Cerca nel sito
Mostre, arte, Toscana

Toscana: 4 mostre da non perdere

Dalle luci di New York alla Cina in evidenza le migliori mostre della Toscana 

La trottola e il robot
www.palp-pontedera.it
La trottola e il robot, allestimento
Nell'ambito del progetto curato da Elio Grazioli, "Sguardo Italiano", presso la Galleria d'arte Moderna e Contemporanea  "Raffaele de Grada" di San Gimignano è possibile visitare un esposizione dedicata al fotografo Alberto Sinigaglia. Si tratta di Las Vegas: Microwave City, una  mostra fotografica che si inserisce nel progetto "Fenice Contemporanea", con il quale da anni si condivide,  in Valdelsa, la valorizzazione e promozione dei linguaggi del contemporaneo.
 
Presso la Galleria Open Art di Prato è possibile visitare la mostra MADE IN AMERICA. Le mille luci di New York. L’esposizione, curata da Mauro Stefanini, ruota attorno alla personalità di Martha Jackson che, con la sua galleria di New York ha scritto un importante capitolo della storia dell’arte contemporanea statunitense, in particolare quella dell’Espressionismo Astratto. E' infatti nel 1953 che Martha Jackson, originaria di Buffalo, apre a New York la sua galleria. Nell'arco di un decennio, riuscirà ad accogliere attorno a sé artisti di prim’ordine da Jim Dine a Sam Francis, da Adolph Gottlieb a Willem De Kooning, da Claes Oldenburg a Christo, da Paul Jenkins a Norman Bluhm, da James Brooks a Hans Hofmann.
 
La mostra Je Voudrais Savoir, aperta al pubblico lo scorso 4 novembre e il cui termine di chiusura era previsto il 7 gennaio 2018, viene prorogata al 21 Gennaio 2018. Si tratta di una rassegna essenzialmente fotografica, anche se accompagnata da una parte documentaria, prodotta dal Santa Maria della Scala ed organizzata con il Centro Franco Fortini dell'Università di Siena, in occasione dei festeggiamenti per il centenario della nascita di Franco Fortini. Nel settembre 1955 un gruppo di intellettuali italiani parteciparono alla prima delegazione in visita ufficiale nella Repubblica Popolare Cinese. La delegazione era composta da importanti personaggi della cultura novecentesca come Franco Fortini  Franco Antonicelli, Norberto Bobbio,  Carlo Bernari, Carlo Cassola,, Ernesto Treccani e Antonello Trombadori, e Piero Calamandrei. 
 
Nasce intorno ad una prestigiosa collezione di giocattoli d’epoca di proprietà del Comune di Roma, la mostra La trottola e il robot. Tra Balla, Casorati e Capogrossi che curata da Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci, presenta insieme agli antichi balocchi circa 110 opere di artisti italiani attivi tra il 1860 e il 1980. Fino al 22 aprile 2018 l'esposizione mette dunque a confronto due aspetti della creatività legati all’infanzia, quello che si traduce negli oggetti concreti, i giocattoli, creati un tempo dagli artigiani e poi dall’industria, e quello che rappresenta e interpreta il gioco infantile nelle arti figurative e plastiche italiane.
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Natale
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati