Cerca nel sito
Gubbio attrazioni e Palazzo dei Consoli

Gubbio, cosa nasconde il Palazzo dei Consoli

Il maestoso palazzo gioiello d'architettura, simbolo della bella città umbra, è uno dei più significativi edifici pubblici italiani

Veduta di Gubbio
©iStockphoto
Panorama di Gubbio con Palazzo dei Consoli
Tra le più antiche città dell’Umbria spicca Gubbio, adagiata alle pendici del Monte Ingino, che ha saputo ben conservare nei secoli il suo tipico aspetto medievale. Ricca di monumenti, vanta un glorioso passato che si scopre anche solo passeggiando tra le strade e le piazze: appena fuori le mura si ammira il Teatro Romano, mentre è sufficiente alzare lo sguardo per vedere la monumentale Basilica di Sant’Ubaldo che si impone dall’alto e che conserva le spoglie incorrotte del Patrono. Di notevole interesse sono anche la Cattedrale, Santa Maria Nuova, la Chiesa e convento di Sant’Agostino e quello di San Francesco, cosi come San Giovanni, San Pietro e San Domenico. Ma quello che più di tutti ha il ruolo da protagonista tra le attrazioni cittadine è il superbo complesso urbanistico formato dal Palazzo dei Consoli, simbolo della città, dalla Piazza Pensile e dal Palazzo Pretorio.

Leggi anche: GUBBIO, LA CITTA' DAL CUORE MATTO

Il Palazzo dei Consoli, realizzato in stile gotico tra il 1332 e il 1338 e destinato ad essere la residenza della Suprema Magistratura, si presenta con una pianta rettangolare ma ha la particolarità di possedere un’articolazione piuttosto complessa, derivante dal fatto che poggia su una piazza che rappresenta la copertura dei livelli inferiori del palazzo stesso, sfruttando l’andamento del terreno. La facciata che si offre alla piazza è realizzata in conci di pietra: vi si ammirano nella parte superiore sei finestre con arco a tutto centro a coppie di due, divise da lesene, mentre la merlatura è sostenuta da archetti ogivali. La parte inferiore ha due bifore a pieno centro che fanno da cornice al portale in stile gotico, su cui spicca un affresco del XVI secolo nella lunetta, preceduto da una scalea a ventaglio.

Leggi anche: GUBBIO CAPITALE DEL BUCCHERO

Si notano al piano superiore sei finestre centinate, accoppiate a due a due e ornate da una cornice a dentelli, sulle cui sommità è presente un coronamento di archetti ogivali e di merli guelfi. Nel lato sinistro si slancia la torretta campanaria merlata che ospita il Campanone, risalente al 1769 e pesante 20 quintali. Una volta varcato il portale d’accesso ai entra nella grande sala con copertura a botte, dove in età comunale avevano luogo le riunioni dei cittadini. Oggi Palazzo dei Consoli è sede del Museo e della Pinacoteca Comunale e al suo interno sono custodite le preziose Tavole Egubine, il più importante documento per la storia dei popoli italici. Una curiosità che riguarda Palazzo dei Consoli è che fu il primo edificio a possedere l'acqua corrente, usata per alimentare una fontana che stava al suo interno.
 
Scopri gli altri MONUMENTI D’ITALIA
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100