Cerca nel sito
Associazione Dimore Storiche Italiane: Palazzo Spadaro Libertini

Sicilia, a Caltagirone nel palazzo d'epoca

Palazzo Spadaro Libertini, a due passi dalle principali attrazioni, è una location perfetta per eventi memorabili

Sala palazzo
© Associazione Dimore Storiche Italiane
Sala di Palazzo Spadaro Libertini
Anche la Sicilia ha la sua Faenza o Grottaglie, ovvero una località famosa per le ceramiche, ed è Caltagirone, situata a meno 70 chilometri da Catania. Qui l’industria della ceramica utilizza le argille locali sin dai tempi antichi, e per un exursus in questa realtà il Museo della Ceramica offre la possibilità di fare un viaggio a ritroso nel tempo, ospitando reperti di ceramiche realizzati in Sicilia a partire dalla preistoria. Il Museo espone una vasta raccolta di circa 2.500 oggetti ed è secondo solo al Museo di Faenza per quanto riguarda la documentazione dell'arte ceramica. Per conoscere qualcosa in più sulle Ceramiche di Caltagirone clicca qui. Ma la città è nota anche per il suo aspetto baracco, caratteristico del Settecento Siciliano, poiché in gran parte è stata ricostruita in seguito al terremoto del 1693 e dopo i danni subiti con  lo sbarco alleato in Sicilia e le incursioni aeree della Seconda Guerra Mondiale. Tra le attrazioni da non perdere la Corte Capitale, una struttura su un piano costruita tra il Seicento e il Settecento, caratterizzata dai portali alternati alle finestre; il Duomo dedicato a San Giuliano, di origini normanne e ricostruito già volte; la Chiesa di San Salvatore, con la bella facciata a due ordini, loggia in alto e finestre a inferriata e la Chiesa di Santa Maria del Monte, situata nella parte più alta dell’abitato. Quest’ultima è celebre per la suggestiva scalinata, costruita nel 1606 con l’intento di unire direttamente la Chiesa Madre con il Palazzo di Città. Ecco svelati i segreti dei 142 gradini di Santa Maria del Monte. Un’altra affascinante costruzione a gradinate, con balaustre, è quella che porta al Teatrino, eretta nel 1792, la cui particolarità è data anche dalle decorazioni con rilievi in pregiata ceramica. 



E’ proprio nel centro storico di Caltagirone, riconosciuto Patrimonio dell’Unesco nel 2002, che si trova anche Palazzo Spadaro Libertini, a pochi passi dalla scalinata di Santa Maria del Monte e in prossimità della Chiesa di San Bonaventura. L’ingresso principale, al civico 22 di Via San Bonaventura, si presenta con un imponente androne attraverso il quale si accede ad un cortile barocco decorato con una fontana. Ai lati di questa ci sono le ex scuderie, diventate poi magazzini e trasformati successivamente in negozi. Sul lato destro si sviluppa uno scalone barocco in pietra di Comiso illuminato da finestroni e finestre più piccole, che porta al piano primo/ammezzato ed al secondo ed ultimo piano. Palazzo Sapadaro Libertini è uno degli edifici più antichi di Caltagirone, essendo stato ricostruito sul precedente impianto cinquecentesco con la conclusione dei lavori nel 1732. Fu nel 1871 che diviene una fastosa dimora arredata con mobili e suppellettili di pregio, tra cui infissi laccati bianco e oro, damaschi e tappeti Aubusson che vengono ordinati appositamente alle manifatture tessili francesi.



Le volte dei Saloni sono state fatte decorare dai migliori artisti locali, le porte dei Saloni di Rappresentanza sono in vetro impreziosito da splendide pitture raffiguranti animali esotici e fiori che richiamano le decorazioni delle volte in un unico motivo decorativo che rende equilibrato il decoro degli spazi. Nei Saloni di Rappresentanza si tennero, nella seconda metà del Settecento, le riunioni della colonia arcadica e divennero il salotto politico e culturale del Senatore Libertini, uomo politico di spicco e benemerito, morto nel 1948. Successivamente sono diventati sede di primarie istituzioni accogliendo personalità di rilievo del mondo della letteratura e della politica non solo siciliane ma anche di livello nazionale.




Nel 2001 Palazzo Libertini Sapadaro è stato riconosciuto come Bene Monumentale di rilevante interesse artistico grazie alla sua pregevole parte di dipinti ed è stato oggetto di un’accurata ristrutturazione, portando alla nascita di una nuova realtà adibita come location per eventi e momenti speciali destinati ad un pubblico selezionato in grado di apprezzare tutta la storia, il fasto e la bellezza che racchiudono i luoghi della dimora storica. Ecco, dunque, che la parte di rappresentanza può ospitare eventi come concerti, mostre, conferenze /meeting e set fotografici, pubblicitari e cinematografici. Gli spazi dedicati a queste attività sono i 5 saloni denominati in base ai decori ed alle tappezzerie che li caratterizzano, ovvero degli Stemmi, dei Marmi, Giallo, degli Specchi o Rosso e Azzurro. L’eccezionale acustica del Salone degli Specchi e del Salone Giallo ne fanno l’ideale spazio per concerti e recital di canto lirico. L’ingresso ai saloni, denominato Castello, si caratterizza per un muro sovrastato da volta crociera che offre una suggestiva atmosfera “medievale” ideale come spazio espositivo e per cocktail o buffet i piedi. Parte degli eventi possono essere svolti all’aperto nell’androne del Palazzo, dove il suggestivo cortile barocco e una delle ex scuderie con accesso al cortile sono perfetti, ad esempio, per un aperitivo di accoglienza, mentre per shooting e riprese è ideale lo scenografico scalone in pregiata pietra di Comiso che conduce ai piani. Il Palazzo può essere visitabile anche con tour guidati in alcuni periodi dell’anno.



Palazzo Spadaro Libertini fa parte dell'Associazione Nazionale Dimore Storiche
L'Associazione Dimore Storiche Italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l'associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati