Cerca nel sito
Scultura, mostre, Italia

La scultura è di moda: 4 mostre da non perdere 

Da Manzù a Mitoraj la scultura ha assunto il ruolo di oggetto, installazione, per dialogare al meglio con il pubblico e affrontare il problema dello spazio: ecco le mostre imperdibili per gli amanti delle forme... 

Francesco Messina 
www.lavenaria.it
 Francesco Messina – Estate (Summertime), 1984
Dopo le mostre internazionali di Giuseppe Penone e Antony Gormley, i bastioni dell’antica fortezza medicea ospitano le opere di Jan Fabre, uno degli artisti più innovativi e rilevanti del panorama contemporaneo. Artista totale, Fabre (Anversa, 1958) sprigiona la sua immaginazione nei diversi linguaggi della scultura, del disegno e dell’installazione, della performance e del teatro. La grande mostra Jan Fabre. Spiritual Guards, si svilupperà tra Forte di Belvedere, Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria. Si tratta di una delle più complesse e articolate mostre in spazi pubblici italiani realizzata dall’artista e regista teatrale fiammingo
 
S'intitola Mitoraj a Pompei la mostra che prende vita nell’Area archeologica di Pompei e che mette a confronto il classicismo archeologico e la contemporaneità dell’arte di Mitoraj, istaurando un legame dialettico armonioso che evidenzia e valorizza tanto la solennità storica degli scavi quanto le delicate figure del maestro. Fino all'8 gennaio 2017, infatti, una trentina di sculture monumentali in bronzo dello scultore polacco trovano posto in diversi settori degli scavi archeologici, in un progetto ideato e promosso dalla Fondazione Terzo pilastro – italia e mediterraneo e coordinato da Stefano e Riccarda Contini.
 
Dopo il successo dell’esposizione del 2015 “Rappresentare il mondo”, La Venaria Reale in collaborazione con lo Studio Copernico ripropone con “Sculture moderne alla Venaria Reale” un nuovo percorso dedicato a dodici tra i più affermati maestri della scultura italiana e non del XX secolo con conferme e prestigiose integrazioni di opere rispetto al percorso dello scorso anno.
 
S'intitola “Fragile Landscapes” mostra personale che il Marca dedica a Giovanni Longo fino al 12 agosto prossimo. La rassegna, curata da Marco Meneguzzo, propone una selezione di venti lavori particolarmente rappresentativi della produzione più recente dell’artista, che consentono di apprezzare l'evoluzione del linguaggio espressivo di Longo diventato, nel corso del tempo, sempre più ampio e composito grazie all’assorbimento di intuizioni molteplici che hanno arricchito la sua ricerca pur mantenendone intatta l’unità e visibile la direzione. 
 
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100