Cerca nel sito
HOME  / gusto
Lazio Roma Tivoli cosa mangiare

L'uva Pizzutello adorna gli orti di Tivoli

La dolce uva da tavola dagli acini allungati un elemento emblematico dei paesaggi tiburtini

pizzutello
©casafacilefelice/iStock
Uva Pizzutello
Ancora oggi non è raro sentir nominare dagli anziani di Tivoli - cittadina a due passi da Roma citata da Virgilio nell'Eneide come Tibur Superbum - la cosiddetta “uva corna”. Questa uva da tavola bianca, tipica del Tiburtino, colpisce, infatti, per la forma dei suoi acini, allungati e lievemente ricurvi, che ricordano proprio un piccolo cornetto. Al di fuori di Tivoli questa uva dolcissima è semplicemente nota come Pizzutello ed il suo gusto e la consistenza l'hanno resa famosa ed apprezzata sin da epoca remota. Basti pensare che, nel corso della storia, è stata offerta in dono a ben due pontefici, Leone XIII e Pio X. Ma per risalire alle origini del gustoso frutto tiburtino bisogna tornare ben più indietro nel tempo perchè la sua presenza sul territorio sembrerebbe risalire ad epoca ben più remota, un tempo lontano che ha portato, oggi, il famoso pizzutello a divenire Presidio Slow Food.

Tivoli
 
Pizzutello tra storia e paesaggio
Le tracce più antiche di questa varietà di uva sembrerebbero risalire al I secolo d.C. quando Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia fa riferimento ad un tipo di uva coltivata a Tivoli e Pompei che sembra ricondurre al Pizzutello. Non è chiaro se la varietà citata dall'autore fosse realmente quella che oggi conosciamo o una sua antenata. In base ad altre ricostruzioni, infatti, l'uva con gli acini allungati che conquista con la sua buccia croccante, e la polpa dolce e succosa di colore verde pallido sarebbe, in realtà, stata portata a Tivoli dalla Francia diversi secoli più tardi, ed in particolare nel XVI secolo, quando il cardinale Ippolito d'Este fece costruire la sua famosa villa. Proprio negli orti di Villa d'Este patrimonio UNESCO (di cui vi abbiamo parlato qui), infatti, veniva coltivata proprio la vite di Pizzutello, apprezzata per la sua bontà ma anche per la sua bellezza. E proprio lungo la via che si snoda alle spalle della villa ancora oggi si estendono gli appezzamenti su cui viene coltivata questa uva.

Villa d'Este
 
Una delle particolarità di questa varietà, infatti, è proprio quella di essere coltivata non nelle vigne ma negli orti. Questo significa che non viene piantata a filari ma a pergole sulle quali si aggrappano le viti e al di sotto delle quali si estendono, talvolta, altre coltivazioni come la lattuga, le fave e i piselli. A rendere ancor più caratteristico il quadro, accanto alle pergole sbocciano, spesso, magnifiche rose che inondano gli orti dei loro colori e dei loro profumi. Il Pizzutello, dunque, non rappresenta soltanto una specialità della tradizione agroalimentare tiburtina, ma è diventato un vero e proprio elemento distintivo del paesaggio. Un tempo, infatti, i caratteristici pergolati locali erano costituiti da un palo di sostegno ricavato da forcinotti di castagno mentre per legare le piante veniva utilizzata un'erba locale chiamata “cartica”. Queste antiche tradizioni sono state tramandate nel tempo come memoria di saperi antichi che oggi vengono trasmessi di generazione in generazione per non perderne il fascino e l'autenticità. A fornire un contributo alla salvaguardia di un tale patrimonio, contribuisce proprio la nascita del Presidio Slow Food che si pone come obbiettivo quello di tutelare non soltanto il prodotto, la sua qualità e la sua storia, ma anche il paesaggio rurale che nel tempo ha contribuito a delineare.

Pizzutello
 
Una tradizione da celebrare in grande stile
E' per tutti questi motivi che, ogni anno, Tivoli celebra la sua uva tipica con una sagra ad essa dedicata durante la quale è possibile gustare sia l'uva appena colta che la deliziosa confettura che da essa viene ricavata potendo constatare come la sua dolcezza renda questo frutto un ingrediente particolarmente versatile in cucina. Ma non è finita, perchè l'autunno tiburtino all'insegna del Pizzutello non finisce con la sua sagra ma continua con un interessante susseguirsi di appuntamenti organizzati dalla Condotta Slow Food Tivoli e Valle dell’Aniene e dalla Comunità Slow Food delle uve Pizzutello: dalle passeggiate tra gli orti ai tour in bicicletta, fino al consueto appuntamento con l’Archeo-Mercato della Terra di Tivoli e Valle dell'Aniene che nasce per promuovere il cibo di eccellenza del territorio utilizzando anche una narrazione riferita all’antico patrimonio culturale della città.



L’intero progetto è stato concepito nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio, a partire dai banchi espositivi (in legno e tela di cotone) ai materiali impiegati per il packaging e le degustazioni, che non prevedono l’impiego di plastica. Passeggiando tra gli stand è possibile degustare bevande e cibi che riprendono ricette antiche come la birra Kykeon (una bevanda leggermente alcolica aromatizzata con menta, coriandolo, miele e carruba) il pane votivo Libum con l’Epityrum, un pesto di olive descritto già da Apicio e Columella e scoprire alcune tipicità della tradizione agroalimentare della Valle dell'Aniene come la Fagiolina di Arsoli ed il dolce Giglietto di Palestrina (nella foto sopra), entrambi Presidio Slow Food, e diversi prodotti dell’Arca del Gusto come la Ciambella a cancello di Mentana, il pane Tozzotto di San Michele, le Sarzefine di Zagarolo (o scorzobianca, radice molto simile alla scorzonera) oltre a prodotti sani e di qualità, come i formaggi a latte crudo, il pane a lievitazione naturale di farine macinate a pietra, le confetture e l’olio Evo, il miele e i prodotti dell’alveare da produzione biodinamica, la frutta e la verdura fresca, le uova, i salumi e la carne, gli infusi e i liquori di erbe. Il Mercato, inoltre, ospita anche, di volta in volta, gli artigiani più significativi del territorio.

Leggi anche:
5 Parchi italiani per escursioni tra natura e storia
Non i soliti parchi: 5 aree verdi con sorprese artistiche
5 itinerari a caccia di misteri, storie e leggende

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati