Cerca nel sito
Sicilia Mistretta location film Primula Rossa Messina

La Primula Rossa di Messina

Scopriamo Mistretta e il Palazzo dei Leoni nel film di Franco Jannuzzi.

Fondazione di Comunità di Messina / Ecosmedia
Da Il traditore di Marco Bellocchio al Primula Rossa di Franco Jannuzzi, di nuovo la Sicilia si presta per raccontare la Storia del nostro Paese attraverso la vita di figure emblematiche, ognuna a modo suo. Accade nel film suddetto, ispirato alla vera storia di Ezio Rossi, ex terrorista dei NAP (Nuclei Armati Proletari), costretto a passare gran parte della sua vita tra il carcere e l'Ospedale Psichiatrico Giudiziario. Unendo fiction e documentario, il quasi sessantenne regista trentino realizza la sua Opera Prima grazie alla collaborazione della Fondazione di Comunità di Messina, città dove si sono svolte - dintorni compresi - le riprese della vicenda raccontata.



Che parte dall'incontro con Ennio (Salvatore Arena) e gli altri internati dell’OPG da parte dello psichiatra Lucio (David Coco), convintosi a lottare per trovare soluzioni capaci di restituire diritti di cittadinanza alle persone più deboli ed escluse dalla società. Quattro brevi storie di internati - scritte e lette in scena dallo psichiatra Angelo Righetti, da sempre impegnato sul medesimo fronte - sono la spina dorsale di Primula rossa, il cui obiettivo resta quello di valorizzare l'esperienza di "Luce è libertà": un programma fortemente innovativo di welfare comunitario che ha permesso di liberare in soli due anni sessanta persone dall’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina (incluso lo stesso Ezio Rossi), attraverso progetti personalizzati di espansione delle libertà individuali.

Consigli.it per voi: Ai piedi dell’Etna, la Sicilia più “esplosiva”

E molti ex internati hanno partecipato a vario titolo alla realizzazione del film e alle sue riprese, svoltesi tra il gennaio e il febbraio 2017 in zone perfettamente riconoscibili a quanti siano di casa in queste splendide zone della più grande isola del Mediterraneo. Come ricordato dal sito dell'Associazione Culturale Road To Pictures Film: "Il film si apre con alcune immagini di archivio degli anni '90 dell’ospedale psichiatrico Mandalari, a Messina, per poi a un video d’archivio dell’ospedale psichiatrico giudiziario Madia, a Barcellona Pozzo di Gotto, risalente al giugno 2010".

Consigli.it per voi: Vulcano, perché andarci e dove dormire

Nomi che ricorrono anche nella lista delle location utilizzate da questo Primula Rossa nell'area dello Stretto, nei luoghi del Distretto Sociale Evoluto, da Casalvecchio Siculo e Longi al centro storico di Mistretta. Oltre ovviamente alla stessa Messina, della quale appaiono sullo schermo a vario titolo Forte Petrazza, Parco Horcynus Orca (ben noto al regista, già direttore artistico dell’Horcynus Festival), il Liceo Emilio Ainis di Via Freri e il Palazzo dei Leoni… Dove sono stati organizzati i primi set, contando sulla disponibilità degli uffici della Presidenza della Provincia.



Inizialmente le riprese dovevano essere fatte solo all’interno dell’ex carcere - come evidenziato da testate locali come Anni60 News e 98zero.com, - ma su espressa richiesta dell’Amministrazione Comunale amastratina si sono poi aggiunge anche le già citate riprese nel centro storico e quelle nel Museo Regionale Silvo Pastorale. Una "promozione culturale e territoriale", come l'ha definita il vice Sindaco e assessore alla cultura Oieni, che si lega alla scelta di destinare il 50% dei ricavi della distribuzione a favore di progetti di integrazione di ex detenuti e di lotta alla povertà della Fondazione di Comunità di Messina.

 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati