Cerca nel sito
Votigno di Canossa cosa fare

Emilia Romagna, a Votigno con i monaci buddisti

E' uno dei borghi medievali meglio conservati d'Italia: scopriamo cosa rende speciale Votigno di Canossa

Borgo di Votigno
© Borgo Medievale Votigno di Canossa
Scorcio del Borgo di Votigno di Canossa
Si chiama Votigno di Canossa ed è un piccolo borgo sulle colline reggiane, considerato uno dei meglio conservati d’Italia. Si tratta di una realtà rimasta sospesa nel tempo, situata ad un paio di chilometri dallo storico castello dove la Gran contessa Matilde, potente feudataria nata nel 1046, vice regina d’Italia nonché marchesa e vicaria imperiale, dominava il mondo ed invitava Papi ed Imperatori essendo stata la donna più importante dell’epoca. Votigno si presenta con la sua struttura originale in pietra e le costruzioni che si arroccano intorno all’antica torre e alla piazzetta dove non è raro incontrare figuranti in costume che fanno rivivere al visitatore le atmosfere medievali. Proprio la torre che svetta sulle pietre del borgo caratterizza il panorama, e fu torre di avvistamento, di difesa oltre che rifugio in caso di attacco. Grazie all’attento recupero, a partire dagli Anni Sessanta, che ne ha rispettato la storia e la cultura, è ancora oggi molto facile immaginare l’Antico Borgo di Votigno di Canossa nel pieno delle attività di ogni giorno, con i forni per il pane, la bottega per il fabbro, le donne intente ad impagliare cesti e sedie e a svolgere le attività quotidiane di una volta. Al centro è impossibile non notare una scacchiera a caselle bianche e nere incastonata nel terreno dove, in occasioni di ricorrenze speciali, si può giocare anche a dama. Grazie alla sua bellezza rimasta immutata nei secoli Votigno è stato decretato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.



E anche i suoi dintorni meritano di essere scoperti, grazie alle splendide passeggiate che trovano nelle Terre di Canossa un territorio perfetto per ogni tipo di escursione. Una nuova rete di sentieri segnalati collega infatti le principali località naturalistiche e storiche della collina reggiana: si tratta di un percorso, denominato Il Sentiero Matilde, che in sei tappe conduce dalla rupe di Canossa a San Pellegrino in Alpe, balcone naturale sulla Garfagnana, attraverso castelli, case a torre, antiche pievi e borghi in pietra arenaria. Tutto l’itinerario è interamente segnato e tabellato e lungo il tracciato sono state allestite varie aree di sosta.



A rendere questo borgo ancora più magico si è aggiunta anche un’altra caratteristica: tra le sue mura racchiude infatti un tempio buddista, cosa che non ci si aspetterebbe in una realtà cosi tipica. Si tratta della che, dal punto di vista culturale, è un’emanazione diretta del governo tibetano in esilio. Nata nel 1990, è una struttura unica in Italia, e anche la prima in Europa, dove i monaci e altri appassionati possono pregare, seguire convegni e immergersi anima e corpo nella cultura tibetana. Passeggiare per Votigno, infatti, significa anche scorgere le statue del Buddha oltre ad altri simboli legati alla cultura e religione tibetana che sono disseminati in tutto il borgo. In aggiunta la domenica pomeriggio è possibile anche visitare il museo in cui sono custoditi costumi, fotografie e altri preziosi oggetti che possono aiutare meglio a comprendere la religione buddista e la vita in Tibet. Non si poteva trovare location migliore per immergersi nella tranquillità più assoluta, osservando il panorama e lasciandosi avvolgere dal silenzio che pervade il luogo quasi mistico.  Nel 1999 la Casa del Tibet venne visitata dal Dalai Lama in persona, che ne rimase particolarmente colpito: la sua visita è ricordata in un piccolo "gompa", un tempietto dove sono raccolte le sue immagini ed alcuni oggetti di culto.



E se tra storia, arte, natura e spiritualità è lo stomaco a comandare, non bisogna scordarsi che ci troviamo nella provincia di Reggio Emilia, patria del buon cibo, con i famosi primi della cucina reggiana, i salumi, il vino frizzante, l'aceto balsamico tradizionale, il Parmigiano-Reggiano, i dolci e gli spuntini delle panetterie. Nelle terre di Matilde gli spunti per una sosta golosa o un pranzo raffinato non mancano grazie alle numerose cantine, i negozi, i produttori che in ogni località offrono le delizie di questa terra unica e affascinante sotto ogni punto di vista. A questo propostito scopri qualcosa di più sul Balsamico di Reggio Emilia 


 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati