Cerca nel sito
Monopoli cosa vedere

Monopoli, incanti sul mare in Puglia

Rinomata località balneare, la città in provincia di Bari offre anche altre attrazioni oltre alle splendide acque turchesi

Scorcio di Monopoli
©iStockphoto
Monopoli, veduta
A meno di cinquanta chilometri da Bari, bagnata da uno splendido mare, si trova la città di Monopoli,  meta turistica conosciuta sopratutto come località balneare. Ma le sue attrazioni non si fermano al turchese delle acque e alle suggestive spiagge che si rincorrono tra una caletta e l’altra. A meritare una visita è anche il centro storico, caratterizzato dalle viuzze strette intrise di storia, con i palazzi antichi e le edicole in onore della patrona, la Madonna della Madia a cui è dedicata una festa particolarmente coinvolgente che attrae molti turisti. A dare un tocco ancora più suggestivo sono le mura di cinta ancora presenti, che spiccano con i torrioni visitabili ed alcuni cannoni. Non in molti sanno che a Monopoli si trova una delle più grandi piazze d’Italia, ovvero la settecentesca Piazza Vittorio Emanuele, che gli abitanti chiamano semplicemente il Borgo. Utilizzato come luogo d’ incontro e di vita della città, occupa uno spazio di 18 mila mq ed appare come un grande rettangolo tagliato dal prolungamento del Corso, che dà origine a due rettangoli più piccoli. Una delle due piazze ospita il Monumento ai Caduti, inaugurato il 24 maggio 1928 in onore dei 300 caduti monopolitani della Prima Guerra Mondiale. Raffigura un colossale legionario con una spada sguainata in una mano e la vittoria alata nell’altra, ai cui piedi vi è una madre che benedice il figlio che va in guerra e un’altra donna che conforta una vedova e un orfano di un soldato caduto. Una curiosità riguarda la catena che gira attorno al monumento: si tratta di quella recuperata dall’ancora della corazzata “Benedetto Brin”, la nave da battaglia italiana inabissata nel 1915 nel porto di Brindisi. Dall’altro lato si trova la fontana, costruita negli anni Trenta ma riedificata nel 2011. Altra peculiarità di questa piazza è la presenza dei rifugi antiaerei, gallerie sotterranee dove trovava riparo la popolazione durante i bombardamenti inglesi nel corso della Seconda Guerra Mondiale, oggi visitabili.
 


Parte fondamentale dell’identità cittadina è il porto, protetto da due moli: il molo Margherita e la diga di Tramontana a gomito, non avvicinabile per la presenza di una scarpata rocciosa. E’ stato riconosciuto, insieme al Porto di Barletta, come uno dei porti più antichi e famosi della costa di levante della Puglia perché vanta una storia molto antica: vi si possono trovare testimonianze architettoniche veneziane, gotiche e bizantine. Per quel che riguarda gli edifici religiosi sono da visitare la suggestiva chiesa del Purgatorio in cui si trova l’ossario dei frati. La Cattedrale di Santa Maria della Madia si presenta con la sua monumentale facciata e il bel campanile barocco; il suo interno custodisce diverse opere tra cui la Madonna della Madia, icona bizantina perfettamente conservata esposta sull’altare. La chiesa di San Domenico, con la sua elegante facciata rinascimentale a tre piani suddivisi da colonne e pilastri, al suo interno ospita il quadro Miracolo di Soriano di Palma il Giovane. Tra le tante chiese rupestri fuori dall’abitato spicca Santa Maria Amalfitana, una chiesa romanica eretta su una grotta e rimaneggiata in varie epoche: delle tre absidi semicircolari quella di mezzo è particolarmente interessante, cinta com’è da esili semicolonne, cosi come la finestra della quale si conservano le mensole originarie di arte lombarda datata XIII secolo. 



Poco fuori dal centro si trova anche il bellissimo castello abbazia di Santo Stefano, un complesso innalzato da monaci benedettini trasformato successivamente in ospedale. Sul finire del XIV secolo venne governato come feudo dai Cavalieri di Malta per poi essere privatizzato ai tempi di Gioacchino Murat. L’abbazia ha anche un fossato e la cinta, il mastio e le caditoie, mentre a nord si intravedono i resti del portale dell’antica chiesa di stile romanico. La Basilica, invece, venne fondata alla fine del XI secolo, consacrata da Urbano II nel 1089:  per secoli ha rappresentato la porta tra l’Occidente cristiano e la spiritualità orientale e fu qui che papa Urbano II raccolse nel 1098 il Concilio Ecumenico. Nel corso degli anni la struttura ha subito variazioni, rifacimenti e restauri. Oggi appare con la sua pianta rettangolare, il cortile al centro con intorno i vari ambienti utilizzati un tempo come dimore dei coloni o per altri usi. Si trova su una piccola isola ed è quindi circondata da tre lati dal mare. Tra le tante attrazioni presenti a Monopoli vale la pena ammirare anche una delle tante Masserie Fortificate, edifici che caratterizzano il patrimonio rurale della città e che sono una testimonianza del rapporto intercorso tra uomini, lavoro agricolo e produzione. Ciò che contraddistingue le Masserie Fortificate è il fatto che vennero costruite a causa della conformazione geografica della Puglia come difesa dalle continue invasioni che provenivano, generalmente, dal mare. Erano il centro della vita agricola e sociale, dove si producevano, si conservavano e si preparava a commercializzare i prodotti. Oggi molte sono state ristrutturate mantenendo intatto il fascino antico ed utilizzate come strutture ricettive. Vieni a scoprire la Masseria Spina



Ad una manciata di chilometri da Monopoli si trova un’altra attrazione da non perdere, le Grotte di Castellana, un affascinante complesso carsico di cavità sotterranee di notevole importanza speleologica e naturale. E’ uno tra i più belli e spettacolari d’Italia, ubicato a circo 1,5 chilometro dall’abitato di Castellana-Grotte, e comprende grotte che si sviluppano per una lunghezza di 3348  metri e raggiungono una profondità di 122 metri dalla superficie. La visita si snoda lungo un percorso di 3 chilometri a circa 70 metri di profondità, in uno scenario che comprende canyon, abissi, fossili, stalattiti, stalattiti e concrezioni dalle forme e dai colori più incredibili. 


 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Puglia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati