Cerca nel sito
Italia monumenti Positano Chiesa di Santa Maria Assunta

Cosa rende speciale la Chiesa simbolo di Positano 

La Chiesa di Santa Maria Assunta è una delle più belle d'Italia

Cupola
©iStockphoto
Cupola di Santa Maria Assunta
Per molti il panorama di Positano è tra i più belli del mondo: la perla della Costiera Amalfitana gode infatti di un fascino particolare, che va ricercato non solo nella sua posizione geografica. Dal mare appare quasi come una conchiglia con striature di diversi colori. Visitandola ci si rende conto come l’atmosfera fiabesca sia dovuta anche al fatto che scale e gradinate sostituiscono le strade, incastrata com’è nella roccia. Non stupisce, quindi, che da povero borgo di pescatori sia diventata destinazione preferita di un'élite vacanziera fatta di intellettuali, artisti, e personaggi celebri. Simbolo cittadino è la Chiesa di Santa Maria Assunta, celebre per la sua cupola maiolicata, la cui storia è legata al monastero benedettino di Santa Maria.

Leggi anche: Positano, la villa sopravvissuta al Vesuvio

Leggenda vuole che sarebbe stato eretto in occasione dell’arrivo a Positano dell’icona bizantina della Madonna, ancor oggi venerata nella chiesa. Il complesso abbaziale ebbe grande fama fino a quando, intorno alla metà del XV secolo, gli ultimi monaci lo abbandonarono per timore delle incursioni di predoni. Col passare del tempo le tracce dell’antico monastero scomparvero ed anche la chiesa andò sempre più deteriorandosi. Si deve arrivare all’agosto del 1783 per celebrare una nuova vita dell’edificio sacro dopo diversi anni di restauri e finalmente la Madonna, con la sua corona d’oro, trova il posto d'onore all'interno. Secondo la tradizione popolare la Madonna arriva a Positano in modo prodigioso, poiché viaggiava su un veliero che proveniva dall’Oriente. Giunto al largo della Costiera Amalfitana l’imbarcazione si arrestò per il maltempo e invano i marinari fecero ricorso a tutta la loro esperienza per riprendere il viaggio, gettando anche a mare una parte del carico. Ad un tratto udirono una voce che gridava “Posa, posa!” ed interpretarono il prodigio come manifestazione della volontà della Vergine di restare in quel luogo.

In Campania scopri anche Napoli

Fu cosi che il capitano diede ordine di dirigere la prua verso terra e la nave riprese a muoversi per giungere a rive a consegnare l’icona agli abitanti di Positano. La chiesa è facilmente riconoscibile da ogni angolo di Positano, grazie alla sua spettacolare cupola maiolicata nei toni del giallo, del verde e del blu. Il piazzale antistante permette di ammirare la magnifica facciata e il campanile del XVIII secolo. C’è da notare, sulla porta del campanile, un dettagliato bassorilievo che ritrae una creatura mitologica dalle fattezze di un drago, circondato da pesci: si tratta di uno dei pochi elementi dell'abbazia originale arrivati intatti fino ai giorni nostri. Gli straordinari interni color bianco e oro sono finemente decorati e custodiscono diverse opere di pregio oltre all’icona bizantina della Madonna Nera che si trova sull’altra principale. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100