Cerca nel sito
Riva del Garda Centrale Idroelettrica

Riva del Garda, visita alla Centrale Idroelettrica

Il monumentale impianto industriale adagiato sulle rive del Lago di Garda

Riva del Garda
istockphotos
Centrale Idroelettrica di Riva del Garda
Non è propriamente un ‘segreto’. Data la sua maestosità, imponenza e valore storico non si può certo dire che passi inosservata: ma non tutti sanno che a Riva del Garda c’è la possibilità di visitare una centrale idroelettrica degli anni ’20, vero e proprio monumento industriale. Una Centrale Idroelettrica che affaccia mansueta sul lago di Garda, e offre la possibilità di visitarla grazie al circuito Dolomiti Hydrotour.

Capolavoro ingegneristico ed architettonico, progettato per produrre energia grazie alla potenza dell’acqua, fu progettata da Giancarlo Moroni, noto per essere l'architetto che realizzò il Vittoriale degli Italiani (e comunemente definito ‘l’architetto di D’Annunzio’). Durante il primo conflitto mondiale Riva del Garda subì ingenti danni, e Moroni vi si trasferì nel 1919 con l’intento di partecipare alla sua rinascita urbanistica. Tra i progetti che seguì, quello della monumentale centrale idroelettrica, che, a primo impatto, può sembrare più una splendida dimora nobiliare sui generis piuttosto che un polo industriale. Se non fosse per le gigantesche condotte dell’acqua che scendono dal monte alle sue spalle, potrebbe essere scambiata per un palazzo signorile in stile industrial.



Al suo interno la centrale propone ai visitatori un percorso educativo che, tramite installazioni, allestimenti multimediali e aree di ‘gioco’, spiega il complesso funzionamento di un impianto colossale come questo. Si può optare per visite individuali, di gruppo o per scuole, guidate da esperti ingegneri che forniscono interessanti spiegazioni e aneddoti. Si visita la curiosa sala macchine, con tanto di simulazione di come funzionava quando tutti i comandi erano manuali. Le officine, i trasformatori: insomma si entra nel cuore di un miracolo ingegneristico, tecnologico e industriale, che si conclude con l’affaccio su una terrazza panoramica che offre uno scenario mozzafiato sul Lago di Garda. Il circuito Dolomiti Hydrotour comprende anche la Centrale di Santa Massenza, Cogolo e Bussolengo.

Curiosamente, è legata alla Centrale Idroelettrica di Riva del Garda anche una delle scoperte archeologiche più importanti mai fatte in Italia: le palafitte del lago di Ledro. L’acqua che arriva alla centrale viene infatti prelevata dal vicino lago di Ledro (non da quello di Garda). Quando fu azionata per la prima volta negli anni ’20 abbassò il livello dell’acqua del bacino, e fu così che si manifestarono i resti di un antico villaggio di palafitte. Un nucleo abitativo preistorico, straordinariamente conservato grazie alla fanghiglia lacustre per millenni. Ve ne abbiamo parlato meglio qui.

NEI DINTORNI



La bellezza del territorio attorno a Riva del Garda è quasi proverbiale. Il lago mitiga il clima e lo rende estremamente piacevole anche nella stagione più torrida, ed è anche per questo che molte famiglie decidono di trascorrere le vacanze estive (o un weekend) sulle spiagge attrezzate in riva al lago. È inoltre una meta gettonata per chi ama gli sport acquatici come il windsurf. Ma il clima mediterraneo rende questo angolo di Trentino particolarmente piacevole anche in inverno, permettendo di concentrarsi sulle bellezze architettoniche che non mancano.

Riva del Garda è un gioiellino, una cittadina con un lungolago curatissimo, giardini, fiori, piste ciclabili. Il centro storico offre graziosi scorci, caratterizzati da alcuni highlight. Come la Torre Apponale del XVI secolo, sulla cui sommità spunta un piccolo angelo simbolo della città, Anzolim. Emblema cittadino è anche il Bastione, una torre cinquecentesca che sorge in un punto collinare e offre un panorama mozzafiato. Interessante il MAG – Museo Alto Garda, che, situato all’interno di una rocca, propone un percorso archeologico sulla storia locale.



Naturalmente percorrendo poche decine di chilometri lungo il perimetro del lago si incontrano altre splendide località, alcune molto celebri, altre meno note. Come Malcesine, con un pittoresco castello scaligero (scopri di più). O Isola del Garda, vero tesoro architettonico e paesaggistico (leggi qui). Scendendo verso sud si incontrano la giustamente famosa Sirmione (di cui vi abbiamo parlato qui).
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati