Cerca nel sito
giardino botanica villa carlotta lago di como natura itinerari

Como: primavera al Giardino Botanico di Villa Carlotta

Affacciata sul lago di Como, l'antica dimora di origine seicentesca è circondata da un parco lussureggiante ricco di fioriture variopinte e alberi secolari

villa carlotta, giardino botanico, como, lago di como, fiori, natura, primavera
©Daderot/Wikipedia Pubblico Dominio
Una veduta dei giardini di Villa Carlotta
A metà strada tra il lago di Como e le montagne che lo circondano, affacciata sulle Grigne e la Penisola di Bellagio, Villa Carlotta è uno di quei luoghi in cui perdersi per ore nella contemplazione della bellezza. La bellezza dell'arte, la bellezza della storia e la bellezza della natura. Questa splendida dimora di origine seicentesca custodisce, infatti, preziosi capolavori creati dall'uomo in una rigogliosa cornice floristica, resa ancor più affascinante dagli eleganti giardini ricchi di specie vegetali differenti che circondano l'edificio dall'aspetto tanto sobrio quanto imponente.

Commissionata alla fine del XVII secolo dal marchese Giorgio Clerici, la villa venne edificata in una suggestiva conca naturale ed abbellita con fontane e moumentali scalinate. Fu, però, il proprietario successivo, Gian Battista Sommariva, a trasformarla in un vero e proprio scrigno di opere d'arte. Agli inizi del XIX secolo i giardini che circondavano l'edificio si trasformarono in un parco romantico e la villa si arricchì di preziosi capolavori. All metà del secolo, infine, la principessa Marianna di Nassau la donò alla figlia Carlotta, sposa del duca Giorgio II di Sachsen-Meiningen, appassionato ed esperto di botanica.

Fu proprio grazie al duca che il grande parco di Villa Carlotta divenne un incantevole giardino paesaggistico adornato di specie botaniche di elevato interesse ambientale. A favorire lo sviluppo di una vegetazione lussureggiante e variegata fu la fertilità del terreno ricco di un sedimento particolarmente acido depositato da antichi ghiacciai. E', dunque, principalmente grazie ai massicci interventi del duca che oggi è possibile passeggiare in un giardino meraviglioso che, assieme alle interessanti strutture museali, occupa un'area di ben 70.000 mq in un autentico trionfo di collezioni botaniche dal fascino unico.

Villa Carlotta è, infatti, famosa per le sue fioriture primaverili di rodondri ed azalee presenti in ben 150 differenti varietà. E' proprio questo, dunque, il priodo migliore per visitare i vasti giardini affacciati sul lago di Como, approfittando delle belle giornate e dei colori dei fiori che tingono il paesaggio. Durante la visita si scopriranno ambienti incantevoli che spaziano dal giardino roccioso, alla valle delle felci, sino al giardino dei bambù, il tutto avvolto dalla lussureggiante bellezza di antichi esemplari di camelie, cedri, sequoie secolari, imponenti platani ed essenze esotiche che fanno da cornice ad un itinerario ricco di storia che trova il proprio coronamento con la visita del Museo degli attrezzi agricoli. Non c'è, dunque, da meravigliarsi se da due secoli Villa Carlotta e i suoi giardini vengono definiti "un angolo di paradiso".

Leggi anche:
Weekend romantico sul Lago d'Iseo, la Capri del Nord
Lombardia: 5 itinerari nella natura dei parchi più belli
Lombardia nel piatto: 5 tour a caccia di ricette speciali

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su NATURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2017. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100