Cerca nel sito
HOME  / gusto
campania prodotti tipici itinerari gastronomici ricette 

Campania: 5 prelibatezze in 5 itinerari

Cinque viaggi a caccia dei sapori e delle tradizioni della regione alla scoperta di altrettanti prodotti tipici dalla storia lunghissima tutti da assaggiare

Napoli, Vesuvio, Campania
©iStockphoto
Napoli e il Vesuvio
PANE DI PADULA
In provincia di Salerno, nel comune di Padula e in quelli limitrofi, da secoli si produce questo gustoso pane casareccio. La Campania è una delle regioni che meglio ha saputo declinare i cereali in mille diverse preparazioni, facendo addirittura entrare il grano nel dolce più tipico: la pastiera. Già celebrata dai latini per la sua fertilità, questa regione è terra di pane e di companatico eccellente.
 
ZUCCA LUNGA DI NAPOLI
Amata a livello intercontinentale, con il suo sapore delizioso la zucca è il frutto dell'autunno per eccellenza, ideale per preparare sia ottime pietanze che dolci squisiti. Ne esistono numerose varietà differenti ma in Campania, ed in particolare nella provincia partenopea, la “zucca lunga” è la più gustosa e tradizionale e viene utilizzata per realizzare i piatti più svariati, tra cui la tipica pasta con la zucca alla napoletana.
 
MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA
Già nel XII secolo, quando le bufale furono sempre più apprezzate per la produzione del loro latte, rendendo consolidata la loro presenza nelle pianure costiere della piana del Volturno e del Sele, compaiono i primi documenti storici che testimoniano come i Monaci del monastero di San Lorenzo in Capua erano soliti offrire un formaggio denominato mozza o provatura ai pellegrini componenti del Capitolo Metropolitano, che ogni anno, per antica tradizione, si recavano in processione sino alla chiesa del Convento.
 
FUSILLI DI FELITTO
Buonissimo e dalla storia secolare, il Fusillo di Felitto è il vanto della tradizione gastronomica della suggestiva località immersa nel Parco Nazionale del Cilento. Si tratta di un formato di pasta lungo e cavo che viene ottenuto ancora oggi con tecniche completamente manuali tramandate di madre in figlia nel corso dei secoli, e condito con il tipico Ragù di Castrato.
 
POMODORINI GIALLI DEL VESUVIO
Come suggerisce il suo stesso nome, il pomodoro non è sempre stato rosso. E' stata l'aria del Mediterraneo, nel corso del XVII secolo, quando la sua coltivazione cominciò a diffondersi, a conferirgli i colori intensi e vistosi che oggi lo caratterizzano. Le sue bacche, infatti, un tempo erano di un delicato colore giallo dorato, lo stesso colore che oggi ormai caratterizza soltanto pochissime varietà, come quella che cresce alle falde del Vesuvio.
 
 
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati