Cerca nel sito
Chioggia cosa vedere

Passeggiata a Chioggia, cosa vedere

Vivace città marinara, la Piccola Venezia affascina con le sue atmosfere uniche lontana dal caos

Canale di Chioggia
©iStockphoto
Scorcio di Chioggia
Situata nella parte meridionale della Laguna Veneta, ad una cinquantina di chilometri da Venezia, Chioggia sorge su un insieme di piccole isole collegate tra loro da ponti. Non è solo la sua conformazione urbanistica che la rende speciale, ma anche i palazzi eleganti che si affacciano sui canali, le colorate barchette, le tonalità pastello delle case, i campi e le calle dalle atmosfere suggestive. Carlo Goldoni, che per alcuni anni ha abitato a Palazzo Poli, ha ambientato qui una delle sue commedie più conosciute, Le baruffe chiozzotte. Visitare Chioggia significa si respirare quelle atmosfere veneziane particolari, ma senza la folla dei turisti che la rendono caotica e per questo la città rivela ancora più autenticità, fascino e suggestioni proprie di quello che era l’antico borgo di pescatori. 



Chioggia è perfetta anche per le coppie, ecco un itinerario romantico

Una prima tappa può essere il Duomo, che corrisponde alla Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo, punto di riferimento di tutta la vita religiosa sociale. La struttura originaria, risalente al Mille, venne costruita sulle fondamenta di un antico tempio e distrutta da un incendio nel 1623. Progettato da Baldassarre Longhena, ha un aspetto massiccio e si impone come l’edificio più alto del centro storico. Sulla facciata sono presenti le statue dei santi patroni della città, San Felice e San Fortunato, ai quali è anche dedicata una cappella nella chiesa, nella quale sono custodite le loro reliquie. La Cattedrale si sviluppa in tre navate, con quella centrale più alta che trae illuminazione grazie alle finestre sugli altari laterali. Lungo le navate laterali si aprono gli altari minori sormontati da pale d’altare realizzate dai più importanti artisti della zona, tra cui un’opera giovanile del Tiepolo. Di fianco alla chiesa si erge il campanile in stile romanico alto 64 metri e sormontato da una copertura a cupola ottagonale. A destra del Duomo, girando ancora a destra, si scova il Refugium Peccatorum, chiamato dagli abitanti Sagraeto, dove la statua della Madonna con Bambino è sormontata da una cupola dorata: qui i condannati a morte erano soliti fare l’ultima preghiera.



L’arteria principale della città è Corso del Popolo, per metà dei suoi 830 metri pedonale. Percorrendolo si incontrano diversi edifici veneziani che sfilano tra bar e ristoranti, tra cui i Palazzo Comunale. Di quello originario, distrutto nel 1817 da un incendio, si è salvata solo la balaustra adornata di statue, che ora cinge il 'Sagraèto' davanti il Palazzo Vescovile e che costituisce uno degli angoli più pittoreschi di Chioggia. Oggi il Municipio è un edificio neoclassico imponente, che poggia su un massiccio porticato e custodisce diverse opere d’arte. Una delle strutture più antiche della città è Palazzo Granaio, andiamo a scoprirlo insieme. Alla fine del corso si apre Piazzetta Vigo che si affaccia sulla laguna. Al centro sorge una colonna di marmo greco con capitello bizantino che regge un leone di San Marco, conosciuto come il Gatto di Chioggia ma poco amato dagli abitanti in quanto simbolo dell’antica rivalità tra chioggiotti e veneziani. Per rimanere in tema veneziano sembra di stare proprio al centro della Serenissima sul ponte Vigo, che offre la bella visuale del Canale della Vena, uno dei più caratteristici della città dagli incredibili scorci panoramici. Panorami che tolgono il fiato si possono godere dalla Torre dell’Orologio, il campanile  della Chiesa di Sant’Andrea, costruito intorno al 1386, in stile romanico: nata come faro e torre di avvistamento, è il secondo orologio più antico al mondo, preceduto solo di alcuni mesi dall'orologio Bretone della Cattedrale di Salusbury in Gran Bretagna. Diverse sono le chiese degne di nota, come quella di San Domenico, l’unico edificio dell’isola omonima che custodisce il famoso crocefisso del “Cristo dei pescatori” e la Chiesa di San Giacomo, davanti alla quale si trova “L’angelo salvatore”, maestoso monumento ai Caduti chioggiotti della Prima Guerra Mondiale. Scopriamo insieme i segreti della Chiesa di San Giacomo.



Tra i musei da visitare il Museo Civico della Laguna Sud (scopri alcuni dettagli qui) evidenza il legame della città con il mare: disposto su tre piani, espone gli oggetti in ordine cronologico di collezioni archeologiche ed etnografiche di ambito lagunare. Particolarmente interessante è il Museo di Zoologia Adriatica “Giuseppe Olivi”, in riva al Canal Vana, che custodisce al suo interno la più importante collezione di animali marini dell’Adriatico ed è ospitato tra le mura di Palazzo Grassi, realizzato tra il 1703 e il 1714 su commissione di un’importante famiglia di mercanti chioggiotti. Si tratta di un museo universitario che si pone come obbiettivo quello di educare il visitatore al rispetto del delicato ecosistema acqueo. Immancabile, in un centro peschereccio importante come Chioggia, la tappa al mercato del pesce, situato tra il canale della Vena e il Corso del Popolo, dove viene venduto pesce freschissimo dell'Adriatico e della laguna.

Vieni a scoprire un prodotto tipico della Laguna Veneta la Zucca Marina
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati