Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Igp Veneto ricetta con Asparago di Badoere

Asparago di Badoere, orgoglio veneto

In terra trevigiana un ortaggio le cui origini sembrano risalire alle conquiste romaniche. Ottimi come ripieno di freschi involtini di prociutto

ortaggi
iStock
Asparagi
La pianura alluvionale formata dall’apporto secolare di placidi fiumi di risorgiva quali il Sile il Dese e lo Zero, disegnano un paesaggio del tutto particolare che ha come fulcro il territorio di Morgano e i Comuni limitrofi delle Province di Treviso, Venezia e Padova. In questo particolare ambiente pedo-climatico, ricco d’acque mai gelide e di terreni ricchi e soffici, si è sviluppata la coltivazione dell’Asparago di Badoere, che per la sua qualità può fregiarsi dell’Indicazione Geografica Protetta assegnata dall’Unione Europea.

Leggi anche: VENETO, A MAROSTICA LA CILIEGIA DEGLI SCACCHI

LA TRADIZIONE In Veneto l’origine sembra risalire alla conquista da parte dei Romani delle terre venete, arrivando ai giorni nostri grazie alle amorevoli tradizioni perpetuate nei monasteri. In origine, l’asparago veniva raccolto verde, già spuntato da terra, mentre la raccolta del turione bianco, prima cioè del suo affioramento, sembra diffusa solamente dal XVIII secolo, e in particolar modo, nel Nordest: Bassano del Grappa, Rivoli Veronese, Cologna Veneta, Morgano e Badoere, Tavagnacco. La coltivazione specializzata della pianta, comunque, è però piuttosto recente, essendosi sviluppata dopo l’ultimo conflitto mondiale, in concomitanza con la trasformazione delle mezzadrie e con l’abbandono degli allevamenti del baco da seta che ha reso disponibile, nella stagione primaverile (periodo nel quale, precedentemente, l’allevamento del baco richiedeva un impegno notevole), una manodopera che diversamente non avrebbe trovato impiego.

LA DENOMINAZIONE Ha ricevuto il riconoscimento Igp nel 2006. Il Consorzio dell’Asparago di Badoere si e’ costituito nel 2002 per impulso di un gruppo di produttori e dell’amministrazione Comunale di Morgano, attualmente riunisce 40 associati tra imprenditori agricoli, cooperative e alcuni Comuni dell’area protetta.

LE CARATTERISTICHE I turioni possono presentare colore bianco-rosato o verde intenso, con sapore dolce e aromatico. Inoltre devono essere ben formati, dritti, con apice serrato, interi e non devono essere vuoti, spaccati, pelati o spezzati. Due le tipologie del delicato turione: quella "bianca" (5 varietà) e quella "verde" (5 varietà). Quello bianco presenta un sapore dolce, non acido né salato, tenero e privo di fibrosità; quello verde ha invece sapore marcato, non acido né salato, con aroma fruttato ed erbaceo persistente.

LA PRODUZIONE Il territorio trevigiano (con i comuni di Casale sul Sile, Casier, Istrana, Mogliano, Morgano, Paese, Preganziol, Quinto, Resana, Treviso, Vedelago, Zero Branco); quello padovano (Piombino Dese e Trebaseleghe), e infine il veneziano (Scorzè). Con questo nuovo riconoscimento la provincia di Treviso vanta ben due Indicazioni Geografiche Protette di asparagi (c'è infatti anche quella di Cimadolmo), cui si affianca la DOP vicentina dell'Asparago di Bassano.

Leggi anche: VALLE D’ITRIA: I BORGHI PIU’ ROMANTICI DELLA PUGLIA

LA CULTURA L’annuale e antica mostra mercato dell’Asparago che si svolge ogni primo maggio nella magnifica piazza di Badoere, testimonia l’orgoglio di una comunità, che con lungimiranza è rifuggita dalla tentazione di stravolgere il proprio territorio, ma lo ha preservato custodendo le tradizionali pratiche agricole a garanzia di salubrità dei prodotti della terra e di rispetto dell’ambiente.

IN CUCINA Una bontà per il palato ma anche un alleato per la salute: l'asparago è ricco di vitamine e minerali, ha proprietà depurative e diuretiche e viene particolarmente indicato nelle diete dimagranti. Ottimi lessi da soli conditi con olio e limone o insieme alle uova, in frittata o come ripieno di torte rustiche. Ingrediente principe di risotti o primi piatti in genere, si abbina bene anche alla carne o al pesce.

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

LA RICETTA Involtini di prosciutto e asparagi bianchi. Lessare gli asparagi tenendoli un po’ indietro di cottura, scolarli e tagliarne la sola parte tenera. Insaporire ed asciugare le punte in un tegame con del burro sul fornello a calore moderato, quindi metterne tre o quattro su ogni fetta di prosciutto cotto magro; arrotolarle e mettere gli involtini ottenuti in una pirofila unta di burro. Cospargerli di panna e cuocerli per 20 minuti nel forno; saranno pronti quando la superficie avrà preso un bel colore dorato e la panna sarà addensata.

Altre ricette
Verzada
Crostate di Albicocche del Vesuvio
Pollo al miele e limone


IL TERRITORIO Badoere è una frazione del comune di Morgano il cui territorio va inserito nel contesto del Parco Naturale del fiume Sile che si propone nella salvaguardia di un fiume di risorgiva tra i più importanti e interessanti d’Italia e di tutti gli elementi che lo costituiscono tutelando zone di grande pregio ambientale. La ricchezza d’acqua del Sile, del Rio, dello Zero, le caratteristiche polle risorgive, le paludi (“fontanassi” e “vallasse”), i canneti, le macchie di vegetazione spontanea ricche di rare specie vegetali e pittoreschi specchi d’acqua animati dalla presenza di anatidi e ardeidi che si fondono nel paesaggio rurale di vecchie case tipiche, residenze padronali e i tipici mulini ad acqua attivi ancora nel 1900, offrono innumerevoli spunti per visite guidate e splendide escursioni in bici e a cavallo (le sorgenti del Sile, il Mulino di Cervara). La Rotonda di Badoere è una delle barchesse più famose del Veneto, la sua particolarità sta sia nella sua grandiosità che nella sua struttura fatta per ospitare una serie di botteghe su un semicerchio e abitazioni sull’altro, con una grande piazza per il mercato.VISITA IL VENETO: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Veneto, le peche di Romeo e Giuietta sno Igp
Veneto: tre appuntamneti per uno spettacolare wekend
In Veneto l’asparago si veste di bianco
Gnocchi con asaparagi e rotolo di coniglio
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati