Cerca nel sito
Varese Villa Della Porta Bozzolo attrazioni

Casalzuigno: una residenza di campagna speciale

Villa Della Porta Bozzolo, in provincia di Varese, è un autentico gioiello trasformato in nobile dimora di rappresentanza grazie agli affreschi rococò e all’imponente giardino

Provincia di Varese villa<br>
© Giorgio Majno/ FAI Fondo Ambiente Italiano
Veduta di Villa Bozzolo
Splendidamente incorniciata dalle Prealpi, la provincia di Varese offre attrattive di vario genere, ad incominciare da quelle paesaggistiche per arrivare a quelle culturali. Tra le meraviglie da scoprire si colloca Villa Della Porta Bozzolo, a Casalzuigno, gestita attualmente dal FAI Fondo Ambiente Italiano. Costruita nella seconda metà del Cinquecento per volere di un nobile notaio, fu durante il Settecento che venne trasformata per iniziativa di Gian Angelo III Della Porta in occasione delle sue nozze con Isabella, figlia del conte Giorgio Giulini.

Leggi anche: VARESE, LA COLLEZIONE D'ARTE IN GIRO PER IL MONDO

La facciata della villa, semplice ed elegante, si caratterizza per la linearità delle forme e per le decorazioni e tinte tenui, mentre gli interni sono arricchiti da opere dei pittori milanesi Salvione e Bosso che realizzarono uno dei cicli decorativi più sofisticati del Settencento Lombardo, ammirabile soprattutto nel salone centrale e nella lunga galleria al piano nobile. I temi degli affreschi sono quelli di natura religiosa, scene profane ispirate ai tempi aulici dell'antichità classica e soggetti floreali. Gli esterni e le pareti della Corte d'Onore sono un tripudio di traompe l'oeil di stampo architettonico rococò, con porte e volte riccamente affrescate.  Al piano terra il Salone da Ballo con il pavimento in cemento colorato e un imponente camino in marmo, la Sala da Pranzo che ospita una raccolta di vasi farmaceutici e le due cucine sono gli ambienti più suggestivi. Tra gli arredi originali rimasti spiccano i magnifici letti a baldacchino del XVIII secolo ricoperti da preziosi tessuti.

Tratto distintivo della villa è il ricchissimo giardino esterno, che custodisce un significativo patrimonio di piante e fiori, edifici rustici ed elementi monumentali che lo elevano a vera e propria opera d'arte. L'ingegnere Antonio Maria Porani, a cui venne affidato l'incarico per il progetto del parco, non avendo molto spazio antistante la villa ebbe l'idea di svilupparlo in lunghezza dal basso verso l'alto, parallelamente alla facciata della dimora anziché in asse con i saloni principali dell'edificio come era la consuetudine dell'epoca.

Leggi anche: TORBA, IL MONASTERO DELLE LEGGENDE

Furono realizzate, su diversi livelli, quattro grandi terrazze collegate da una maestosa scalinata con balaustre, statue e fontane in pietra di Viggiù e in seguito la zona conosciuta come Il Teatro, l'elemento più innovativo, ossia un ampio prato in leggera pendenza chiuso da una grande peschiera e un ripido sentiero immerso nel bosco e allungato sulla collina, detta del Belvedere, fino ai confini della proprietà. Il tutto puntellato da statue, un fontanile, un'edicola che racchiude un affresco raffigurante Apollo e le Muse. Soprattutto dalla fine di febbraio in poi il parco si trasforma in una vera tavolozza di colori grazie ai roseti, alle ortensie e alla grandissima varietà di crocus che nel prato del Teatro formano una delle più grandi aiuole d'Europa, altro vanto di Villa Della Porta Bozzolo.

Informazioni
Villa Della Porta Bozzolo
Viale Camillo Bozzolo, 5
21030 Casalzuigno (Varese)
T. 0332 624136
Fax 0332 624748
E-mail: faibozzolo@fondoambiente.it
Orario d'apertura
Da marzo a settembre: 10.00-18.00
Ottobre-novembre: 10.00-17.00
Aperto tutti i giorni tranne i lunedì e martedì non festivi.
Ultimo ingresso mezz'ora prima della chiusura.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati