Cerca nel sito
HOME  / gusto
torciglione umbria natale prodotti tipici itinerari gastronomici

Umbria, il dolce Serpentone del Natale sul Lago Trasimeno

La ricetta tradizionale del Torciglione ha leggendarie origini medievali 

torciglione umbro, serpentone, dolce umbria
Courtesy of ©cantalamessa/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Il Torciglione umbro
La forma simile ad un serpente, la connotazione simbolica e le origini leggendarie fanno del Torciglione umbro una specialità davvero speciale che rende il Natale sul lago Trasimeno ancora più gustoso e carico di tradizione.

LA TRADIZIONE
Come molte delle ricette storiche dalle origini antiche anche quella del Torciglione Umbro è legata ad alcune leggende del folklore locale. Risalente con ogni probabilità ad epoca medievale, questo dolce, preparato soprattutto durante il periodo natalizio, è diffuso prevalentemente nella zona del lago Trasimeno le cui anguille, secondo molti ne avrebbero ispirato la forma. Una delle leggende locali legate alla nascita del dolce narra che le monache dell'Isola Maggiore del Trasimeno, dovendo accogliere, un venerdì, alti prelati del papa in visita, non potendo servire del pesce a causa di una gelata, preparano con gli ingredienti presenti in dispensa, un dolce che avesse proprio la forma delle anguille del lago, nome con il quale veniva, infatti, chiamato in origine. Oggi il Torciglione rimane uno dei dolci più tipici della regione.

LA DENOMINAZIONE
Noto come Torciglione o Serpentone per via della sua forma s spirale, il dolce del Lago Trasimeno è una delle specialità inserite nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

LE CARATTERISTICHE
Si tratta di un dolce che si caratterizza per la tipica forma a spirale che ricorda quella di un grosso serpente, preparato con farina, zucchero, mandorle e pinoli utilizzati anche per creare la decorazione che simula le squame. Vengono spesso utilizzate delle ciliegie candite per riprodurre gli occhi e una mandorla che spunta dalla testa per simulare la lingua del serpente.

LA PRODUZIONE
Oggi il Torciglioe è un prodotto tipico fortemente legato alla tradizione locale, pertanto sul Lago Trasimeno non difficile è trovare pasticcerie e fornai che lo producono tutto l'anno secondo l'antica ricetta e dotandolo delle decorazioni più dettagliate.

LA CULTURA
Non manca chi attribuisce al serpentone un significato simbolico. In molti ritengono che la forma a spirale simboleggi, ad esempio, la capacità di rigenerarsi della natura e la rinascita. Nella tradizione cristiana, invece, c'è chi attribuisce alla torta locale un richiamo al serpente dell'Apocalisse con gli occhi di fuoco simboleggiati dalle ciliegie rosse. Mangiandolo, il serpente veverrebbe sconfitto.

IN CUCINA
Molte famigli amano far rivivere l'antica tradizione del Torciglione preparando la torta in casa rispettando la comune ricetta tipica.
La ricetta: Torciglione umbro. Ingredienti: 500 gr di mandorle, Tostate, dopo averle bollite e spellate dalla buccia, 275 gr di zucchero, 2 albumi a temperatura ambiente (3 se sono piccoli), scorza grattugiata di un agrume (io uso mezzo limone), 1 cucchiaino di essenza di mandorle, 1 bustina di vanillina o meglio 1 cucchiaino di essenza di vaniglia, 1 pizzico di sale
Riscaldate il forno a 160 gradi. Preparate il vostro robot da cucina e mettete nella ciotola: le mandorle, lo zucchero, la scorza d’agrume grattugiata, il sale. Azionate la lame fino a creare una farina. Ora aggiungete le essenze. Continuate a tritare finche’ l’impasto formera’ una “palla” attaccandosi alle lame. Trasferite il tutto su di una superficie da lavoro spolverata di zucchero a velo. Non preoccupatevi se l’impasto e’ morbido, si indurira’ in cottura. Formate il vostro serpente, appuntendo una delle estremita’ e lasciando l’altra piu’ grossa per la testa. Aiutandovi con un piatto trasferite l’impasto nella teglia da forno. Ora arrotolatelo gentilmente. Formate la testa inserendo una ciliegia sciroppata tagliata a meta’ oppure due chicchi di caffe’ al posto degli occhi. Due lamelle di mandorla come lingua biforcuta.Due pinoli nel naso. Usando delle forbici da cucina praticate due tagli ai lati della testa (tipo branchie~vi serviranno piu’ tardi per decorarlo con un fiocco). Ora formate la cresta sul dorso, dove inserirete le mandorle e se volete i pinoli. Inserite anche i pinoli sulla superficie della  testa. Lasciate riposare il dolce cosi’ formato per almeno un’ora. Trascorso il tempo necessario, infornate per 30 minuti. Il Torciglione raffreddandosi si indurira’ notevolmente, non stra-cuocetelo!Appena esce dal forno gentilmente spennellatelo con una marmellata di albicocche riscaldata. Un velo sottile per dargli un aspetto lucido, non per impartire sapore. Se volete decoratelo con un nastro. (GROWING UP ITALIAN - http://blog.giallozafferano.it/growingupitalian)

TUTTE LE RICETTE REGIONALI D’ITALIA

IL TERRITORIO
Terra e cultura, storia e natura ammaliante sono le caratteristiche peculiari di questa zona. Quanti desiderano godere una vacanza rilassante e culturalmente valida, dovranno prendere in considerazione il lago Trasimeno, una meta tra le più interessanti d’ Italia. Il lago Trasimeno è, con una superficie di 128 kmq, il più esteso lago dell'Italia centrale, quarto tra i laghi italiani subito dopo il lago di Como. Appartenente alla Provincia di Perugia, nella regione Umbria, qui sono presenti tre isole ovvero, in ordine di grandezza, la Polvese, la Maggiore e la Minore.
DA VEDERE SUL LAGO TRASIMENO: VAI ALLA GUIDA

Leggi anche:
Perugia: occasioni golose da non perdere
Umbria: dagli Etruschi con un primato
A Perugia un bacio fa novanta
A Perugia è cioccolatomania

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100