Cerca nel sito
autunno in barbagia sardegna eventi rassegne tradizioni folklore 

Tradizioni sarde in "cortile" con l'Autunno in Barbagia

Le cortes dei paesi della Barbagia fanno da cornice alla rassegna sulle tradizioni locali

Sardegna
Adagiata nel cuore della Sardegna a ridosso del Gennargentu, la Barbagia custodisce alcune tra le bellezze più spettacolari della Sardegna: qui si possono ammirare oltre 200 nuraghi tra i meglio conservati e una natura a tratti ancestrale, l'ideale per gli appassionati di ecoturismo. Ma questa magnifica regione dell'isola è anche un concentrato di cultura, di tradizioni e di folklore che in questo periodo dell'anno vengono celebrati durante le iniziative e gli eventi dell'Autunno in Barbagia.

LA TRADIZIONE
La cultura sarda è una fonte inesauribile di tradizioni millenarie ed affascinanti che sopravvivono al trascorrere del tempo e contribuiscono a rendere la regione una meta di viaggio ricca di attrattive. In questo periodo dell'anno, poi, c'è una zona della Sardegna che offre una ragione in più per essere visitata. Anzi 32 ragioni, tanti quanti sono i paesi della Barbagia che aderiscono all'iniziativa Autunno in Barbagia, una grande manifestazione che dura più di tre mesi, durante la quale le località organizzatrici propongono ai visitatori il meglio delle proprie tradizioni gastronomiche, folkloristiche, artigianali ed artistiche. Una grande vetrina che coinvolge una regione estremamente interessante dell'isola chiamata, per la sua collocazione geografica, Cuore della Sardegna che è anche il nome di un progetto, al quale fa capo anche l'Autunno in Barbagia, nato nel 1997 al fine di valorizzare i luoghi e la cultura di questa zona e le sue più interessanti espressioni. La manifestazione, giunta alla sua diciassettessima edizione, si appresta ad accogliere migliaia di visitatori in un trionfo di spettacoli, iniziative ed eventi che si protrarranno fin quasi a Natale.

LE CARATTERISTICHE
Autunno in Barbagia
è una kermesse davvero particolare ed unica che riunisce in un'unica grande festa tutte le più interessanti tradizioni e le più belle località di questa zona della Sardegna. La rassegna ha preso il via il 1 settembre e si protrarrà fino al 17 dicembre, coinvolgendo ogni fine settimana da una a tre località partecipanti che, per l'occasione, aprono le porte delle loro case storiche e delle loro "cortes" (i cortili) all'interno delle quali si volge un affascinante percorso alla scoperta delle più significative tradizioni locali, gastronomiche, folkloristiche artistiche o artiginali che siano. Non a caso la manifestazione è l'evoluzione di un'altra rassegna nata nel 1996 e chiamata "Cortes Apertas", strutturata più o meno alla stessa maniera. A partire dal 2001 il progetto si ampliò unificando le diverse iniziative e dando spazio ad un numero maggiore di localià aderenti. Il nome prescelto per identificare la kermesse fu, dunque, quello di Autunno in Barbagia. Che si assaggino dolci o formaggi, o che si scoprano preziosi manufatti in tessuto, in metallo o in legno intagliato, la assegna è un vero concentrato di tradizioni che offre innumerevoli spunti per un affascinante itinerario alla scoperta del Cuore della Sardegna.

IL TERRITORIO
Alle scorse edizioni della manifestazione hanno sempre aderito 27 o 28 paesi della Barbagia. A quella di quest'anno se ne sono aggiunti altri quattro, Ottana, Orotelli, Oniferi e Ortueri, pronti a condividere con chi entrerà nelle loro "cortes" tutte le tradizioni più affascinanti della loro cultura. Il coordinamento e la gestione del circuito sono compito della Camera di Commercio e della sua Azienda Speciale, mentre dell'organizzazione di ogni singolo evento se ne occupano direttamente le Amministrazioni Comunali di riferimento.

GLI INDIRIZZI
Con più località convolte ogni weekendi fino a oltre metà dicembre, gli appuntamenti dell'Autunno in Barbagia sono davvero tantissimi. I prossimi in calendario sono quelli con i costumi colorati e il pane cotto nei tipici forni a legna di Lula e con il meraviglioso torrone, i ravioli, il pane, i dolco, il formaggio, il cocois, i campanacci e i manufatti in legno di Tonara. Entrambe le località apriranno le proprie "cortes" il 30 settembre e il 1 ottobre proponendo spettacoli folkloristici, mostre dedicate alla storia, alla cultura e al territorio del paese e divertenti iniziative per tutta la famiglia.

Leggi anche:
Sardegna alternativa con l'archeologia mineraria
Sardegna: abitare sano con canna e falasco
La Maddalena: dove la spiaggia è rosa
Sardegna: la favola si vive nel faro
Sardegna: le spiagge migliori per gli sport da “tavola”
Sardegna: le perle dell’artigianato locale in 5 tour
Idee weekend in Sardegna: 5 tesori da scoprire

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per distretto Barbagia
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100