Cerca nel sito
HOME  / cuore
piemonte borghi val varaita montagna itinerari romantici

Chianale, scorci romantici di pietre, acqua e ardesia

Il borgo della Val Varaita è uno scrigno di tesori da scoprire mano nella mano

chianale borgo montagna piemonte
Courtesy of ©Gabygaiffe/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Chianale
Il colore dell'ardesia, il calore del legno, il profumo del bosco, il rumore dell'acqua che scorre, l'aria frizzante che accarezza il viso. Il borgo di Chianale è un concentrato di suggestioni e sensazioni. Una vera e propria esperienza più che una semplice meta di viaggio. Abbarbicato sulle montagne agli estremi margini dell'Alta Val Varaita a 1.800 metri di altitudine, a due passi dal confine con la Francia, questo borgo di cultura occitana mantiene intatte le atmosfere d'altri tempi tipiche dei villaggi montanti fatti di pietra e legno, di storia e di natura, di arte e di folklore. Non è un caso che questo piccolo agglomerato di case sia stato inserito nel circuito dei Borghi più Belli d'Italia ed incanti chiunque lo scelga per un weekend all'insegna della montagna e del relax. Un weekend che si rivelerà ancora più magico se vissuto in due passeggiando tra i boschi o tra le costruzioni di pietra, soffermandosi ad ammirare ogni scorcio.

Adagiato lungo l'antico Chemin Royal, la strada del sale che conduceva fino in Francia, Chianale si presenta come un agglomerato di case diviso dalle acque vivaci del torrente Varaita. Fulcro del borgo è il piccolo ponticello che unisce le due sponde e i due nuclei attraversando il corso d'acqua proprio in corrispondenza della suggestiva piazzetta adornata da un fontana sulla quale si affaccia l'antica chiesa di Sant'Antonio, la parrocchiale di Chianale dal 1459 sino al XVII secolo, dalle atmosfere cariche di misticismo. Trattandosi dell'unico centro della Valle in cui, fino alla vigilia della revoca dell'Editto di Nantes, era concessa libertà di culto, lungo lo Chemin Royal, che ne costituisce l'asse centrale, si può ancora ammirare Casa Martinet, ciò che resta del tempio Calvinista.

Attraversando il torrente, si scopre la pittoresca chiesa di San Lorenzo, edificata a cavallo tra il XVII e il XVIII secolo, adornata con un altare barocco e magnifiche colonne tortili di pino cembro finemente intagliato. Le architetture contadine delle valli regalano piccoli tesori spesso sottovalutati ma carichi di dettagli pregevoli riscontrabili nella suddivisione dei piani o nell'introduzione di aperture ingegnose, studiate per difendere le costruzioni dl rigore tipico del rigido clima montano. Ogni passeggiata, dunque, si rivelerà come una sorta di piacevole caccia al tesoro alla ricerca di scorci incantevoli.

Sebbene l'esplorazione del borgo riservi tante piacevoli sorprese, un weekend non sarebbe completo se non ci si lasciasse conquistare dalla bellezze della natura circostante. E se, in estate, sarà magnifico raggiungere il Colle dell'Agnello a 2.748 metri di altitudine, alle pendici del Monviso l'Alevè, il più esteso bosco di cembri delle Alpi, regala in ogni stagione scenari mozzafiato con i suoi 825 ettari di piante secolari decantate persino da Virgilio nell'Eneide. Ma i dintorni di Chianale sono un vero trionfo di interessanti percorsi naturalistici, sentieri ed affascinanti spunti per escursioni in quota ed itinerari alla scoperta della bellezza del territorio tra i quali si distinguono quello che tocca la Val Varaita, la Val Po e la Valle del Guil, e quello che, invece, si snoda tra le più interessanti case contadine della valle.

Leggi anche:
5 idee per un weekend in slitta sulle Alpi
5 weekend piemontesi in mezzo alla natura

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100