST CON IL PRIMO QUARTIERE DI LEGNO
 
PERCHE’ NON ANDARCI Luoghi comuni meteorologi a parte, uno dei “problemi”, se proprio vogliamo parlare di qualcosa che “va meno”, della capitale lombarda è il carovita. E per un caffè al centro potreste spendere anche 4 euro. Tranquilli, di alternative ce ne sono tante, basta evitare i luoghi troppo turistici.

Leggi anche: CERESIO 7, APERITIVO CON PISCINA E DESIGN A MILANO
 
COSA NON COMPRARE Tante proposte, più o meno kitsch, per i vostri souvenir e regalini. Dal berretto alla tazza, dall’apribottiglie al piatto con tutte le sue eccellenze architettoniche. Se questo non vi bastasse, ci sono anche le famose “sfere di neve” dedicate a Prada e a Campari. Un tuffo al cuore.

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100