Cerca nel sito
HOME  / cuore
Calabria Bova borghi italiani romantici

Calabria: Bova, il borgo-gioiello semisconosciuto 

Uno scrigno di tesori di arte bizantina, normanna e medievale da scoprire in coppia

Panorama di Bova
©iStockphoto
Veduta panoramica di Bova
Non in molti prendono in considerazione le provincia di Reggio Calabria per riuscire a stupire la propria dolce metà: eppure c’è un luogo capace di regalare intensi momenti di romanticismo. Si tratta del borgo di Bova, arroccato sulle pendici dell’Aspromonte, che chi conosce non esita ad eleggerlo non solo tra i più belli della regione ma di tutta Italia, non a caso inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia. E’ un autentico gioiello architettonico di arte bizantina, normanna e medievale nato come capitale della Bovesia, la patria dei Greci in Calabria. Nonostante la località non sia propriamente facile da raggiungere vale sicuramente la pena attraversare l’impervio territorio circostante ricco di fiumare, calanchi, alture, colline, coste franose.

Leggi anche: GALLICIANO', INDIETRO NEL TEMPO NELLA GRECIA CALABRESE

Il comune si estende anche a Bova Marina e per salire su nella parte antica si deve ancora percorrere il passo carrabile che assomiglia ancora oggi più ad una mulattiera, oppure si può prendere la strada provinciale. Arrivati a Bova, però, si viene ripagati grazie alla piacevole atmosfera fatta di strette e ripide stradine, abitazioni e palazzi gentilizi in pietra e mattoni arricchiti da decorazioni, importanti portali d’ingresso e numerose attrazioni ben conservate. Una passeggiata romantica non può che incominciare dalla famosa balconata di Bova, da cui è possibile ammirare tutto l’arco costiero. La Cattedrale di origine seicentesca è stata edificata sulle spoglie di un’antica Chiesa bizantina e si presenta con la sua struttura a tre navate di tipo basilicale, la statua in marmo del 1584 della Madonna col Bambino a la Cappella del Sacramento.

Leggi anche: CALABRIA: BELLE SPIAGGE E BORGHI ANTICHI

Anche la Chiesa di San Leo non manca di fascino: con pianta ad una sola navata e cappelle, ospita un altare maggiore di epoca barocca e la statua di San Leo in marmo bianco attribuita al Bernini. Si prosegue mano nella mano verso la Chiesa del Carmine in stile tardo rinascimentale con un bellissimo portale in pietra costruito dagli artigiani locali. Stessa epoca per la Chiesa dello Spirito Santo e quella di San Rocco. E poi, alzando lo sguardo, si ammirano le rovine del Castello Normanno, in cima ad uno sperone roccioso. Spicca la Torre realizzata come punto di guardia su una delle quattro porte che si intervallavano lungo le mura della città. A chiudere la carrellata di luoghi interessanti non mancano i musei, come quello del folklore e delle tradizioni popolari e il Museo Civico di Paleontologia e Scienze Naturali dell’Aspromonte. 
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati