Cerca nel sito
Villa dei Vescovi affreschi ed eventi Vini da Terre estreme 2014

Villa dei Vescovi, incanto tra i Colli Euganei

Lo straordinario ciclo di affreschi del fiammingo Lambert Sustris decora le stanze e le logge della villa veneta restaurata dal FAI

Panorama di Villa dei Vescovi<br>
©M.Danesi/ FAI Fondo Ambiente Italiano
Villa dei Vescovi, Colli Euganei
Quando l'arte e la cultura si uniscono all'enogastronomia il risultato è ancora più piacevole: è quanto accade a Villa dei Vescovi, una villa veneta situata in località Luvigliano, a due passi da Padova, pronta ad ospitare la seconda edizione di Vini da Terre Estreme. L'evento, in programma domenica 16 e lunedi 17 novembre, si pone l'obiettivo di valorizzare e far conoscere vini straordinari e unici al mondo a consumatori evoluti, appassionati enogastronomi e ai professionisti del settore. Sfilano oltre 160 etichette di circa 30 produttori.

Leggi anche: PADOVA, IL ROCOCO' DI SEBASTIANO RICCI

L'occasione è quella giusta scoprire un'opera d'arte che poggia su un terrapieno dei Colli Euganei della curia di Padova, ovvero Villa dei Vescovi. Edificata tra il 1535 e il 1542 per offrire al vescovo una casa di villeggiatura estiva, l'architettura anticipa le ispirazioni delle opere palladiane allontanandosi dai tradizionali canoni costruttivi locali del tempo: vi si possono ammirare infatti dettagli che si rifanno a modelli fiorentini o all'antichità romana. Diversi gli architetti che si succedettero per abbellire Villa dei Vescovi: Giovanni Maria Falconetto, Giulio Romano, Andrea da Valle, Vincenzo Scamozzi. Da Valle si dedicò principalmente al lato ovest con la costruzione di un nuovo accesso principale costituito dalla corte quadrata e dalla recinzione merlata aperta in tre ampi portali e arricchendo la facciata della villa con scalinate di collegamento tra la loggia e la piattaforma a terrazza, mentre Scamozzi intervenne sulla facciata orientale inserendo una scalinata e una grotta con fontana.

Leggi anche: COLLI EUGANEI, LE TERME PER L'OSTEOPOROSI 

All'interno si possono ammirare gli affreschi del pittore olandese Lambert Sustris, che arriva a Padova nel 1541 qualificandosi come portavoce della corrente postraffaellesca, particolarmente apprezzata dai colti mecenati, e come uno dei pochi artefici in grado di vantare un patrimonio di conoscenze visive in cui era stato messo a punto un linguaggio decorativo di orientamento classico allora inedito nel veneziano. Ecco quindi la Sala delle Figure all'antica, rivolta verso sud e con accesso diretto dal cortile, l'ambiente più ampio del piano nobile che aveva una funzione di rappresentanza a cui ben si addice la decorazione, ricca di suggestioni romane e antichizzanti: lesene corinzie di finto marmo, edicole e nicchie adornate da tendaggi che ospitano figure maschili e femminili abbigliate all'antica o abbellite di trofei, scudi e armature, divinità inserite in paesaggi campestri o marini. La Sala da Pranzo presenta due diverse tipologie decorative, una a riquadri geometrici verso le finestre e una con grandi paesaggi nella parte più interna. Si possono riconoscere raffigurati il poeta Orfeo intento a suonare la sua lira, Apollo che scortica Marsia, il satiro che osò sfidare un dio in una gara musicale.

Leggi anche: CUNEO, GLI AFFRESCHI DEL CASTELLO DELLA MANTA 

L'intera decorazione della Stanza del Putto è tutta dedicata alle vedute paesaggistiche, con campagne costellate di ruderi, casolari e piccole figure tra cui troneggiano Apollo e Dafne e il Putto che tiene in mano un grappolo d'uva, quella ad acino grosso tipica dei Colli Euganei. Anche le logge ospitano straordinarie decorazioni: Sustris dipinge sulle pareti interne vasti paesaggi fluviali e rocciosi e un finto pergolato con tralci di canne lacustri e vitigni popolati di putti trainati da cani.

Villa dei Vescovi fu concepita sin dall'inizio come ritrovo di intellettuali: fortunatamente l'imponente dimora è giunta intatta fino ai nostri giorni, riuscendo ad offrire al visitatore un'atmosfera armoniosa che ben si sposa con il paesaggio circostante. I restauri ad opera del FAI, iniziati nel 2007 e conclusi nel 2011, ne hanno consolidato la struttura rendendola fruibile ad un elevato numero di visitatori, che possono anche godere di  numerose iniziative come degustazioni e visite speciali.  

In Agenda
Vini da Terre Estreme 2014
16 e 17 novembre Villa dei Vescovi, Luvigliano (Padova)
Dalle ore 10 alle ore 20
Biglietti: Adulti 15 euro, Iscritti al FAI10 euro
Degustazioni guidate a partire da 25 euro (il biglietto consente anche l'accesso in Villa)
Prenotazioni obbligatorie

Informazioni utili
Villa dei Vescovi
Via dei Vescovi 4
35038 Luvigliano di Torreglia, Padova
www.villadeivescovi.it
Orari:
Da mercoledi a sabato?10 - 18 da aprile a ottobre
10 - 17 a novembre, dicembre, gennaio e marzo
Domenica
10 - 19 da aprile a ottobre
10 - 17 a novembre, dicembre, gennaio e marzo
Biglietti:
Adulti: 8,50 euro
Bambini (4-14 anni): 3,00 euro
Studenti universitari fino ai 26 anni: 5,00 euro
Iscritti FAI, soci National Trust, residenti del Comune di Torreglia, portatori di handicap con un accompagnatore: ingresso gratuito
Pacchetto famiglia: 20,00 euro
Consente l'ingresso con tariffe ridotte per i gruppi famigliari composti da 2 adulti e 2 bambini (4 - 14 anni). A partire dal terzo bambino, ogni ingresso è gratuito. In caso di manifestazioni il prezzo può subire variazioni
Audioguida: 2,00 euro
Biglietto fotografico: 2,00 euro

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100