Cerca nel sito
valle d'aosta artigianato tradizioni itinerari

Valle d'Aosta, 4 cose da sapere sulla pietra ollare

La pietra ollare è la protagonista dell'attività artiginale in diverse valli della regione

pietra valle d'aosta
Courtesy of ©lovevda.it/Sito ufficiale del turismo in Valle d'Aosta
Artigianato della pietra in Valle d'Aosta
Fin dall'antichità in Valle d'Aosta si è sviluppata una fiorente attività legata alla lavorazione della pietra ollare estratta dalle cave sulle splendide montagne che incorniciano le valli di Ayas, Champocher e Valtournenche.

LA TRADIZIONE
La pietra ollare è nota alle popolazioni alpine sin da epoca preistorica. Già durante il neolitico, infatti, veniva impiegata per la realizzazione di numerosi oggetti di uso quotidiano. Tale fortuna era legata alla facilità di lavorazione che consentiva di modellarla ed intagliarla non appena veniva estratta dalla cava. Nel corso dei secoli, dunque, tale pietra divenne uno dei materiali preferiti dagli abitanti dell'arco alpino dalla Svizzera, alla Lombardia (dove in diverse zone ha dato vita ad una fiorente industria estrattiva), sino alla Valle d'Aosta dove, oggi, rappresenta uno dei materiali preferiti dagli artigiani locali che ne ricavano splendidi oggetti ornamentali, utensili per la casa e la cucina e caratteristiche stufe.

LE CARATTERISTICHE
La pietra ollare è una roccia verde di consistenza omogenea e compatta caratterizzata da una elevata malleabilità che la rende immediatamente lavorabile dopo l'estrazione. Il nome particolare che le è stato attribuito è di derivazione romana e fa riferimento all'olla, una sorta di recipiente dalla forma simile ad una pentola realizzato in terracotta o altro materiale che i romani impiegavano per cuocere o conservare gli alimenti o per riporvi le ceneri.

IL TERRITORIO
In Valle d'Aosta la lavorazione della pietra ollare è una delle attività artigianali più caratteristiche e radicate della regione, specialmente nelle zone della Valle d'Ayas, della Valle di Champorcer e della Valtournenche dove, oggi come un tempo, gli esperti tornitori realizzano sculture, piatti, ciotole, scatole e stufe riccamente lavorate avvalendosi dell'ausilio di torni azionati a pedale. A lungo, fino all'introduzione del riscaldamento centrale della regione, molte famiglie borghesi si avvalevano proprio di queste particolari stufe in pietra ollare per riscaldare gli ambienti della casa.

GLI INDIRIZZI Per godere, in ogni periodo dell'anno, di un'ampia scelta di prodotti dell'artigianato locale, meritano certamente una visita i negozi della catena l'Artisanà, i punti vendita dell'Institut Valdotain de l'Artisanat de Tradition (IVAT), sparsi in diverse zone della regione. Il marchio, che oltre ai negozi comprende anche l'esposizione del MAV (L'Artisanà Museo) e le altre iniziative di valorizzazione dell'artigianato locale, prende il nome dal negozio del centro di Aosta a cui, storicamente, gli artigiani affidavano la vendita dei loro prodotti una volta conclusa la Fiera di Sant'Orso e durante il resto dell'anno. La rete di vendita dell'istituto conta, oggi, quattro boutiques (una ad Aosta al piano terra del Municipio con ingresso su piazza Chanoux, una a Cogne, nel cuore del centro storico lungo la via pedonale Dottor Grappein, una a Champoluc-Ayas-Antagnod a Rue de l'Eglise in Località Antagnod, ed una, la più grande, a Courmayeur in Rue de l'Eglise, sotto la piazza Abbé Henry che ospita al suo interno la Galleria dell'ARTIgianato dedicata ai pezzi unici), e quattro coins, corner dedicati ai prodotti IVAT allestiti presso i negozi di alcuni luoghi d'interesse come gli shop del Pavillon e di Punta Helbronner, il bookshop del Forte di Bard, il negozio-laboratorio i Sapori del Forte, nel borgo di Bard, dove si può assistere anche al processo di creazione degli oggetti artigianali, ed il punto vendita della cooperativa artigianale D'Socka di Gressoney-Saint Jean.

Leggi anche:
Artigiani di altri tempi in Val d'Aosta
Fromadzo: un "recupero" di classe
Torgnon al gusto di fontina e polenta

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su TRADIZIONI
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100