Cerca nel sito
Monumenti italiani Emilia Romagna Palazzo dei Diamanti Ferrara

Rinascimento effetto optical: Palazzo dei Diamanti

Una suggestiva copertura a forma di diamanti in marmo riveste uno degli edifici più emblematici del passato ferrarese

Ferrara
istockphotos
Palazzo dei Diamanti
E’ uno degli edifici più facilmente riconoscibili del mondo, o perlomeno del Rinascimento italiano: Palazzo dei Diamanti è un capolavoro urbanistico che, con i suoi ‘diamanti’ spicca iconico tra le meraviglie storico-architettoniche di Ferrara. Progettato dall’architetto Biagio Rossetti, Palazzo dei Diamanti fu eretto per la famiglia D’Este nel 1492, e fu abitato dai membri della dinastia fino a quando Ferrara venne inglobata nei domini della Santa Sede, nel 1598. Dopo quell’epoca fu utilizzato in maniera discontinua e ceduto a diversi proprietari, fino a che, nel 1832, il Comune di Ferrara lo acquistò per ospitare la Pinacoteca e parte dell’Ateneo. Ancora oggi Palazzo dei Diamanti ospita la Pinacoteca Nazionale e la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, allestita con un calendario ricco di mostre temporanee di alto livello.

L’impatto visivo di Palazzo dei Diamanti è unico nel suo genere: il grande edificio è completamente ricoperto di forme che ricordano la punta del diamante, realizzato con un espediente tecnico chiamato bugnato, ossia una sovrapposizione di pietre a file sfalsate, lavorate in modo che i giunti appaiano scanalati e arretrati l’uno rispetto all’altro. Nel caso del palazzo ferrarese, le bugne a forma di punta di diamante creano un effetto prospettico particolarissimo anche grazie all’inclinazione delle stesse che varia per creare giochi di luce. In tutto sono 8500 i ‘diamanti’ che punteggiano le facciate dell’edificio, in blocchi di marmo bianco e rosato cosicché la rifrazione della luce sia ancora più efficace. Altro tratto di pregio di Palazzo dei Diamanti è l’angolo impreziosito da candelabre scolpite da Gabriele Frisoni e arricchito da un balconcino, espedienti che volevano sottolineare l’originale veduta prospettica: dopo aver osservato la facciata principale, è interessante spostarsi ad ammirare l’edificio dal punto di vista angolare.

LEGGI TUTTI I CONSIGLI PER IL WEEKEND DI TURISMO.IT

Palazzo dei Diamanti è visitabile negli orari di apertura della Pinacoteca e delle mostre temporanee in corso al piano terra. Al momento è in corso la mostra ‘La rosa di fuoco. La Barcellona di Picasso e Gaudì’, mentre è attesissima l’esposizione dell’autunno-inverno dedicata a De Chirico e la pittura metafisica.

SCOPRI TUTTI I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100