Cerca nel sito
HOME  / gusto
Pane casareccio di Genzano Igp

Genzano: pane casareccio da 300 anni

Nel comune laziale si produce un pane che per tradizione è buono "grazie all'aria del paese". Ed è il primo prodotto da forno ad avere ottenuto l'Igp in Europa

farina, acqua e lievito impastate<br>
iStock
Impasto del pane
Crosta croccante e un cuore morbido: l’antica tradizione agreste di Genzano è ancora testimoniata dalla produzione dell’alimento primario della storia. Il Pane casareccio di Genzano è prodotto con farina di grano tenero, acqua, lievito naturale e sale. L’impasto viene fatto lievitare per circa un’ora e successivamente il pane, trasformato in pagnotte e filoni, viene messo a riposare in casse di legno con teli di canapa e spolverato con cruschello o tritello.
 
LA TRADIZIONE E' stato il primo pane in Europa ad ottenere il riconoscimento IGP. L’origine storica di questo famoso prodotto della panetteria è legata alla tradizione contadina della zona di produzione: il pane veniva lavorato dalle singole famiglie che lo cuocevano poi in forni a legna denominati “soccie”. Già apprezzato nell'800 per le sue peculiari caratteristiche, è dalla metà del XX secolo che ha raggiunto una notevole fama prima presso gli abitanti di Roma e poi anche al di fuori del Lazio.

LA DENOMINAZIONE Ha ottenuto il riconoscimento UE nel 1997.

LE CARATTERISTICHE ha un sapore sapido e un profumo che richiama quello dei granai. La crosta, dal colore marrone scuro, è molto importante perché protegge la mollica e la conserva a lungo soffice e spugnosa. Ricco di fermenti vivi contenuti nel lievito naturale, ottenuto dall’impasto di acqua e farina di panificazioni precedenti e fatto acidificare, non sopporta la conservazione sottovuoto e il contatto con la plastica e, ciò che più conta, grazie a questo lievito, si conserva fresco e fragrante per molti giorni.

LA PRODUZIONE E’ un prodotto tipico della panificazione laziale (Genzano è un comune a 10 km da Roma). Si confeziona a forma di pagnotta con “baciatura ai fianchi” o di filoni rotondi e lunghi dal peso che varia da 0,5 a 2,5 Kg. Non può essere messo in commercio con qualificazioni aggiuntive del tipo “extra”, “fine”, “superiore” o “selezionato”. viene cotto solitamente nei forni a legna, anche se il disciplinare prevede una cottura anche in forni a diversa alimentazione, purchè abbiano raggiunto una temperatura compresa tra i 280 e i 320°C.

LA CULTURA Il pane di Genzano vanta una lunga tradizione rurale e contadina nella zona dei Castelli Romani, ms a partire dagli anni Quaranta è diventato famoso in tutta Italia.

IN CUCINA Questo pane è ideale per preparare le bruschette, con aglio e olio oppure con pomodoro e basilico. Ma è molto versatile e si può abbinare a qualsiasi contorno e a qualsiasi companatico.

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

LA RICETTA Frittata con mollica di pane. Ingredienti: 35 g di mollica di pane; latte; formaggio grattugiato; 3 uova; sale q.b.; pepe q.b.; 150 g di zucchine tagliate sottili; 1 spicchio di aglio. Iniziate facendo ammorbidire la mollica del pane con un po' di latte e aggiungete una bella manciata di formaggio grattugiato. In una scodella sbattete tre uova, aggiungete un pizzico di sale e un pochino di pepe. Poi tagliate due zucchine da 150 grammi sottilissime. In una padellina fate soffriggere uno spicchio di aglio, poi togliete l'aglio e fate soffriggere le zucchine con sale e pepe. A questo punto aggiungete alle uova sbattute la mollica del pane con il parmigiano e, quando le zucchine sono rosolate, versate il composto nella padella. Girate la frittata quando la base vi sembra cotta. Fate rosolare bene l'impasto da ambo le parti fino a far formare una crosticina.

Altre ricette
Verzada
Crostate di Albicocche del Vesuvio
Pollo al miele e limone


IL TERRITORIO Genzano di Roma è una florida e ridente cittadina, adagiata sul versante esterno del cratere del lago di Nemi, è situata nel Parco Regionale dei Castelli Romani ed è raggiungibile da Roma in pochi minuti percorrendo la via Appia. VISITA I CASTELLI ROMANI: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Il gusto tra le pianure dell’Agro Pontino
Campagna romana: le strade dell’olio e del vino
Rieti dal cuore piccante
Un Grande arcobaleno attraversa Roma
Saperne di più su GUSTO
Correlati per distretto Castelli Romani
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100