Cerca nel sito
HOME  / gusto
Toscana olio

La Toscana dell'olio, cosa sapere sull'oro verde

Ogni territorio ha una propria peculiarità: andiamo a scoprire le località dove si produce l'olio migliore della Toscana da abbinare alle ricette più gustose

olio d'oliva<br>
iStock
Olio d'oliva
In Toscana ogni angolo parla di olio, la cui produzione è fortemente legata all’inconfondibile paesaggio e alla sua cultura. Che siano i dintorni di Firenze o le colline del Chianti, Siena e le sue meravigliose campagne dai suggestivi colori, Grosseto o la meravigliosa Maremma, ogni zona ha la sua peculiarità. L’olio di oliva toscano, riconoscibile con la sigla IGP Indicazione Geografica Protetta, come il Franci Toscano, è tra i più apprezzati non solo in Italia e risulta essere uno dei motori trainanti dell’economia della regione. Il clima temperato, le scarse precipitazioni, il terreno collinare e fortemente calcareo  fanno si che qui l’ulivo sia  piuttosto diffuso, con circa 93 mila ettari di superficie olivicola, posizionati per il 90% in zone collinari o di bassa montagna tra Firenze, Grosseto, Siena e Arezzo. Si stimano circa 430 frantoi attivi che producono oltre 250 mila quintali di olio rendendo il 2,91% del totale della produzione nazionale. Ecco perché la Toscana è tra le sei regioni italiane più virtuosa nella produzione di olio.



L’olio in Toscana
Le specie di olivo coltivate in Toscana sono quelle conosciute come il Frantoio, di taglia media, vigoroso e con chioma allargata e mediamente fitta; il Moraiolo, rustico e poco imponente, dalla chioma leggermente voluminosa e folta;  il Leccino, di taglia media, con chioma espansa e fitta ed il Pendolino, mediamente vigoroso, con rami lunghi. La produzione di olio extravergine di oliva toscano vanta alcuni oli di eccellenza, a denominazione di origine protetta, come l’olio extravergine di oliva Chianti Classico DOP, l’olio extravergine di oliva Lucca DOP, l’olio extravergine di oliva Seggiano DOP, l’olio extravergine di oliva Terre di Siena DOP e l’olio extravergine di oliva Toscano IGP.



Cosa scoprire nei territori di produzione di olio
Un viaggio in Toscana alla scoperta delle sue mille attrazioni può quindi lasciarsi ispirare da borghi, frazioni e località immerse tra gli ulivi per andare anche alla scoperta di frantoi che custodiscono il patrimonio gastronomico locale. Vicino Pisa vale la pena una visita a Riparbella, Montescudaio, Buti e Vicopisano, con i due ultimi comuni che fanno parte della Strada dell’Olio dei Monti Pisani (per maggiori informazioni clicca qui)  un ambiente naturale costituito da oliveti, castagneti, pinete e sentieri adatti soprattutto agli appassionati di escursionismo. Anche la campagna fiorentina, dove si assaporano gustose ricette per godere al  meglio dell’olio extravergine di oliva locale, è costellata da diverse località da non perdere, come  Barberino Val d’Elsa, celebre per l’olio abbinato alla ribollita e alla fettunta; Reggello dove si assapora con il fagiolo zolfino.

Scopri di più sulla ribollita

Ma anche Calenzano, Montaione, San Casciano e Tavarnelle in Val di Pesa, dove ci sono diverse fattorie e aziende agricole che portano avanti la produzione dell’olio e la preparazione di ricette tipiche, cosi come i dintorni di Greve in Chianti, che oltre al rinomato e pregiato vino rosso, è un territorio ideale per la coltivazione dell’olivo o Vinci, che si trova proprio lungo la Strada dell’olio e del vino del Montalbano. Il suggestivo scenario che offre il Monte Amiata, un territorio ricco di castagneti e particolarmente favorevole all’agricoltura, accoglie i borghi di Arcidosso, Castel del Piano, Cinigiano e Seggiano, località che danno vita ad alcuni dei più pregiati oli della Toscana. Proseguendo nell’entroterra, si incontrano anche Pitigliano, Scansano e Semproniano e, man mano che ci si avvicina alla costa, si possono continuare a gustare olio e prodotti tipici come l’acquacotta ai tortelli ripieni di ricotta e bietole di Capalbio, Gavorrano, Massa Marittima, Roccastrada.



Tra le colline livornesi sfilano invece Castagneto Carducci, Rosignano Marittimo e Suvereto che si adagiano su un’autentica terra d’olio. Qui operano esperti olivicoltori e frantoiani capaci di conciliare i pregi di antiche tradizioni con tecniche e tecnologie moderne. Anche la provincia di Siena è ricca di città dell’olio, come Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Poggibonsi e Radda in Chianti che fanno parte dell’area del Chianti. Ma quando si parla di olio di qualità non si può fare a meno di menzionare la Val d’Orcia, con Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, San Quirico d’Orcia e la Valdichiana Senese dove Cetona, Chiusi, Montepulciano, San Casciano dei Bagni, Sinalunga, Trequanda producono ottimi ori verdi. Nelle Terre di Siena, tra le città dell’olio, spiccano Monteriggioni, Murlo, Rapolano Terme, San Gimignano, Siena e Radicondoli. Lungo la Strada del vino e dell’olio la cucina tipica locale è rimasta intatta e si possono gustare vini e vinsanti, tartufi e formaggi prelibati oltre all’eccellente olio, che si assapora al meglio con il pane. Via libera alla tradizionale fettunta, ovvero diverse fette di pane leggermente tostato in modo da assorbire meglio l’olio: per i puristi bisogna mangiarla cosi, ma c’è chi la preferisce con un po’ di aglio strusciato sul pane tostato, o con pepe nero o con sale. Una sana alternativa è il crostino di cavolo nero, che viene bollito finché non si ammorbidisce e poi adagiato sul pane, con un'ulteriore aggiunta di olio. Un altro tradizionale modo di utilizzare l'olio di oliva "a crudo" è sulla deliziosa tagliata, ovvero la classica bistecca di manzo al sangue tagliata in piccoli pezzi con aggiunti un paio di rametti di rosmarino ed un pò di olio di oliva.



Quello toscano è un olio unico tutto da gustare. Trovalo su Amazon

Olio Extra Vergine di Oliva Toscano IGP del Frantoio Franci, prodotto prevalentemente nelle Colline della Val dOrcia e della Maremma Toscana. E' caratterizzato da un colore verde intenso con riflessi dorati e da un sapore gradevolmente amaro e piccante.

Olio Extra Vergine di Oliva DOP Chianti Classico 500ml, si distingue per un profumo intenso e fruttato con note di erbaceo. Il gusto è molto deciso e leggermente piccante con retrogusto di carciofo.

Olio Nece - Olio Extra Vergine d'Oliva DOP dalle Terre di Siena, un olio gustoso, chiaro, asciutto e molto lungo.

Collezione olio Monocultivar - Pruneti, perfetto per un assaggio completo dei monocultivar Pruneti 


Turismo.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare on line o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Turismo.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
  • Occhiali da barca per navigare il Mediterraneo
    istockphotos

    Occhiali da barca per navigare il Mediterraneo

    Protagonisti indiscussi dello stile nautico internazionale sono compagni irrinunciabili delle vacanze estive
  • La terracotta di Impruneta
    ©Ugo Poggi/Wikimedia Commons CC BY SA 2.0

    La terracotta di Impruneta

    Utilizzato per ricoprire la cupola di S. Maria del Fiore a Firenze, il cotto di Impruneta è apprezzato sin dal Medioevo
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati