Cerca nel sito
Valle d'Aosta Carnevale Coumba Freida

Valle d'Aosta, i Carnevali della Coumba Freida

Tra leggende e fatti storici la Coumba Freida è accolta con trepidazione da molti comuni valdostani

Valle d'Aosta Carnevale
© 2000-2019 Regione Autonoma Valle d'Aosta
Valle d'Aosta, Carnevale della Coumba Freida
In Valle d’Aosta le tradizioni sono molto sentite, e non sono da meno i festeggiamenti per il Carnevale che qui godono di una valenza davvero speciale. Molti comuni, grandi o piccoli che siano, aspettano con trepidazione i festeggiamenti carnevaleschi che iniziano già da gennaio fino alla chiusura quest’anno il 5 marzo, anche per condividere momenti di aggregazione sociale oltre che per il tanto divertimento. Alcune tradizioni sono arrivate fino ai giorni nostri direttamente da riti arcaici legati alla fine dell’inverno che erano propiziatori per l’inizio della bella stagione. Tra questi i Carnevali della Coumba Freida, che prende il nome dalla zona gelida in cui si celebra, ovvero quella compresa tra la Valpelline e la valle del Gran San Bernardo.

Leggi anche: In Valle d'Aosta a caccia di sapori

Una leggenda narra come il Carnevale sia stato istituito in occasione del matrimonio di due anziani sempliciotti: gli abitanti del villaggio, imbarazzati a parteciparvi con gli abiti domenicali, decisero comunque di festeggiarli ma con vesti inusuali e maschere. L’accezione storica si rifa invece al passaggio di Napoleone e delle sue truppe nel corso della Campagna d’Italia del Maggio 1800. Per esorcizzare questo evento, durante cui i soldati francesi si erano lasciati andare a spietati saccheggi, i locali indossano stravaganti costumi e cappelli adorni di perline, paillette e specchietti, trasposizione allegorica delle uniformi delle truppe napoleoniche. Personaggi tipici di questo carnevale sono le landzette, che indossano infatti costumi colorati e cappelli che ricordano le uniformi napoleoniche. Si tratta di abiti costosi, confezionati interamente a mano, adorni di perline e paillettes che possono arrivare anche fino a 30.000 per costume. A queste si aggiungono specchietti che riflettono la luce e allontanano le forze maligne.

Scelgi le migliori decorazioni per Carnevale

Il volto delle landzette è coperto da una maschera che in origine era di legno, oggi più spesso di plastica. In mano tengono una coda di cavallo e in vita hanno una cintura munita di un campanello, strumenti simbolici per scacciare gli spiriti avversi. Tra i comuni della vallata che celebrano la Coumba Freida ci sono Allein, Etroybles, Gignod, Roisan, Douse e Saint Rhemy en Bosses, ognuno con consuetudini simili anche se con varianti più o meno importanti. Le sfilate ufficiali avvengono gli ultimi giorni di Carnevale, ma già nelle settimane precedenti si incontrano spesso piccoli gruppi mascherati che fanno visita alle famiglie delle diverse frazioni dove vengono accolti festosamente per bere, mangiare, cantare e scherzare.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100