Cerca nel sito
Lago di Garda, cosa vedere lungolago

Gardone Riviera oltre D'Annunzio

E' uno dei borghi incantanti del Lago di Garda dove il Vate decise di trascorrere gli ultimi anni della sua vita

lungolago Gardone Riviera<br>
©Eventi Lago di Garda.com
Veduta di Gardone Riviera e il lungolago
Il Parco Alto Garda Bresciano offre scorci panoramici fatti di rocce strapiombanti nel lago, ampi terrazzamenti, sentieri e strade che si srotolano fra le valli, le montagne, i boschi ed i paesi dell'entroterra e della riviera che formano ambienti particolarmente suggestivi. E’ in questo contesto che si colloca Gardone Riviera, proteso verso le acque del lago della sponda occidentale che, grazie anche alla sua incantevole posizione, è tra i borghi più belli d’Italia. Qui lo sguardo si perde accarezzando il blu marcato delle acque del Lago di Garda e il verde della rigogliosa vegetazione che lo incornicia, in un gioco di luci e colori che incanta. Il grazioso paese attira ogni anno molti turisti che si lasciano sedurre dalle bellezze paesaggistiche e dalle tante opportunità che questa zona offre, ma lega indubbiamente la sua fama alla figura di Gabriele d’Annunzio, che qui ha vissuto gli ultimi anni della sua vita e scritto alcune opere. La sua dimora, il Vittoriale degli Italiani situato a Gardone di Sopra, è stato dichiarato monumento nazionale ed è una delle attrazioni più visitate.

vittoriale degli italiani visto dall'alto
Il Vittoriale degli Italiani dall'alto / ©Biblioteca Vittoriale/Wikipedia

Alla scoperta de Il Vittoriale degli Italiani

Si tratta di un eclettico complesso di edifici dalle sorprendenti forme, accostate in un incastro di pareti in modo bizzarro con giochi di passaggi sopraelevati, il tutto incorniciato da splendidi giardini che seguono il dislivello del terreno in modo sinuoso. Qui si trova la tomba del poeta, diverse opere d’arte e sculture, alcuni cimeli, una ricca biblioteca, un museo della guerra e un suggestivo teatro all’aperto che ha, alle sue spalle, il magnifico paesaggio del Lago di Garda.

Eretto per volontà di d’Annunzio a partire dal 1921, è diventato il regno di memoria della sua vita eccezionale e del popolo italiano durante la Prima Guerra Mondiale. I lavori furono affidati all’amico architetto Giancarlo Maroni ed oggi è molto più di una casa museo, in quanto ogni angolo riserva una sorpresa poiché ogni area, esterna o interna che sia, trasmette la particolarità e la fantasiosa persona di d’Annunzio, che qui raccolse una quantità infinita di cimeli tra sculture, medaglie al valore, reliquie, migliaia di libri, opere d’arte di ogni tipo. A questo si aggiungono attrazioni a cui nessuno mai penserebbe, come l’aereo SVA, la nave militare Puglia, il sottomarino MAS 96 che arricchiscono gli ambienti esterni accogliendo il visitatore tra i lussuosi giardini, dove sono ospitata la limonata con il Belvedere, il Portico del Parente intitolato a Michelangelo Buonarroti e lo splendido anfiteatro con vista lago. Sulla sommità del Vittoriale si erge il mausoleo, imponente monumento funebre dove riposa d’Annunzio, a memoria di tutta la grandezza della vita inimitabile che ha vissuto. 

camera da letto nel Vittoriale degli italiani
Camera da letto / ©Il Vittoriale degli Italiani
Visitare Gardone

Ma Gardone è meritevole di una visita anche al di là del Vittoriale degli Italiani, con le sue splendide ville e i grandi alberghi che nel periodo compreso tra il 1943 e il 1945, durante la Repubblica di Salò, divennero sede dei ministero o dimore dell’esercito tedesco. Nel Piazzale del Vittoriale sorge la Chiesa parrocchiale di San Nicola, mentre la Torre San Marco spicca in riva al lago e Villa Alba è ben immersa in un ampio parco pubblico. Quest’ultima è battezzata con il nome di “Villa Ruhland”, la cui letterale traduzione è di “Pace nel paesaggio”, e riprende la vera essenza di questi luoghi con la sua struttura spettacolare che ricorda i più caratteristici monumenti dell’acropoli ateniese. Negli Anni Settanta è stata acquistata dal Comune di Gardone Riviera, che ha trasformato questa meravigliosa Villa in un luogo di arte e cultura diventando una perfetta location per mostre, rassegne d’arte ed eventi culturali di ogni tipo.

torre san marco
La Torre San Marco / 

Imperdibile è la passeggiata al Giardino Botanico Hruska, in cui le piante tipiche mitteleuropee sono affiancate da quelle mediterranee e sub tropicali. la lunga passeggiata porta a scoprire bellissime piante e rari fiori, in mezzo ai quali si affacciano strane costruzioni e diverse opere d’arte. Dagli ordinati giardini giapponesi, dove è possibile trovare anche veri e propri stagni, si passa alla zona rocciosa, attraversando sentieri che riprendono le più belle forme della natura. In questo giardino è possibile ammirare più luoghi del pianeta Terra per un viaggio davvero straordinario. Puoi scorpire qualcosa di più su questo meraviglioso giardino leggendo qui.

Dal lungolago di Gardone Riviera parte il battello che porta in pochi minuti sulla sponda veronese, a Malcesine dove si può prendere la funivia panoramica, dotata di cabine rotanti, per salire ai 1800 metri del Monte Baldo ed alle altre località del Lago di Garda per altre esperienze da non perdere. 

scorcio del giardino botanico
Scorcio del Giardino Botanico Haruska / Di Sail over - Opera propria, CC BY-SA 3.0
Tradizione gastronomica

Anche per quel che riguarda la gastronomia ci si può sbizzarrire, poiché la scelta è sconfinata in quanto il lago mitiga notevolmente la temperatura di questi luoghi e li protegge dalle gelate invernali tipiche della pianura padana, la cornice prealpina che circonda le sue sponde fa il resto tenendoli al riparo dai venti freddi provenienti da nord. Il risultato è un microclima che si avvicina di più a quello mediterraneo costiero che non a quello nordico – montanaro come dovrebbe essere: questa peculiarità garantisce la coltivazione di ottimi agrumi. I piatti della tradizione sono comunque quelli basati sul pesce di lago come persico reale, carpione e trote di diversi tipi e misure: proprio quest’ultima è la materia prima per uno dei piatti più rappresentativi del basso garda, ovvero la trota agli agrumi, preparato con trota sfilettata e messa a macerare un giorno intero in un intingolo di limone e olio, poi i filetti vengono tagliati a listelli più sottili e conditi con altro olio a freddo e bucce d’arancia e serviti con pane crostato. Grazie ai pascoli di montagna non mancano però neanche le carni di alta qualità e i formaggi genuini, mentre l’olio DoP extravergine del Garda o “orientale” vanta tra le sue caratteristiche organolettiche scarsa acidità, delicatezza e ottima digeribilità. Per quel che riguarda la vocazione vitivinicola della zona basta ricordare il Bardolino, una delle migliori etichette del vino rosso Made in Italy.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati