Cerca nel sito
Venezia Campanili storti

Alla scoperta dei campanili storti di Venezia

La città lagunare vanta uno skyline piuttosto 'pendente'

Venezia campanile storto
istockphotos
Venezia campanile storto
La Torre di Pisa è talmente famosa da essere diventata uno dei simboli dell’Italia nel mondo. Ma non è la sua bellezza architettonica a renderla tanto celebre, o almeno non solo quella: certamente la pendenza è l’aspetto più noto, più curioso e più attraente per i visitatori. Eppure, non è l’unico esempio di campanile ‘storto’ che abbiamo nel nostro Paese: Venezia ne vanta più di uno. Un piccolo tour alla scoperta dei campanili storti di Venezia permette di scoprire un aspetto singolare della città, toccandone tutti i punti nevralgici pur allontanandosi dai luoghi più inflazionati dello splendido capoluogo veneto.
 
Lo skyline di Venezia è già di per sé singolare, ed è punteggiato dai campanili delle numerose chiese presenti in laguna. Ma se ci fate caso, ne potete osservare uno particolarmente pendente: è il campanile di San Pietro di Castello, la cui basilica si trova all’estremità orientale di Venezia, vicino all’Arsenale. Si tratta di un importante luogo di culto della città, la cui storia inizia prima dell’anno 1000. Il campanile, palesemente, evidentemente storto, fu eretto nella seconda metà del 1400 (e ricostruito dopo essere stato danneggiato da un fulmine) e si caratterizza per il bianco splendente della pietra d’Istria.
 
Un altro campanile palesemente pendente è quello della chiesa di Santo Stefano, che si trova nel centralissimo sestiere San Marco. Splendido esempio di gotico veneziano, il suo campanile di 66 metri è talmente storto da aver più volte rischiato l’abbattimento, ma l’ipotesi fu più volte scartata in favore di lavori di consolidamento e, naturalmente, un costante monitoraggio. Per approfondire il tema potete leggere questo articolo
 
Anche la chiesa di San Giorgio dei Greci è situata in una posizione centrale, nel sestiere Castello, e anche lei ha il suo bel campanile inclinato. Costruito tra la fine del 1500 e gli inizi del 1600 è curiosamente sempre stato pendente: non ha ceduto negli anni, ma non è proprio mai stato dritto. La chiesa a cui è associato è una cattedrale greca ortodossa, e accanto ad essa è possibile visitare un interessante museo di icone greco-bizantine.
 
Infine, non è proprio a Venezia ma a Burano un ultimo campanile storto. Si tratta del campanile adiacente alla chiesa di San Martino Vescovo, ed è un edificio neoclassico di 56 metri di altezza. Più volte si è cercato di raddrizzarlo, ma il cedimento del terreno alla sua base lo ha reso impossibile. Ecco che l’isola, già incredibilmente pittoresca, è oggi caratterizzata anche da questa ‘skyline pendente’.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati