Cerca nel sito
Genova Rolli digital week

Genova, come visituare virtualmente i Rolli

Una settimana digitale per scoprire i tesori delle dimore aristocratiche genovesi

Palazzo Rosso - Foto Liguria Digitale
Palazzo Rosso - Foto Liguria Digitale
Palazzo Rosso - Foto Liguria Digitale
Quando la Repubblica di Genova era all’apice del potere, la sua aristocrazia decise di far costruire alcune strade e palazzi nobiliari che diventassero emblema della sua ricchezza e prestigio, e che potessero ospitare adeguatamente le personalità di spicco che vi si recavano in visita. Sorsero quindi le Strade Nuove e i Palazzi dei Rolli, residenze aristocratiche - divenute Patrimonio dell’Umanità - che due volte all’anno Genova celebra organizzando giornate in cui sono aperte al pubblico. Quest’anno, per forza di cose, l’evento diventa digitale.

Le splendide dimore aprono le loro porte virtualmente durante la Rolli Days Digital Week. Dal 16 al 23 maggio le porte dei palazzi genovesi si apriranno sul web, e permetteranno si scoprire le stupende architetture, opere d’arte, decorazioni del ‘secolo d’oro’ di Genova. Ogni anno l’elenco dei Rolli aperti cambia, e questa settimana digitale prevede un programma di eventi particolarmente ricco, anche grazie alla partecipazione di palazzi o ambienti che fisicamente non si potrebbero visitare.


Palazzo Spinola Angelo Giovanni

Ma in cosa consiste questa settimana digitale dei Rolli? In pratica, collegandosi a questa pagina web si potranno vedere dei video che mostreranno spazi finora mai aperti al grande pubblico, ambienti preziosissimi del patrimonio storico-culturale genovese. Per esempio, sarà possibile ‘entrare’ in assoluta anteprima negli spazi di Palazzo Interiano Pallavicino e scoprirne le decorazioni pittoriche e gli affreschi, oltre che l’eccezionale arredo scultoreo e i giardini.

Anche Palazzo Stefano Squarciafico aprirà le sue porte virtuali per mostrare i suoi preziosi affreschi, mentre Palazzo Spinola Pessagno, rivelerà per la prima volta la decorazione interna, oltre alla splendida facciata. Nel primo weekend della Rolli Days Digital Week si potranno visitare: Palazzo Tobia Pallavicino, Palazzo Balbi Senarega, Palazzo Ambrogio di Negro, Palazzo Spinola Gambaro, Palazzo Angelo Giovanni Spinola, Palazzo Francesco e Ridolfo Brignole Sale (Palazzo Rosso), Palazzo Brignole Durazzo. Naturalmente la visita sarà guidata dalla voce narrante di divulgatori storici e scientifici che racconteranno la storia e gli aneddoti di ogni palazzo.

Su visitgenoa.it potete scoprire il programma completo

Se volete scoprire più nel dettaglio la storia dei Rolli di Genova potete leggere il nostro approfondimento qui. Mentre vi abbiamo raccontato la storia e le peculiarità di Palazzo Grimaldi della Meridiana qui e di Palazzo Reale (oggi museo) qui.


Palazzo Spinola-Gambaro. Foto S. Buccero

Genova, cosa visitare nella città di mare

Genova è illustre, colta, aristocratica. Ma ha anche un animo popolare legato al suo carattere marinaro, e difatti si legano al mare tantissime delle attrazioni della città. Il Porto Antico, ristrutturato da Renzo Piano negli anni '90, è oggi il cuore del turismo in città, una location divenuta iconica dove si può fare shopping, cenare, passeggiare: una vera e propria piazza affacciata sul Mediterraneo. È da qui che si accede al Galata Museo del Mare (con il suo nuovo allestimento), alla Biosfera, alla Città dei Bambini, museo ludico e interattivo, e naturalmente al celebre Acquario. Ma se il mare vi piace più in versione ‘tradizionale’, Boccadasse è uno dei più pittoreschi borghi d’Italia, oggi attrezzato per accogliere visitatori ma ancora strettamente legato al suo animo marinaro.


Porto Antico

Rientrando nell’entroterra del centro storico non ci si può esimere dal passeggiare in quel dedalo di vicoli chiamati carruggi, che di tanto in tanto affacciano su pittoresche piazzette e dimore nobiliari, e sono punteggiati di botteghe, edicole votive ed elementi architettonici che testimoniano le stratificazioni storiche della città. Infine, è da non perdere la visita alla Cattedrale di San Lorenzo, splendido edificio gotico che custodisce (nel museo situato negli ambienti sotterranei) quella che si pensa essere una reliquia dell’ultima cena di Cristo, il Sacro Catino.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Liguria
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati