Cerca nel sito
HOME  / gusto
torino salone del gusto 2012 eventi

A Torino il gusto è di casa

SALONE DEL GUSTO 2012 - Le anticipazioni della nona edizione del Salone del Gusto 2012, affiancato da Terra Madre, la rete delle comunità del cibo creata da Slow Food

Locandina Salone del Gusto
L’atmosfera è di quelle tra le più invitanti e la produzione gastronomica artigianale è tra le migliori al mondo. I produttori per partecipare a questo grande evento vengono selezionati ed attirano i visitatori proponendo assaggi delle eccellenze, che siano oli, prelibati formaggi o gustose specialità dolciarie. Turismo.it dedicherà speciali aggiornamenti a questa importante kermesse enogastronomica e, per iniziare, potreste curiosare nella nostra top ten dei piatti tipici piemontesi: DIECI DELIZIE PIEMONTESI: LE FOTO

Profumi e colori, cosi come i personaggi protagonisti, sono suddivisi in modo chiaro ed attento per poter facilmente individuare quello che più interessa in un’esposizione di cosi grande portata. Avete indovinato di cosa stiamo parlando? Del Salone del Gusto, naturalmente, il più grande appuntamento mondiale dedicato al cibo, in programma dal 25 al 29 ottobre al Lingotto Fiere e all’Oval di Torino. Non a caso è stato definito "Villaggio globale del Cibo": il Salone del Gusto propone laboratori e tante iniziative golose ed istruttive che coinvolgono tutto il pubblico interessato, portando in eredità il successo consolidato nelle passate otto edizioni e un patrimonio di produttori eccellenti, cuochi, Laboratori del Gusto, presìdi, istituzioni.

Nell’edizione di quest’anno, poi, c’è la fusione con Terra Madre, la rete delle comunità del cibo creata da Slow Food: insieme, Salone del Gusto e Terra Madre danno vita ad un evento ancora più straordinario nella sua unicità, che racconta la diversità gastronomica di ogni continente con l’obiettivo di unire al piacere del cibo la responsabilità nei confronti di quel che mangiamo e di chi lo produce, affiancando all’esperienza enogastronomica la conoscenza delle donne e degli uomini che coltivano, allevano e trasformano i prodotti alimentari di tutto il mondo, dei territori in cui questi cibi nascono e hanno radici profonde.

La collaborazione con Slow Food ha reso possibile la partecipazione di altri stati del resto del mondo che espongono i prodotti tipici delle proprie zone di origine, sempre offendo la possibilità di assaggiarli ed acquistarli. Sono di oltre mille gli espositori provenienti da 150 paesi: si passa dai piatti cucinati da comunità indigeni thailandesi ed indiani alle carni cotte al barbecue australiano e alle specialità preparate, fianco a fianco, da chef arabi israeliani e cuoche palestinesi, in uno sfilare di sapori antichi, genuini e succulenti, talvolta elaborati e riproposti con creatività, talvolta rispettando le antiche tradizioni.

Verranno affrontati grazie ad interessanti convegni temi di grande attualità come agricoltura sostenibile, biodiversità gastronomica e culturale e trasformazioni della terra, ma anche altri temi cruciali legati alla produzione e al consumo del cibo: dal ruolo dei giovani e delle piccole produzioni tradizionali nel futuro dell’agricoltura alla difesa del paesaggio, dalla battaglia per un’agricoltura libera da Ogm alla tutela dei pastori e dei piccoli pescatori, dal rafforzamento del rapporto fra produttore e consumatore alla promozione di scelte più responsabili e informate in campo alimentare, nella piena consapevolezza dei loro effetti sulla salute, sull’ambiente e sul sistema produttivo.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100