Cerca nel sito
HOME  / gusto
lazio prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

Rieti, le antiche lenticchie che vengono dall'altopiano

L''incontaminato altopiano di Rascino dona lenticchie gustose dalla lunga tradizione

colfiorito lenticchie capodanno legumi 
©Thinkstock
Lenticchie
Sebbene la tradizione italiana vanti varietà di lenticchie di rinomanza internazione, potrebbe essere interessante provare a festeggiare il Capodanno anche con una delle numerose varietà tradizionali forse meno note di altre ma non per questo meno deliziose. Una di questa è la lenticchia di Rascino, tipica della proncia di Rieti, che nasce su un altopiano inviolato dall'uomo che garantisce lo sviluppo di caratteristiche organolettiche di eccellenza.

LA TRADIZIONE
C'è un luogo, in provincia di Rieti dove l'uomo non ha praticamente mai messo mano. Un luogo che, pertanto, è rimasto pressochè incontaminato nel tempo. Si tratta dell'Altopiano di Rascino di altitudine compresa tra 900 e i 1.300 metri, un luogo che si trova distante da qualsisasi insedimanto umano e, per questo, rimasto pressochè intatto. Da sempre si dice che le uniche attività possibili sull'altopiano fossero la pastorizia e la coltivazione di legumi. Ed infatti, proprio su questi terreni in provincia di Rieti, da lungo tempo si coltiva una deliziosa varietà di lenticchie. I vecchi pastori dicevano che questo legume fosse il prodotto ideale da coltivare perchè richiedeva pochi sforzi per la coltivazione, resa ancor più semplice dalle considerevoli risorse idriche della zona, si conservava facilmente ed era molto nutriente tanto da essere servito cotto nel latte ai più deboli e agli ammalati.

LA DENOMINAZIONE
Trattandosi di un prodotto che ha sviluppato un forte legame con il territorio di origine e con la tradizione locale, la lenticchia di Rascino è stata inserita nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) oltre ad aver attirato l'attenzione della fondazione Slow Food che, attraverso un suo Presidio, ne valorizza la produzione sostenendo i giovani produttori che si sono affiancati ai coltivatori più anziani, detentori del del seme trasmesso di generazione in generazione, e che si stanno impegnando ad ottimizzare la gestione dei terreni e delle coltivazioni dell'altopiano.

LE CARATTRISTICHE
La lenticchia di Rascino si presenta di dimensioni piccole e di colore marrone con poche maculature e sfumature rossastre. Le sue proprietà gustative ed olfattive sono il frutto delle caratteristiche dei terreni incontaminati dell'altopiano.

LA PRODUZIONE
La coltivazione della lenticchia di Rascino comincia nel mese di aprile con lo scioglimento delle ultime nevi, quando l'altopiano è più facilmente accessibile. Per il raccolto bisogna, invece, attendere il mese di agosto quando le piante vengono tagliate e raggruppate in file, dette andane, in cui si lasciano asciugare per poi procedere alla trebbiatura.

LA CULTURA
Un tempo l'altopiano era un luogo di passaggio per i pastori che pratiavano la transumanza. La tradizione voleva che ogni anno portassero con sé un po' di lenticchie da coltivare sull'altopiano. A rendere questi terreni favorevoli alla coltivazione del gustoso legume locale sono le considerevoli risorse idriche garantite dalla vicinanza con una importante sorgente idrica, la stessa che origina l'acquedotto di Peschiera, che alimenta la città di Roma. La genuinità del prodotto è garantita, inoltre, dai metodi di coltivazione naturali che non si avvalgono di pesticidi, fertilizzanti e diserbanti chimici.

IN CUCINA
La dolcezza e la delicatezza delle lenticchie locali le rende deliziose come ingrediente per la preparazione di zuppe e minestre e per la realizzazione di ottimi primi piatti e contorni da servire, magari, in occasione dell'inizio dell'anno nuovo.

La ricetta. Zuppa di lenticchie. Ingredienti: lenticchie, cipolla, aglio, pomodorini, zucchine, patate, verdure di stagione, sale, olio extravergine di oliva, peperoncini, finocchietto selvatico. Lavate le lenticchie e sistematele in una pentola asssieme alla cipolla, all'aglio, ai pomodorini, alle zucchine e alle patate tagliate a cubetti e alle altre verdure. Aggiungete acqua fino a coprire tutti gli ingredienti, poi cuocete per 40 minuti o comunque fin quando le lenticchie si saranno ammorbidite.

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

IL TERRITORIO
L'altopiano di Rascino è una vasta conca carsica dal fascino incontaminato che si erge tra i 900 e i 1300 metri di altitudine nella zona del Ciocolano, in provincia di Rieti, in prossimità del confine con l'Abruzzo. La bassissima densità della popolazione ha favorito lo sviluppo di numerose piante selvatiche, come le splendide orchidee, e di numerose popolazioni animali, tra cui quella del lupo.

Leggi anche:
Tra i castagneti di Canepina si omaggia il Marrone dei Monti Cimini
Tuscia viterbese: due cuori e una capanna
La Tuscia val bene un agriturismo

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100