Cerca nel sito
Bilbao Guggenheim

Bilbao, dietro le quinte (virtuali) del Guggenheim

Il celebre museo basco offre un'opportunità unica di scoprirlo 'da dentro'

Guggenheim di Bilbao
Guggenheim
Guggenheim di Bilbao
Come la maggior parte delle istituzioni culturali del mondo, anche il Museo Guggenheim di Bilbao è al momento chiuso, ma propone la possibilità di visitarlo grazie a iniziative digitali. #GuggenheimBilbaoLive è il progetto per far conoscere le mostre ma anche svelare interessanti ‘dietro le quinte’ del celebre museo basco. All'’iniziativa digitale si può partecipare tramite il sito e i social media del museo, e offre contenuti audiovisivi sull’arte ma anche su aspetti a cui normalmente il pubblico non ha accesso.

Sul sito web del museo è stata creata una sezione apposita, che verrà aggiornata continuamente, contente una serie di video realizzati a porte chiuse da alcuni membri dello staff del museo. Il Direttore Generale, i curatori delle esposizioni, persone che lavorano in aree chiave come la conservazione, l'educazione e l'interpretazione, l'allestimento e l'installazione di mostre, offriranno il loro punto di vista, la loro esperienza pratica al pubblico virtuale, per condividere tutte le scelte, le considerazioni, le riflessioni e le questioni pratiche che stanno dietro una mostra.

La pagina con gli eventi digitali è questa


Installazione di Olafur Eliasson

Per il lancio del progetto sono stati pubblicati i video collegati alla mostra Olafur Eliasson (nell'immagine sopra): Nella vita reale. La curatrice Lucía Agirre ha condiviso alcuni dettagli della mostra e le sue opere preferite del’artista che utilizza materiali come muschio, acqua, acqua glaciale, nebbia, luce o metallo riflettente. Ci sono poi video che raccontano aneddoti e curiosità legati al mondo dell’arte in generale e del museo di Bilbao in particolare: come sono state spedite e installate le colossali sculture di Richard Serra in The Matter of Time? Come si conservano le opere d'arte? Come si scelgono le opere per una mostra? Che tipo di manutenzione richiede l’edificio?

La sede del Guggenheim di Bilbao è infatti una ragione a sé stante per scegliere di visitare il museo. Opera-capolavoro di Frank Ghery, l’edificio è uno degli esempi più eclatanti di architettura contemporanea, figlio degli anni ‘90/2000 divenuto icona mondiale. Un’opera titanica, che ha visto la luce nel 1997 (costruito in soli 4 anni) e che ha cambiato per sempre il volto di Bilbao, posizionandola sull’Olimpo delle città da visitare una volta nella vita. Non che prima la città basca avesse poco carattere, o personalità, ma di certo il museo di arte contemporanea – la cui collezione permanente fa parte dell’immenso tesoro d’arte che è la Fondazione Solomon R. Guggenheim – le ha dato quel quid in più che da allora ha iniziato ad attirare visitatori di tutto il mondo. L’edificio sembra cambiare forma in base alla prospettiva da cui lo si guarda, in un tripudio di decostruttivismo tanto caro all’architetto.

Nei dintorni

Il Museo Guggenheim accentra la maggior parte delle attenzioni che i visitatori dedicano a Bilbao, e in effetti nella città basca le attrazioni, oltre a quelle artistiche, stanno più nella vitalità dei suoi bar e dei suoi eventi musicali, più che dei ‘bei palazzi’. Tuttavia una visita al Casco Veijo (nella foto sottostante), la città vecchia, è imperdibile, con i suoi negozietti, gli edifici in stile tipico, le piazze storiche e il popolare mercato coperto de la Ribera. E anche la Cattedrale di Santiago, il più antico edificio della città, è un must-see: in stile neo-gotico, è stata ricostruita nel XIX secolo, ed è Patrimonio dell’Umanità.


Città Vecchia

Ma torniamo all’arte, perché è in questo settore che Bilbao eccelle. Oltre al celebre Guggenheim infatti, la città vanta un ricco Museo delle Belle Arti, con opere dei grandi maestri europei dal 1300 al 1600, un interessantissimo Museo Vasco che racconta tramite archeologia ed etnografia la storia dei Paesi Baschi, e il Museo Marittimo Rìa de Bilbao, dato che l’eredità marinara della città non è certo un dettaglio da poco. 

Da non sottovalutare infine le specialità della cucina basca e in particolare di Bilbao, che vengono elaborate da chef stellati tanto che oltre a meta d’arte negli ultimi anni questa città è diventata anche una meta gourmand. Ma anche per chi vuole assaggiare la versione più verace dei piatti locali, le possibilità sono infinite: qui, per esempio, vi abbiamo parlato del Gulas.

Scopri anche: I pinchos di San Sebastian, delizie in miniatura
Saperne di più su CULTURA
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati