Cerca nel sito
HOME  / cuore
valle d'aosta castelli itinerari romantici

Fénis, passeggiata romantica nel Castello

Il villaggio valdostano vanta paesaggi mozzafiato ed un maniero magnificamente conservato

fenis castello valle d'aosta
©Eleonora Autilio
Castello di Fénis
Protetto, alle spalle, da un fitto bosco di castagni, il villaggio valdostano di Fénis sorge ai margini della splendida Val Clavalité, punteggiata da pittoreschi villaggi, dalla chiesetta di Notre Dame de la Neige e dalle ultime baite del villaggio di Maison Blanche. Questa zona della Valle d'Aosta, così come il resto della regione, regala panorami mozzafiato che conquistano il cuore di chi ama la montagna, offrendosi come splendida cornice per un weekend all'insegna del relax di coppia in ogni stagione dell'anno. Non occorre, infatti, essere sciatori provetti per apprezzare le bellezze di questa meravigliosa vallata e del bel borgo di Fénis. Il paesaggio è di quelli che conquistano e tanto il villaggio quanto i suoi dintorni offrono numerosi spunti per un soggiorno piacevole sia a chi pratica gli sport invernali e non, sia a chi, semplicemente, desidera circondarsi della bellezza mozzafiato di alcune delle montagne più belle e maestose dell'arco alpino.

La valle è un vero scrigno di tesori, basti pensare che è nota sin da epoca remota per la sua ricchezza di minerali. E', infatti, l'unico luogo in tutta la regione in cui in cui è possibile trovare un piccolo giacimento di salgemma. E se durante l'inverno gli sciatori vanno matti per i magnifici panorami tra cui sfrecciare con i propri sci, è in estate, in realtà, che la vallata offre le opportunità più interessanti ai suoi visitatori tra passeggiate a cavallo, in mountain bike, oppure a piedi. E chi, invece, del relax ha un concetto differente che lega di più con la possibilità di dedicarsi a piacevoli passeggiate mano nella mano in un contesto romantico, resterà rapito dal fascino delle casette in pietra e, soprattutto, del bellissimo castello che domina Fénis.

Il maniero rappresenta, infatti, la principale attrazione del villaggio ed una delle più interessanti dell'intera regione. Quando si varca il suo portale immediatamente si viene catapultati indietro nel tempo tra mura merlate e torri di avvistamento. Un'esperienza davvero emozionante che trae il suo fascino dal notevole stato di conservazione del maniero, presente sin da epoca duecentesca, al tempo di Gotofredo di Challant, e trasformato, tra il XIV e il XV secolo, per volere di Aimone di Challant e suo figlio Bonifacio I che gli conferirono la struttura che ancora oggi lo contraddistingue. Culmine della visita è l'accesso al magnifico cortile affrescato da Giacomo Jacquerio, maestro torinese itinerante nonché pittore di corte di Amedeo VIII di Savoia. Altri magnifici affreschi adornano la pittoresca cappella della Madonna della Misericordia.

E per chi non ne avesse abbastanza di tuffarsi in un passato affascinante che ha lasciato tracce indelebili nella storia e nella cultura locali, l'appuntamento è presso il Museo dell'Artigianato Valdostano (MAV) dove scoprire le più affascinanti tradizioni regionali ed ammirare insoliti oggetti d'uso oggi spariti dalla vita quotidiana e interessanti manufatti che identificano intere comunità e permettono di entrare più profondamente in contatto con questa terra piena di sorprese.

Leggi anche:
Gran Paradiso: haloterapia vista ghiaccio
La Valle d'Aosta in una zuppa

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100